Menu Orizzontale

(video gol) Champions: Liverpool-Chelsea 1-3. Prova di forza dei Blues. Qualificazione ad un passo


(highlights del primo tempo. Il botta e risposta tra Torres e Ivanovic)


(Liverpool-Chelsea 1-2. Ancora Ivanovic, in serata di grazia, colpisce la difesa dei Reds e porta in vantaggio i londinesi)


(Liverpool-Chelsea 1-3. Il tris dei Blues è realizzato dall'ivoriano Didier Drogba, che insacca in corsa da pochi passi, sull'assist perfetto di Malouda)

Prova di forza del Chelsea, targato Guus Hiddink. La compagine londinese, dopo la partenza ad handicap, (è il Liverpool a passare in vantaggio, grazie alla firma prestigiosa del "Nino" Fernando Torres) si scatena e ribalta la situazione con Ivanovic, autore di una doppietta, e con la perla di Drogba che chiude la gara sul tre a uno. Il Chelsea ottiene, dunque, una vittoria pesantissima all'Anfield Road, e per certi versi inaspettata, almeno nelle proporzioni. Dopo il due a due conquistato dal Porto in casa del Manchester, di ieri, questo tre a uno dei Blues, sugli uomini di Rafa Benitez, ottenuto in trasferta, ha il sapore di vera e propria sorpresa. Ma La formazione londinese ha meritato ampiamente e torna a casa con mezza (e forse più) qualificazione in tasca.
Read More

(video gol) Champions: Barcellona-Bayern Monaco 4-0. Il tridente Messi-Henry-Eto'o spazza via Toni e compagni. La "pulce" incanta il Nou Camp


(Barcellona-Bayern Monaco 1-0. Lo show non poteva che partire dai piedi di Lionel Messi, tocco non forte ma preciso e palla in fondo al sacco)


(Barcellona-Bayern Monaco 2-0. Il raddoppio porta la firma del camerunense Eto'o che, imbeccato in area da Messi, dribbla Butt e insacca sull'angolo opposto)


(Barcellona-Bayern Monaco 3-0. Il tris porta ancora la maglia numero dieci della fantastica "pulce" blaugrana che finalizza in spaccata, da pochi passi, l'accelerazione e il cross perfetto di Henry)


(Barcellona-Bayern Monaco 4-0. Sempre con veloci triangolazioni arriva il poker dei catalani. Palla a Messi che resiste a una carica, al limite dell'area, ma poi viene colpito da Van Bommel,e cade a terra. L'arbitro Webb, intelligentemente, fa proseguire l'azione applicando il vantaggio, e la palla carambola ad Henry che fulmina per la quarta volta il portiere tedesco)

Non c'è stata partita. Al Nou Camp quello che doveva essere un combattuto quarto di finale di Champions tra due squadre di grande tradizione e forza è sembrato poco più che un allenamento per una sola di esse. Il Barcellona, grazie al fantastico e ormai, a tutti gli effetti, erede di Maradona, Lionel Messi, e al gioco corale che è impresso nel dna di questa squadra, impartisce una vera e propria lezione di calcio ai tedeschi del Bayern Monaco, rispediti in terra bavarese con un poker che non ammette repliche. Il primo tempo dei blaugrana è devastante, poi nel secondo gli spagnoli amministrano il vantaggio enorme, rischiando in pochissime circostanze. Per i tedeschi è notte fonda. Poca grinta, poca voglia di lottare, qualche azione isolata e nient'altro per i bavaresi che dopo aver subito un uno-due terribile in dodici minuti, sono usciti dal match. la semifinale di Champions, ormai, è poco più di un miraggio.
Read More

Champions League. Liverpool-CHelsea. Reds contro Blues, un derby da brividi.

Liverpool-Chelsea: che derby!. Ma sarà anche Benitez contro Hiddink. Di fronte due situazioni completamente diverse. Un allenatore, quello spagnolo del Liverpool, che è ormai a tutti gli effetti una colonna dei Reds, e che ha rinnovato il contratto da poco, preparandosi ad una carriera simile a quella di Sir Alex Ferguson; l'altro invece è una sorta di traghettatore il quale, arrivato in corsa al posto di Felipe Scolari, quasi sicuramente a fine stagione lascerà il club inglese.

