Menu Orizzontale

Calcio, squadre: Ecco i gironi di Europa League. Bene Roma e Lazio, il Genoa trova il Valencia e il Lilla

Europa League al viaIl sorteggio di Montecarlo non è andato male. Nasce ufficialmente la prima Europa League, con la nuova formula, simile alla Champions, voluta espressamente dal presidente Uefa, Michel Platini. Gironi abbordabili per le italiane, soprattutto per le due squadre di calcio romane. La sorte che si è accanita sulle formazioni tricolori presenti in Champions League è stata più tenera con le nostre rappresentanti nella seconda competizione europea.

Saranno, infatti, Villarreal, Levski Sofia e Salisburgo le squadre di calcio avversarie dei biancocelesti, nel gruppo G dell’Europa League. Nel girone E, insieme alla Roma di Spalletti, troviamo i bulgari del Cska Sofia, gli svizzeri del Basilea e i londinesi del Fulham. Leggermente più difficile il gruppoo del Genoa, quello B, dove sono finite Valencia, Lilla e Slavia Praga. Spagnoli e francesi, sono sicuramente avversari ostici da affrontare, ma diamo fiducia a questo ottimo Genoa di Gasperini. L’Europa League comincia il 17 settembre. Le prime 2 di ognuno degli 8 gironi si qualificano per i sedicesimi di finale a cui prendono parte anche le 8 terze classificate dei gironi di Champions League che non sono dunque riuscite a continuare la loro avventura nella massima competizione europea per club.
Ecco tutti i gironi:
Gruppo A: Ajax, Anderlecht, Dinamo Zagabria, Timisoara

Gruppo B: Valencia, Lille, Slavia Praga, Genoa

Gruppo C: Amburgo, Celtic, Hapoel Tel-Aviv, Rapid Vienna

Gruppo D: Sporting Lisbona, Heerenveen, Herta Berlino, Ventspils

Gruppo E: Roma, Basilea, Fulham, Cska Sofia

Gruppo F: Panathinaikos, Galatasaray, Dinamo Bucarest, Sturm Graz

Gruppo G: Villareal, Lazio, Levski Sofia, Salisburgo

Gruppo H: Steaua Bucarest, Fenerbache, Twente, Sheriff

Gruppo I: Benfica, Everton, Aek Atene, Bate Borisov

Gruppo J: Shakhtar Donetsk, Bruges, Partizan Belgrado, Tolosa

Gruppo K: Psv Eindhoven, Kobenhavn, Sparta Praga, Cluj

Gruppo L: Werder Brema, Austria Vienna, Athletic Bilbao, Nacional

Read More

(video gol) Calcio, risultati: Criscito regala l'Europa al Genoa dopo 18 anni


(highlights di Odense-Genoa)

Era iniziata malissimo. Nel riscaldamento, si era fatto male Crespo, costretto al forfait e, dopo solamente 15 minuti, il Genoa doveva fare a meno di Juric (portato poi in ospedale) colpito violentemente da una testata in pieno viso di Djemba-Djemba. In più, nonostante ottime giocate e gol sfiorati, i rossoblu uscivano dal campo, a fine primo tempo, in svantaggio contro l'Odense. Insomma, sembrava una serataccia. Ma i ragazzi di Gasperini sanno soffrire e la reazione non tarda ad arrivare: infatti è Criscito con un bel sinistro a battere Karrol e a rendere il secondo tempo più tranquillo, dopo il tre a uno dell'andata, risultati di calcio che lasciavano abbastanza tranquilli. Gasperini soddisfatto accede ai gironi della nuova Europa League, il genoa torna in Europa dopo ben 18 anni. E' stata difficile dunque, contro una squadra molto fisica e scesa in campo determinata. Tanta pressione sugli avversari, ma di pericoli dalle parti di Amelia se ne vedono ben pochi. Il Genoa gioca meglio, agisce di rimessa e non dà la sensazione di soffrire. Al 14’ però Juric è costretto ad uscire dopo uno scontro con Djemba-Djemba (trauma facciale per lui) e al suo posto entra Milanetto. La squadra non sembra soffrire e anzi proprio con Milanetto ottiene la migliore occasione del Genoa nel 1° tempo, quando un suo tiro dal limite colpisce la base del palo. Ma, nel recupero, la doccia fredda: su un corner battuto dalla sinistra Andreason si avvita per colpire la palla, che invece finisce in faccia a Figueroa e di lì in rete. L'angoscia lascia presto spazio alla gioia. È il goal dell’1-1 che mette in sicurezza il Genoa e lo firma Criscito con una bomba di sinistro. Da lì in poi, infatti, l’Odense non riesce più a organizzare azioni pericolose, mentre sono i rossoblu a andare vicini alla segnatura con un contropiede che Mesto non riesce a realizzare a causa di una deviazione. Finisce uno a uno, risultati di calcio che lanciano i genovesi meritatamente in Europa. Complimenti...
Read More

