Menu Orizzontale

(Highlights) Inter-Roma 3-3. Gol, spettacolo e Rizzoli i protagonista in negativo. Balotelli inganna l'arbitro, furia Roma.

(Stacco di testa perentorio e De Rossi batte Julio Cesar, ma da segnalare il perfetto cross di Motta)



(Prima rete italiana per il norvegese Riise che porta la Roma al raddoppio)





(Balotelli riapre il match con una staffilata di sinistro, Doni è battuto)


(Brighi porta la Roma sul tre a uno, ricacciando indietro i nerazzurri)




(Rigore inesistente; Balotelli trasforma e poi "zittisce" la curva presidiata da tifosi giallorossi, con gesti poco sportivi)



(L'Inter trova il pari con la "bestia nera" dei giallorossi. Gran colpo di testa dell'argentino Hernan Crespo)



IL TABELLINO DI INTER-ROMA 3-3
(primo tempo 0-2)

INTER (4-3-1-2):
Julio Cesar; Maicon, Burdisso (Figo dal 1’st), Cordoba, Santon; Zanetti, Cambiasso, Maxwell (Vieira dal 1’st); Stankovic (Crespo dal 32’st); Adriano, Balotelli. (Toldo, Materazzi, Mancini). All.: Mourinho.
ROMA (4-2-3-1): Doni; Motta, Mexes, Panucci, Riise; De Rossi, Pizarro; Taddei, Brighi, Vucinic (Menez dal 30’st); Baptista. (Artur, Diamoutene, Cicinho, Filipe, Malomo, Montella). All.: Spalletti.
ARBITRO: Rizzoli (Copelli-Stagnoli/Pierpaoli)
MARCATORI: De Rossi (R) al 23’ e Riise (R) al 30 p.t.; Balotelli (I) al 5’ , Brighi (R) all’11’, Balotelli su rigore al 18', Crespo (I) al 34’ s.t.

Spettacolo ed emozioni al Meazza tra l' Inter e la Roma. Protagonista, in negativo, ancora l'arbitro, in questo caso Rizzoli, che si fa ingannare dal tuffo di Balotelli, e assegna un calcio di rigore all'Inter, il quale sarà pesantissimo sul proseguio del match. Le due big si affrontano a viso aperto e, come spesso accade quando s'incrociano i destini delle due squadre, non è mai una partita "normale". La Roma domina il primo tempo che chiude sul due a zero grazie alle reti di De Rossi e Riise. Dapprima, il forte centrocampista della Nazionale, incorna di testa sul cross di Motta, e batte il portiere brasiliano Julio Cesar. Successivamente, Riise si toglie la soddisfazione della prima perla italiana, controllando al volo di testa in area per poi trafiggere ancora il numero uno nerazzurro, con un tocco da posizione impossibile. Mourinho prende le contromisure nella ripresa (dentro Figo e Vieira, fuori Burdisso e Maxwell, Cambiasso va a fare il centrale di difesa, Balotelli si piazza largo sulla sinistra, Vieira va in mezzo) e accorcia le distanze proprio con Balotelli che, invisibile nel primo tempo, realizza l'uno a due con un gran tiro da fuori area. Il gol di Brighi sembra porre fine al match con la Roma sul tre a uno ma è l'arbitro Rizzoli che ci pensa a sistemare la situazione. "Regala" un rigore all'Inter per un presunto fallo di De Rossi su Balotelli, ma le immagini non lasciano spazio ad ulteriori commenti. E' evidente il tuffo del giocatore di colore, che inganna il direttore di gara. Lo stesso Balotelli trasforma il penalty ed è 2 a 3. L'assedio interista, conseguente al gol di "Super Mario", porta al 3 a 3 finale. E' ancora lui, la bestia nera dei giallorossi, Hernan Crespo a realizzare, di testa, dopo soli 2 minuti dal suo ingresso in campo, il definitivo pareggio. Una beffa per la Roma, apparsa superiore, nel gioco, e nel numero di occasioni. Nel finale, sia Menez che De Rossi hanno la possibilità di vincere la gara, ma la lucidità è ormai agli sgoccioli. Peccato per la Roma che avrebbe meritato sicuramente la vittoria.

Read More

(Highlights) I gol della 26a Giornata. La Samp stende il Milan, Catania travolge il Palermo.



Emozioni e calcio spettacolo in Serie A, nella 26esima giornata di campionato. Il Milan affonda nella città della Lanterna. Cassano e Pazzini tolgono il sonno a Carlo Ancelotti. Sampdoria vincente su una squadra, quella rossonera, sempre più in crisi, e in odore di rifondazione, a partire dal tecnico che, probabilmente, a fine stagione, cercherà fortuna altrove. l'Udinese batte il Lecce che recrimina per la manacata assegnazione di un calcio di rigore. Strepitosa vittoria del Catania che batte il Palermo fuori casa con quattro gol. La sicilia si tinge di rossoazzurro. Penalizzati dall'espulsione, dopo pochi minuti di Bresciano, i rosanero si fanno travolgere dall'undici di Zenga. Mascara segna probabilmente il più bel gol dell'anno, con una conclusione pazzesca da centrocampo, per Amelia non c'è nulla da fare. Reggina e Fiorentina non si fanno male; finisce uno a uno al Granillo. Alla pari di Siena-Genoa e Cagliari-Torino.
Read More

Galliani allontana industriali e arabi dal club rossonero. "Giù le mani dal Milan".

L'Amministratore Delegato del Milan, Adriano Galliani, mette a tacere qualsiasi voce che tornavano a circolare, sulla presunta volontà di Berlusconi di cedere il club rossonero. A margine di un'iniziativa benefica, il dirigente rossonero, frena sul nascere ogni tipo di discorso e chiude le porte a industriali e arabi. 

Il Milan non è in vendita. E' il messaggio che proviene da Via Turati e dalla viva voce di Adriano Galliani. "Lo ribadisco, il Milan non e' in vendita. Ho sentito il presidente Berlusconi, gli azionisti possono stare tranquilli". Queste le parole, chiare e decise, del dirigente milanista, a margine di un'iniziativa benefica a Genova. E' la risposta immediata della società ai chi gli chiedeva del ritorno di voci relative alla cessione del club. "L'azienda non verra' ceduta, come ho letto, ne' a industriali del settore dolciario ne' a principi arabi", ha concluso, chiudendo la porta in faccia ad ogni tipo d'iniziativa in tal senso.
Read More

Elenco blog personale