Ma per ora il pensiero va esclusivamente a questa ennesima sfida che mette di fronte due club che già hanno assaporato in più di un'occasione il sapore dello scontro (è la quarta volta in cinque stagioni). Questa volta in ballo, in una doppia sfida da brividi, c'è la semifinale di Champions. C'è una curiosità che vogliamo sottolineare e che fa ben sperare i Blues: nelle precedenti occasioni, la squadra che ha giocato il ritorno in casa ha sempre passato il turno. Insomma, i Blues (sconfitti in campionato sia nell'andata che nel ritorno dai rossi di Benitez) si affidano anche ai ricorsi storici contro una corazzata davvero temibile e che potrà contare sul capitano Gerrard, il quale sarà regolarmente in campo. Ma nella squadra londinese, non scordiamoci, rientrerà l'ivoriano Drogba, una bocca da fuoco mica da poco per Hiddink mentre, sempre per quanto riguarda le note relative alla formazione, Bosingwa non ce l'ha fatta ed è rimasto a Londra. Nelle precedenti sfide, i due club hanno superato avversari di grande calibro. Il Liverpool ha eliminato il Real Madrid con un 5-0 complessivo mentre il Chelsea ha prevalso per 3-2 sulla Juventus. Ora sono di fronte, in una sfida che promette scintille.
Read More

Champions League. Barcellona-Bayern Monaco: Messi contro Ribery, la fantasia al potere.

Stasera andrà in scena la sfida tra Barcellona e Bayern Monaco, al Nou Camp, nell'andata dei quarti di finale di Champions. E' una gara che promette spettacolo e giocate di alta classe, e trasmette suggestioni particolari. Molte le cose che stuzzicano i palati fini. Dal fantastico impianto catalano, alla sfida tra due tecnici sulla breccia (Guardiola e Klinsmann) fino alla miriade di campioni titolati che scenderanno in campo e guideranno le rispettive squadre alla conquista della vittoria o comunque di un risultato importante in vista del ritorno. E' inevitabile che l'occhio caschi su due nomi in particolare, che con le loro invenzioni, la fantasia sublimata al massimo livello, le accelerazioni devastanti, il carisma e la personalità che regalano ai compagni, aggiungono quel pizzico d'imprevedibilità che rende questo sport fantastico. Parliamo, naturalmente, di Lionel Messi, giovanissimo fuoriclasse argentino del Barcellona, e dall'altra la stella luminosa del francese Franck Ribery, folletto impazzito a disposizione dei tedeschi.

Saranno sicuramente i due valori aggiunti di squadre che puntano decise alla vittoria della coppa europea. Passando proprio ad una breve disamina di come scenderanno in campo i due teams, Pep Guardiola, bandiera da calciatore e ora tecnico dei blaugrana, sarà libero di sprigionare tutte le sue bocche da fuoco: Henry, Messi e soprattutto Eto’o stanno attraversando un momento di forma strepitoso, dopo un piccolo appannamento, puramente fisiologico. Il Bayern Monaco, comunque, scenderà in campo senza paura al cospetto dei catalani e potrebbe schierare Toni, Podolski e il deus ex machina Ribery, sempre più profeta del calcio fantasia nel vecchio continente. Mancherà Lucio nei tedeschi e non è un'assenza da poco per i bavaresi che comunque riavranno a disposizione Van Buyten, altro centrale di difesa. Sulla carta è un match da tripla, ma con un piccolo vantaggio per gli spagnoli, se non altro per il fattore campo e per la presenza di un giocatore che, ribadiamo, ha qualcosa in più rispetto agli altri. Messi, la "Pulce" è pronta a penetrare le maglie dei tedeschi, e a far male ai bavaresi, ma occhio alle ripartenze germaniche e alle folate del galletto Ribery. Sarà una gara da non perdere.
Read More

Joana Machado parla dell'ex Adriano: "Il suo problema è l'alcool"

Nell'ambiente nerazzurro s'impone con urgenza una riflessione cul caso Adriano. Il brasiliano dell'Inter sta vivendo un momento davvero difficile, personalmente e per la sua carriera da calciatore. Non ha voglia di giocare, non ha voglia di tornare in Italia, ma solamente di restare accanto alla sua famiglia in Brasile. Il motivo? Beh, ce lo rivela l'ex fidanzata Joana Machada. Si tratta dell'alcool, un grave problema che lo sta tormentando nel fisico ma soprattutto nello spirito.