(video gol) Calcio, risultati: la Lazio perde in Svezia ma passa. Di Avdic la firma sulla vittoria dell'Elfsborg


(highlights di Elfsborg-Lazio)

Una sconfitta indolore. Risultati di calcio che permettono lo stesso di gioire. La Lazio di Ballardini perde uno a zero in Svezia, contro l'Elfsborg, ma complice il tris dell'Olimpico, ottenuto nel match d'andata, entra nel tabellone principale dell'Europa League. I biancocelesti hanno dato vita ad una gara di contenimento, cercado di non sbilanciarsi troppo ed operando, prevalentemente, con azioni di rimessa. Ampio turnover, come annunciato alla vigilia, per la compagine romana, nella quale hanno trovato spazio Radu in difesa e Meghni come trequartista alle spalle di Rocchi e Cruz. Incontro nervosetto, per alcuni tratti, basti pensare che l'arbitro della contesa, l'ucraino Oriekhov, ha ammonisto sette giocatori, espellendo il laziale Kolarov per un intervento troppo veemente. Passando alla cronaca del match, parte forte la squadra di casa, che pressa alto, tiene palla, prova a spaventare i ragazzi di Lotito e, proco prima del decimo, colpisce un palo clamoroso con Svensson che spaventa Muslera dai venti metri. Pochi minuti dopo il ventesimo, si infortuna Siviglia: problemi mucolari per lui, al suo posto Kolarov che non terminerà il match. Al venteseiesimo è la Lazio a colpire il primo legno: Rocchi lanciato da Matuzalem, a portiere battuto, prende la traversa. Nella ripresa, cambio nella squadra svedese: dentro Avdic per Keene, nessun cambio di modulo, ma svedesi pericolosi già al quarto minuto, con Muslera costretto a delle parate straordinarie sullo scatenato Ishizaki ed, al nono, ad un miracolo su una botta di testa da pochi passi del neoentrato. La rete del vantaggio dell'Elfsborg arriva al venticinquesimo proprio con Avidic, dopo un vero e proprio assedio: assist di Bajrami, brava la punta ad insaccare. Il gol galvanizza gli scandinavi che ci provano, cercando di riaprire ulteriormente il match. Ma la Lazio tiene, non va nel pallone e porta a casa risultati di calcio preziosi e il passaggio del turno.
Read More

(video gol) Calcio, risultati: la Roma travolge il Kosice. Tripletta per Totti che raggiunge quota 10


(highlights di Roma-Kosice)

Cinque reti in 18 minuti di gioco e gara finita, risultati di calcio pazzeschi. E' strano dirlo, quando ci troviamo a parlare di coppe internazionali, ma il Kosice non ha avuto nessuna possibilità all'Olimpico contro la Roma di Spalletti, ed è stato travolto per 7 a 1. Il tre a tre dell'andata, ottenuto con grande orgoglio e qualche amnesia difensiva romanista, aveva fatto pensare ad una gara più tirata. Ma i novanta minuti ai quali abbiamo assistito ieri hanno evidenziato l'esatto opposto. Troppo il divario tra le due squadre, a livello tecnico, con i giallorossi che hanno conquistato, senza patemi d'animo, l'accesso al tabellone principale dell'Europa League. Protagonista del match è stato, ancora una volta, il capitano giallorosso Francesco Totti, autore di una tripletta (e sono dieci segnati nei preliminari!!!) che lo porta a 33 reti totali nelle coppe europee. Sta bene e si vede, corre, non accusa neanche il benchè minimo dolore alle ginocchia e riesce ad andare in rete con estrema facilità (ma a fallire anche delle occasioni clamorose!!!). Insomma, è sempre Totti show, ma vanno sottolineate anche buone prestazioni da parte di Cerci (una rete e un assist per il giovane esterno), Menez, Riise e Guberti, le altre firme sui risultati di calcio finali. Gli slovacchi hanno una reazione d'orgoglio solo quando il solito cecchino Novak decide di far tutto da solo e battere Artur con un rasoterra secco e potente. Il portiere giallorosso mostra ancora tutti i suoi limiti, facendosi beffare sul primo palo. Tutto qui, per ora, e oggi si sapranno le avversarie della Roma, ma anche della Lazio e del Genoa, il tris d'italiane che puntano alla vittoria finale.
Read More

Elenco blog personale