Menu Orizzontale

(video gol) Calcio, Serie A: Juventus-Livorno 2-0. Super Buffon, bianconeri spietati


(video gol, 1-0. Iaquinta)


(video gol, 2-0. Marchisio)

IL TABELLINO
JUVE (4-3-1-2): Buffon; Grygera, Legrottaglie, Chiellini, Grosso; Camoranesi (28'st Marrone), Poulsen, Marchisio; Giovinco (16'st De Ceglie); Iaquinta, Trezeguet (35'st Amauri). All.: Ferrara.
LIVORNO (4-4-2): De Lucia; Raimondi, Diniz, Miglionico, Pieri; Pulzetti, Mozart (1'st A.Filippini), Candreva, Moro; Lucarelli (18'st Danilevicius), Tavano (25'st Cellerino). All.: Russo.
Arbitro: Pierpaoli di Firenze.
Marcatori: 8'pt Iaquinta, 30'pt Marchisio (J).

Continua la marcia inarrestabile della Juventus di Ciro Ferrara, nella Serie A di Calcio. La vittoria contro il Livorno, arrivata ieri sera grazie ai gol di Iaquinta e Marchisio, è il quarto successo in altrettante gare di campionato (il sesto per il tecnico bianconero se contiamo le due gare di Serie A nelle quali aveva traghettato la squadra dopo l'esonero di Ranieri). Primo posto, Dodici punti nel torneo di Serie A e un messaggio chiaro alle rivali: la Juve fa sul serio. Nulla da fare per i discreto Livorno della coppia Russo-Ruotolo, soprattutto nella prima parte di gara. Da applausi la prova di Candreva, un giocatore di grande spessore. A decretarne la sconfitta è stata una Juve spietata (come aveva chiesto Ciro) e un Buffon stratosferico, tornato davvero sui livelli del mondiale tedesco. Molte le occasioni da gol fallite dai toscani, ma soprattutto respinte dal numero uno della Juve e della Nazionale, che si sono inchinati al colpo di testa di Iaquinta e al delizioso pallonetto di Marchisio (bei gol che potete gustarvi nei video). Ora, all'Inter e alle altre big della Serie A di Calcio la replica...
Read More

(video) Calcio, Serie A: Napoli-Udinese 0-0. Lavezzi non basta, la festa è rinviata. Gol regolare annullato a Di Natale


(video, Serie A: Napoli-Udinese)

SERIE A, NAPOLI-UDINESE
IL TABELLINO

Napoli (3-5-2): De Sanctis; Santacroce (72' Hoffer), Rinaudo (51' Cannavaro), Contini; Zuniga, Gargano, Cigarini, Hamsik, Datolo (83' Grava); Lavezzi, Quagliarella. A disposizione: Iezzo, Maggio, Bogliacino, Denis. All.: Donadoni.
Udinese (4-3-3): Handanovic; Zapata (65' Lodi), Coda, Domizzi, Lukovic; Isla, D'Agostino, Inler; Pepe (72' Sanchez), Floro Flores (77' Corradi), Di Natale. A disposizione: Belardi, Felipe, Sammarco, Zimling. All.: Marino.
Arbitro: Saccani di Mantova.

Lavezzi non basta a questo Napoli, costretto a rinviare la festa. Finisce zero a zero al San Paolo, nell'anticipo pomeridiano della quarta giornata di Serie A di Calcio, tra i ragazzi di Donadoni e l'Udinese di Marino. Il Napoli sale a 4, i friulani a 5. Il "Pocho" argentino, tra i più positivi, regala spunti di classe, lotta fino alla fine, gagliardamente, ma sia Hamsik che Quagliarella sono in giornata negativa e non riescono a realizzare il gol vittoria. Soprattutto l'ex bianconero sente troppo il match e s'incarta spesso e volentieri al momento di concludere con la stoccata vincente. Dall'altra parte, Marino disegna un'Udinese ordinata e convincente che sarebbe anche andata anche in gol, con il solito "Totò" Di Natale, se non fosse che Saccani, su avviso del guardalinee, decida di annullarlo per fuorigioco (inesistente come potete vedere nel video del gol). Insomma, bianconeri che recriminano, Napoli che ringrazia e prova a vincere il match. Clamorosa l'occasione da gol fallita da Quagliarella. Il bomber napoletano, servito da Zuniga, smarca Handanovic ma poi spedisce clamorosamente alto (un gol fallito che grida vendetta). Pesante anche l'errore di Hamsik, poco dopo. Fuga di Lavezzi, conclusione ribattuta da Handanovic, lo slovacco colpisce di piatto, a porta sguarnita, ma manda alto. Incredibile. Finisce in parità il match della Serie A di Calcio. Insomma, non prendiamocela solo con Donadoni, alla fine sono i giocatori che vanno in campo...
Read More

Calcio, Serie A: Ranieri striglia la Roma: "Voglio undici gladiatori". Poi un consiglio a Francesco Totti

Ranieri striglia la Roma e TottiLa vittoria di Siena, nella terza giornata della Serie A, anche se ottenuta in maniera rocambolesca e con una buona dose di fortuna, sembrava aver rasserenato l'ambiente, a Trigoria e dintorni. I primi tre punti, dopo un difficile inizio nella Serie A di Calcio, sembravano aver fatto tornare il sorriso. Così è stato, ma solamente fino all'ennesimo disastro, questa volta partorito dai giallorossi nella prima gara del girone di Europa League. La figuraccia rimediata dalla Roma in casa di un ordinato, grintoso ma non irresistibile Basilea ha davvero lasciato il segno.