"Ad Adriano non piace più giocare a calcio. Il suo problema è il bere'. Una rivelazione molto seria e preoccupante, quella di Joana Machado, ex fidanzata del calciatore brasiliano dell'Inter, Adriano. Joana ci racconta i tormenti che sta vivendo il giocatore, tuttora in Brasile per trovare un pò di pace e sicurezza accanto alla famiglia: "Mi auguro che possa superare il problema dell'alcool - ha detto - Adriano non e' felice per la vita che sta facendo. Lui si sente un imperatore, quando scalzo gioca con un aquilone nella favela dove è nato e cresciuto". Infine, un augurio grandissimo da parte di Joana, che ha smentito che Adriano abbia mai fatto uso di droga: "Adesso è come perso. Deve cercare di uscirne ma faccio il tifo per lui". Ma la società cosa sta facendo? Crediamo che sia ora che entri nella questione con decisione.
Read More

Arsenal: Adebayor, un ritorno in grande stile.

(Adebayor che rientro!. E' lui l'autore del pari, con una splendida acrobazia)
Adebayor torna e segna un gol fondamentaleUn ritorno in grande stile. Adebayor, smaltito l'infortunio, torna in squadra, si riprende il posto da titolare e firma, con una splendida acrobazia, il gol del pari contro i folletti del Villareal. Ieri sera, è stato lui il protagonista del match con una rete da campione vero. E il togolese, felice per il gol segnato e il pareggio ottenuto da un'Arsenal non troppo convincente, si prepara per il match di ritorno. Sarà nattaglia, ma lui è pronto.

Un pari meritato. Così la pensa, al ritorno in campo dopo l'infortunio, Emmanuel Adebayor, attaccante dell'Arsenal e autore del bellissimo uno a uno dei Gunners, in Spagna, contro il Villarreal di Giuseppe Rossi. Il togolese ha realizzato la rete del definitivo pareggio con un colpo da maestro, stop di petto e rovesciata che non ha lasciato scampo al portiere avversario. A lui, però non interessa la bellezza della rete, ma il fatto che la marcatura sia servita a riacciuffare una gara che si era messa subito in salita. Ade commenta così il match: "Siamo venuti in Spagna per vincere ma la gara si è rivelata più dura del previsto, il Villarreal nel primo tempo meritava qualcosa in più di noi ma nella ripresa il nostro carattere ci ha permesso di fare una grande gara" e poi una battuta finale: 'Credo che alla fine il pareggio sia il risultato più giusto, ci giocheremo tutto al ritorno". L'Arsenal ritrova il suo centravanti, il suo punto di riferimento in attacco. Tutto è più semplice, ora, con Ade davanti.
Read More

Porto: Mariano Gonzales, ex Palermo e Inter, già pensa al ritorno contro lo United

(Mariano Gonzales eroe dell'Old Trafford. Suo il due a due finale contro i campioni in carica)
Le esperienze non particolarmente felice avute in Italia (a Palermo e a Milano con l'Inter) ormai sono soltanto un ricordo. Il centrocampista Mariano Gonzales, autore del prezioso due a due dell'Old Trafford, contro i plurititolati Red Devils, nell'andata dei quarti di finale della Champions League, sembra rinato in questa nuova vita portoghese. Il Porto festeggia un grande risultato ma servirà una gara maiuscola anche nel ritorno, tra una settimana. E festeggia grazie a questo giocatore che, com'è giusto che sia, libera la propria gioia e poi, alla fine, ringrazia i compagni per la prova generale disputatata nella tana del Manchester.

Siamo all'89': Gonzales, tutto solo in area, riceve palla e con un tocco leggero, a scavalcare Van der Sar in uscita, firma il definitivo due a due. Old Trafford gelato, e portoghesi in delirio. L'autore del gol preziosissimo, ex centrocampista di Palermo e Inter sembra rinato in terra portoghese e commenta così l'impresa ottenuta in terra inglese: "Il merito di questo risultato è tutto nostro, abbiamo messo in difficoltà gli avversari facendo gol nei primi minuti". Una gioia incontenibile, ma il pensiero è già rivolto a mercoledì prossimo, alla gara di ritorno: "Per noi è importante giocare in casa il ritorno avendo segnato due reti in trasferta, ci prepareremo con un'altra mentalità". Infine, un ringraziamento particolare va alla linea mediana del Porto, che ha disputato una partita davvero importante: "Credo che ci sia stato un grande lavoro da parte dei centrocampisti, aiutando i difensori, d'altronde loro sono forti nell'uno contro uno ma con il raddoppio c'è stato meno possibilità per loro di farci male".
Read More

Elenco blog personale