Menu Orizzontale

25 febbraio 2009

"Non ci sono le condizioni per restare, scusate ma ho fatto una pessima figura". Clamorose dimissioni di Balbo, appena arrivato al Treviso.

Balbo ed il Treviso. Un amore durato dieci minuti. Neanche il tempo d'iniziare che è già finita. Clamorose arrivano le dimissioni dell'ex attaccante argentino, scelto come tecnico del Treviso e presentato ieri nella conferenza stampa. Nel primo pomeriggio di oggi, dopo poco dall'inizio dell'allenamento, il cannoniere sudamericano ha confermato il suo improvviso addio e se ne è andato: "Non ci sono le condizioni per restare, scusate ma ho fatto una pessima figura". Alla base divergenze con la società. Incredibile.

Sembrava l'inizio di una bella avventura. Invece, improvvise, e inaspettate, arrivano, dopo neanche 24 ore, le dimissioni. Abel Balbo dice addio al Treviso: "Non è vero che lo spogliatoio non mi ha voluto. Io ero a conoscenza della situazione al Treviso, ma sinceramente non fino in fondo. Scusate ma me ne vado". E a confermare le parole dell'ormai ex tecnico, c'è il capitano del Treviso Riccardo Gissi, il quale ha escluso che ci siano stati contrasti tra il nuovo allenatore e la squadra. "Ieri non abbiamo potuto allenarci - ha indicato il giocatore - perchè mancava lo staff medico ma oggi eravamo in campo". Oltre al tecnico, che era stato chiamato a sostituire l'esonerato Luca Gotti, se ne va anche del direttore sportivo Giuseppe Cannella. In questo momento il Treviso non ha un allenatore da far sedere in panchina sabato in occasione del match contro il Sassuolo, tant'è che l'allenamento è stato condotto dal preparatore atletico. Tutto è maturato nel primo pomeriggio di mercoledì al campo di Lancenigo. Balbo si è presentato amareggiato. Da parte sua il ds Cannella ha così giustificato il suo addio: "Avevo puntato su Balbo, la mia idea non è stata accettata, quindi mi dimetto". La situazione finanziaria del Treviso sarebbe sull'orlo del crac, con un buco riconosciuto dal presidente Ettore Setten, di circa 10 milioni di euro. Insomma, tutto finisce in un attimo. Ma speriamo che questi accadimenti non macchino la sua carriera e la voglia di riprovarci. Ci vuole una prova d'appello...forza Abel.

0 commenti:

Posta un commento

Elenco blog personale