Menu Orizzontale

Genoa. Rotella si spegne a soli 42 anni. E' stato rossoblu per sette stagioni

(Franco Rotella con la maglia del Genoa)
Rotella si spegne a soli 42 anniIl calcio è scosso da un altro grave lutto. Nella giornata odierna, al San Martino di Genova, Franco Rotella si è spento, a soli 42 anni, dopo aver perso la battaglia con una grave malattia che ne aveva minato profondamente la salute.

Nato a Genova e cresciuto nel vivaio del Baiardo, l'ex rossoblu (sette stagioni con il Grifone) aveva debuttato in serie A a soli 16 anni. Ala destra il suo ruolo in campo. Professionista serio e preparato, l'ex rossoblu ha chiuso la carriera nell'Imperia, dopo aver militato in varie società di A e B (Spal, Triestina, Atalanta e Pisa): Terminata la carriera da calciatore, si è dedicato al lavoro di opinionista sportivo in tv liguri, ma anche a quello di responsabile della scuola calcio e settore giovanile degli Emiliani Nervi (società genovese). Franco Rotella lascia la moglie, Nadia, e il figlio Simone.
Read More

(video) Brasile. Palmeiras-Santos: Espulsione record per Domingos. Dura dieci secondi il match del difensore


(Espulsione e rissa da record)

Domingos si propone per il guinness dei primati (come potete vedere nelle immagini). Nel match di semifinale del campionato paulista, tra Palmeiras e Santos, il giocatore, appena entrato, francobolla da subito Diego Souza (punzecchiature muso contro muso, qualche parola di troppo) e da quel momento, in un istante, scoppia lo scontro tra i due calciatori. L'arbitro, accortosi del principio di rissa, estrae subito il cartellino rosso per entrambi. Il provvedimento scatena la furia di Diego Souza, trattenuto a fatica dai compagni, tanto che poi riesce a scappare via e a "vendicarsi" per la scena dell'avversario (che aveva dato luogo ad una rappresentazione teatrale al minimo contatto con l'avversario), rifilandogli un bel calcio da dietro. Nel frattempo, rissa in campo e tensione esasperata come spesso accade, purtroppo, nel mondo del calcio.
Read More

Serie A. Giudice Sportivo: un turno a Tiago per il calcio a Balotelli. Ecco gli altri "cattivi"

Un turno al campo (per i cori razzisti a Balotelli) e uno al centrocampista portoghese della Juventus, Tiago, espulso durante il match dell'Olimpico di Torino per un fallaccio ai danni proprio di Balotelli. Sono nove i giocatori fermati per un turno da Tosel, in relazione alla 32° giornata di campionato in Serie A.

Ecco gli squalificati, tutti per una giornata:
Amoruso (Siena)
Barreto, Costa (Reggina)
Cannavaro (Napoli)
Mascara (Catania)
Mauri (Lazio)
Tiago (Juventus)
Ariatti (Lecce)
Volpi (Bologna)

Ammende a società
Inter euro 11.000
Juventus euro 10.000
Lecce euro 5.000
Read More

Tosel condanna la Juve per i cori razzisti a Balotelli. Un turno a porte chiuse

Un turno a porte chiuse, a causa dei cori razzisti rivolti a Balotelli, durante la gara disputata dalla Juventus contro i nerazzurri di Josè Mourinho. Tosel condanna, dunque, la Juventus per l'atteggiamento antisportivo e razzista mostrato durante la supersfida di campionato.

La Juventus dovrà disputare un turno a porte chiuse. E' arrivata in queste ore la sentenza della Giustizia Sportiva. Lo ha deciso Gianpaolo Tosel evidenziando come i cori razzisti si siano verificati "in molteplici occasioni" e sottolineando "l'assenza di qualsiasi manifestazione dissociativa da parte di altri sostenitori o di interventi dissuasivi da parte della società". Insomma, previo esame approfondito della relazione della Procura Federale, Tosel squalifica il campo della società bianconera perchè: "in molteplici occasioni, sostenitori della società ospitante, in vari settori dello stadio, intonavano cori costituenti espressione di discriminazione razziale nei confronti di un calciatore della squadra avversaria". Un primo chiaro segnale della giustizia sportiva alle preoccupazioni manifestate anche dal capo della Lega, Matarrese.
Read More

Matarrese reclama lo stop dopo gli insulti a Balotelli: "Fermiamoci e ragionamo".