Il brutto ko (due a zero per gli svizzeri, con gol di Carlitos ed Almenares) ha dimostrato, in special modo, quanto questa squadra, affidata da Rosella Sensi a Claudio Ranieri, dopo l'addio alla Serie A e alla capitale di Spalletti, sia ancora molto fragile psicologicamente oltre che composta, come avete potuto osservare, nel video dei gol e nella diretta dell'incontro, di molti giocatori "a terra" fisicamente oltre che di testa. C'è molto da lavorare, insomma, e domani sera non sarà assolutamente facile contro la Fiorentina di Prandelli, un'altra delle big oramai della Serie A, amareggiata per lo stop di Champions, arrivato in quel di Lione (in dieci per l'ingenua espulsione di Gilardino): "Io devo fare i punti, devo mettere in campo dei gladiatori". serviranno quelli, sicuramente, in Serie A contro una squadra che corre molto e che ha giocatori in palla (Vargas, Jovetic, Frey). Cosi' Ranieri alla vigilia della gara della Serie A di Calcio con i viola. Il tecnico romanista e' arrabbiato per il ko europeo e non usa mezzi termini: "La situazione e' complicata. Questi giocatori devono riuscire a fare quello che chiedo, che sono cose semplici. Totti deve cambiare un po' il suo gioco in Serie A. Pure i sassi sanno che viene incontro al pallone, deve fare altri movimenti". Insomma, ce n'è per tutti. Sveglia ragazzi...
Read More

Calcio, Serie A: il Napoli cerca il riscatto contro i friulani. Quagliarella sfida il suo passato

Il primo anticipo della quarta giornata nella Serie A di Calcio vede impegnato, alle 18, il Napoli di Donadoni. Match da brividi per i partenopei, al San Paolo, contro la frizzante Udinese di Marino, soprattutto alla luce di un inizio di Serie A da dimenticare. Due sconfitte in tre gare di campionato, c'è sicuramente da invertire la rotta sotto il Vesuvio.

I bianconeri, trascinati da un super Di Natale, autore di una tripletta nell'ultima gara di Serie A (4 gol a 2 contro il Catania) e di sei reti in 270 minuti, cercano di dare continuità alla loro azione, e di aumentare il bottino di punti in classifica. Ne uscirà fuori, sicuramente un match avvincente e ricco di emozioni. Emozioni che avvolgeranno specialmente il napoletano Fabio Quagliarella, che sfiderà il suo recente passato nella Serie A (73 presenze, tra il 2007 e il 2009, condite da 25 gol), ma anche Donadoni il quale, al contrario, vuole rinsaldare il suo presente in azzurro. E' indubbio che l'ex allenatore livornese sia sotto esame (se non a rischio esonero). La gara di oggi può essere l'occasione giusta per poter dimostrare alla dirigenza (di una dlele società più importanti della Serie A) che la scelta di affidargli la panchina del Napoli non è stata sbagliata.
Per quanto riguarda le formazioni che scenderanno in campo nella quarta giornata della Serie A di Calcio, Roberto Donaodni dovrebbe puntare su De Sanctis in porta; Santacroce-Cannavaro e Contini in difesa; a centrocampo Maggio-Gargano-Cigarini-Hamsik e Datolo con la coppia Lavezzi-Quagliarella in avanti.
Marino risponderà con Handanovic tra i pali; Zapata-Coda-Domizzi-Lukovic in difesa, Isla-D’Agostino e Inler a centrocampo mentre in attacco Pepe-Floro Flores e Di Natale.
Read More

Calcio, Serie A: la Juventus cerca il poker contro il Livorno. Altra chance per Giovinco

Juventus a caccia del pokerPassata la settimana di Champions si torna a parlare della Serie A di Calcio. Oltre al pari, rimediato contro il Bordeaux, capace di rimontare il gol di Iaquinta, al termine di una prestazione non eccelsa, la Juventus deve fare i conti con l'infermeria. Ferrara, comunque, non vuole accampare scuse anche se la lista degli infortunati s'ingrossa sempre più. Oltre a Sissoko, Diego e Del Piero, ci sono in aggiunta Tiago e Felipe Melo che, per acciacchi vari, insieme al capitano della Nazionale, Fabio Cannavaro, rimarranno fuori e assisteranno al match di Serie A dalla tribuna. Stasera, a Torino, bianconeri impegnati contro il Livorno.

Ma, nonostante le importanti assenze, il tecnico dei bianconeri è convinto che la sua squadra sarà lo stesso "spietata" (e, "che non lasci punti per strada, soprattutto con le piccole") nel prossimo incontro di Serie A, che vedrà la Signora opposta al Livorno di Cristiano Lucarelli. A Torino, dunque, contro il Livorno, in notturna, la squadra bianconera va a caccia del quarto successo consecutivo nella Serie A di Calcio. E lo fa ancora con la "formica atomica", con un Sebastian Giovinco che, fino a questo momento, non ha sfruttato le chances regalategli dal tecnico Ferrara. Un obiettivo, quello del poker, anche scaramantico: vincendo le prime quattro gare della Serie A, infatti, la Juve ha vinto il campionato otto volte su nove.

LE PROBABILI FORMAZIONI:
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Zebina, Legrottaglie, Chiellini, Molinaro; Camoranesi, Poulsen, Marchisio; Giovinco; Iaquinta, Trezeguet. All. Ferrara.
LIVORNO (4-4-2): De Lucia; Raimondi, Diniz, Miglionico, Pieri; Pulzetti, Mozart, Candreva, Moro; Tavano, C. Lucarelli. All. Russo-Ruotolo.
Arbitro: Pierpaoli di Firenze.
Read More

Elenco blog personale