(Matarrese chiede al calcio una pausa di riflessione. No al Razzismo)
Matarrese chiede al calcio di fermarsi contro il razzismoUna pausa di riflessione. Necessaria per poter trovare la soluzione a un problema annosso e radicato come il razzismo. A detta del Presidente della Lega, Antonio Matarrese, il quale interviene sulla questione del razzismo, tornata in auge purtroppo a seguito degli insulti razzisti che, dall'Olimpico di Torino, hanno colpito Mario Balotelli, attaccante di colore dell'Inter, il calcio deve fermarsi.

Antonio Matarrese lancia un grido d'allarme. Così non si può andare avanti: Serve un momento nel quale riflettere con grande serenità ma decisione: "La Figc e' l'organo che garantisce il rispetto delle regole. E allora Abete deve avere la pazienza di dire: fermiamoci e ragioniamo - afferma Matarrese in un'intervista a Radio Capital -. Sono episodi che danneggiano noi e il nostro calcio. Non mi meraviglio piu' di questo nostro paese, non c'e' piu' rispetto delle regole e allora serve un'iniziativa forte". E l'accusa va dritta agli "pseudo-tifosi" che dalle tribune dell'Olimpico di Torino hanno bersagliato di fischi, ma soprattutto cori razzisti, il colored dell'Inter, Mario Balotelli: "Sono tutti degli imitatori " ha detto Tonino, che ha poi proseguito: "Comincia uno e l'altro si diverte. Lo fanno anche per scimmiottare, però è vergognoso. Continuiamo a farci del male e non ne usciamo, qui ci vuole una sferzata forte. La Federazione, che lo può fare, a un certo punto dovrebbe dire: fermiamo il ballo e vediamo dove andiamo a finire. Non si puo' continuare a scaricare responsabilita'. Noi siamo i piu' danneggiati. Io al posto di Abete avrei fatto una riunione degli stati generali, comprese anche le tifoserie, avrei fermato la macchina perche' cosi si sfascia tutto. Continuiamo a parlare, ci scandalizziamo ma sappiamo che puo' succedere ancora ". In conclusione d'intervista, piena solidarietà, da parte di Matarrese al presidente dell'Inter Massimo Moratti: " Ha fatto bene a dire che avrebbe ritirato la squadra: sarebbe una decisione forte, ma è un segnale preciso".
Read More

(highlights) Manchester United-Everton 0-0 (2-4 dcr). Red Devils sconfitti ai rigori, I Toffees vanno in finale


(highlights di Manchester-Everton)


(I rigori di Manchester-Everton. Decisivi gli errori di Berbatov e Rio Ferdinand. Per la prima volta, dopo 14 anni, l'Everton ottiene il pass per la finale di Fas Cup)
Read More

(video) Serie A. Tutti i gol della 32esima. Risultati e classifica


(highlights della 32° giornata di Serie A)

32ª Giornata - I Risultati:
Atalanta 0-1 Reggina
Cagliari 2-0 Napoli
Catania 2-0 Sampdoria
Palermo 4-1 Bologna
Roma 3-2 Lecce
Siena 0-2 Chievo
Udinese 3-1 Fiorentina
Juventus 1-1 Inter
Genoa 0-1 Lazio
Milan 5-1 Torino

Classifica:
Classifica
Inter 74
Juventus 64
Milan 64
Genoa 57
Fiorentina 55
Roma 52
Palermo 49
Cagliari 45
Lazio 44
Udinese 42
Atalanta 41
Catania 40
Sampdoria 40
Napoli 39
Siena 37
Chievo 34
Torino 27
Bologna 26
Lecce 24
Reggina 23
Read More

(highlights) Milan Torino 5-1. Tripletta per "Super" Pippo. Agganciata la Juve


(highlights di Milan-Torino 5-1)

MILAN (4-3-1-2) - Dida; Flamini, Senderos, Maldini (dal 72' Darmian), Zambrotta; Beckham, Pirlo, Ambrosini; Kaka; Inzaghi (dal 65' Shevchenko), Pato (dal 46' Ronaldinho). Allenatore: Carlo Ancelotti.
TORINO (4-4-1-1) - Sereni; Rivalta (dal 40' Dellafiore), Natali, Franceschini, Rubin (dal 66' Ogbonna); Abate, Barone, Dzemaili (dal 46' Saumel), Diana; Rosina; Bianchi. Allenatore: Giancarlo Camolese.
ARBITRO: Banti di Livorno.
MARCATORI: 13', 37' e 60' Inzaghi, 63' rig. Kakà (M), 80' Franceschini (T), 90' Ambrosini (M).
Read More

(highlights) Cagliari-Napoli 2-0. I sardi volano, le azioni di Donadoni sono già in ribasso


(highlights di Cagliari-Napoli 2-0)

CAGLIARI (4-3-1-2) - Marchetti; Matheu, Bianco, Astori, Pisano; Fini (74' Biondini), Parola, Lazzari; Cossu; Matri (81' Acquafresca), Jeda. All.: Massimiliano Allegri. 
NAPOLI (3-5-2) - Bucci; Santacroce, Cannavaro (84' Denis), Contini; Mannini, Hamsik, Blasi, Pazienza (60' Datolo), Vitale (72' Russotto); Zalayeta, Lavezzi. All.: Roberto Donadoni. 
ARBITRO: Celi di Campobasso.
MARCATORI: 5' Jeda, 92' Lazzari (C).
Read More

(highlights) Palermo-Bologna 4-1. Furia rosanero su Di Vaio e Compagni. Esordio amaro per Papadopulo


(highlights di Palermo-Bologna 4-1)

PALERMO (3-4-1-2) - Amelia; Kjaer, Carrozzieri (73' Morganella), Bovo; Cassani, Migliaccio, Liverani, Balzaretti; Tedesco (57' Hernandez); Cavani, Succi (dal 65' Savini). All.: Davide Ballardini. 
BOLOGNA (3-5-2) - Colombo; Belleri (46' Marchini), Terzi, Moras; Zanoni, Mudingayi, Volpi, Amoroso (59' Adailton), Valiani; Di Vaio, Marazzina (dal 46' Osvaldo). All.: Giuseppe Papadopulo. 
ABITRO: Brighi di Cesena. 
MARCATORI: 6' aut. Belleri (P), 44' Kjaer, 64' Succi (P), 84' Di Vaio (B), 92' Cavani (P). 
ESPULSO: 77' Volpi (B).
Read More

(highlights) Udinese-Fiorentina 3-1. Brutto ko per i viola. Ma la Champions è distante solo due punti


(highlights di Udinese-Fiorentina 3-1)

UDINESE (4-3-3): Handanovic 5,5; Isla 6, Zapata 6, Felipe 6, Lukovic 6; Inler 6,5, D'Agostino 7,5 (40' st Obodo sv), Asamoah 7; Pepe 5,5 (32' st Domizzi sv), Quagliarella 6,5, Sanchez 6,5 (38' st Floro Flores sv). A disp. Belardi, Pasquale, Zimling, Ighalo. All.Marino
FIORENTINA (4-2-3-1): Frey 5,5; Zauri 5,5 (26' st Jorgensen 5,5), Dainelli 6, Gamberini 5,5, Pasqual 6; Almiron 4,5 (14' st Vargas 5,5), Donadel 5; Semioli 6, Jovetic 5 (14' st Bonazzoli 5,5), Kuzmanovic 6; Gilardino 6. A disp. Storari, Comotto, Mazuch, Tagliani. All. Prandelli
ARBITRO: Bergonzi
MARCATORI: 10' pt Asamoah, 2' st D'Agostino (U, rig), 22' st Dainelli (F), 24' st D'Agostino (U)

Read More

(highlights) Roma-Lecce 3-2. Totti riaccende la corsa champions dei giallorossi. 175 perle per il capitano


(highlights di Roma-Lecce 3-2)

ROMA (4-2-3-1): Artur; Motta, Diamoutene, Riise, Tonetto; De Rossi, Pizarro; Perrotta, Baptista (38'st Cassetti), Brighi; Totti (46'st Montella). In panchina: Julio Sergio, Loria, Brosco, Filipe, D'Alessandro. All.: Domenichini (Spalletti squalificato)
LECCE(4-4-1-1): Benussi; Polenghi, Fabiano, Esposito, Giuliatto; Munari, Zanchetta, Edinho (25' st Konan), Ariatti; Caserta (8' Papadopoulos); Tiribocchi (29' st Ardito). In panchina: Rosati, Stendardo, Basta, Castillo. All. De Canio.
ARBITRO: Mazzoleni.
MARCATORI: 3'pt Totti (R), 13'pt Brighi (R), 31'pt Munari (L), 10'st Papadopoulos (L), 14' st Totti (R) su rigore. 
EPSULSO: 27' st Ariatti (L) per condotta violenta.
Read More

Elenco blog personale