Menu Orizzontale

Gourcuff sceglie il Bordeaux. Al Milan 15 milioni.

Gourcuff riscattato dal BordeauxDopo aver ricevuto il premio, dalla stampa francese, come miglior giocatore della Ligue, Yoann Gourcuff rinuncia al Milan, in maniera definitiva. La scelta è arrivata nella giornata di oggi. Infatti, il Bordeaux ha riscattato completamente il talentuoso trequartista francese, classe 1986, dal club di Via Turati, facendogli firmare un contratto di quattro anni con i girondini.

I motivi di questa scelta, compiuta dal giovane attaccante, sono molteplici. Innanzitutto, la fiducia concessagli da Laurent Blanc, e ripagata con dodici reti e dieci assist, a coronamento di una stagione positiva che può chiudersi col botto (manca infatti un punto, al Bordeaux, per festeggiare la vittoria del campionato). Naturalmente, correlata al fattore della fiducia, c'è la possibilità di giocare con continuità e poter rassicurare Domenech, in vista della Coppa del Mondo del 2010 (cosa che non avrebbe potuto fare al Milan dove avrebbe sicuramente fatto molta panchina). Giocare da titolare in patria è la vetrina migliore per blindare il posto in nazionale, conquistato quest’inverno con una serie di prestazioni decisive. Insomma, poi c'è il discorso Il club della Gironda ha messo mano al portafogli non solo pagando i 15 milioni di euro richiesti dal club rossonero, ma accogliendo anche le richieste economiche del francese che dovrebbe guadagnare ormai 300mila euro netti al mese, secondo le ultime indiscrezioni. “C’erano offerte economiche più importanti delle nostre – hanno precisato i dirigenti –, ma Gourcuff ha privilegiato il nostro progetto sportivo”. “A Milano – ha aggiunto il giocatore – ho imparato molto e ringrazio dirigenti e giocatori del Milan per la formazione ai massimi livelli”. Queste le parole del calciatore che ringrazia il Milan, ormai il passato, e prosegue la sua avventura, presente e futura, a Bordeaux, per chiudere l'anno alla grande. Basta un punto e sarà scudetto.
Read More

Italia, I convocati di Lippi: novità Santon, Cassano resta a casa

Santon, la novità dei convocati in NazionaleSono state diramate, dal selezionatore azzurro Marcello Lippi, le liste dei convocati per l'amichevole che la nazionale italiana sosterrà, a Pisa, contro l'Irlanda del Nord, e di coloro che faranno parte del gruppo impegnato nella Confederation Cup, ormai alle porte. Continua l'ostracismo nei confronti del barese Antonio Cassano. Non bastano le magie con la Samp per convincere Lippi a dargli una chance.

Il mister di Viareggio prosegue nella sua linea di condotta e continua ad ignorare la stagione vissuta dal barese, che dunque, resta ancora una volta a casa. C'è invece la novità Santon. Un premio, dunque, per il 18enne difensore interista, fatto esordire in questa stagione da Mourinho, e che farà parte dei ventuno convocati per l'amichevole pisana, in programma sabato 6 giugno. Torna in azzurro anche "Ringhio" Gattuso, il combattente del centrocampo rossonero, reduce da un lungo infortunio che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi di calcio. Il ct azzurro, come abbiamo detto, ha anche comunicato i nomi di 13 dei 23 giocatori che parteciperanno alla Confederations Cup: la lista, per ora parziale, sarà completata entro giovedì 4 giugno.

Questa la lista dei convocati per l'amichevole di Pisa:

Portieri: De Sanctis (Galatasaray), Marchetti (Cagliari);
Difensori: Cassani (Palermo), Dossena (Liverpool), Gamberini (Fiorentina), Grosso (Lione), Esposito (Lecce), Legrottaglie (Juventus), Santon (Inter);
Centrocampisti: Biagianti (Catania), Brighi (Roma), D'Agostino (Udinese), Galloppa (Siena), Gattuso (Milan), Montolivo (Fiorentina), Palombo (Sampdoria);
Attaccanti: Foggia (Lazio), Mascara (Catania), Pazzini (Sampdoria), Pellissier (Chievo), Rossi (Villarreal).

Questa la lista dei 13 giocatori già convocati per la Confederations Cup:

Portieri: Buffon (Juventus), Amelia (Palermo);
Difensori: Cannavaro (Real Madrid), Chiellini (Juventus), Zambrotta (Milan);
Centrocampisti: Camoranesi (Juventus), De Rossi (Roma), Pepe (Udinese), Pirlo (Milan);
Attaccanti: Gilardino (Fiorentina), Iaquinta (Juventus), Quagliarella (Udinese), Toni (Bayern Monaco).

Read More

Messi: "Sono l'uomo più felice del mondo". La consacrazione della "pulce" blaugrana

Messi e il Barcellona alzano la CoppaIl due a zero, che di fatto ha chiuso il match e ha regalato il successo più grande dell'anno al Barcellona, lo ha messo a segno lui, il più piccolo, con uno stacco pazzesco di testa. Nulla da fare per Van der Sar, palla ad incrociare sull'altro palo e la gioia che esplode senza limiti. Il giornale spagnolo Marca lo esalta: "Messi occupa il trono di Cristiano", il mondo intero lo ha consacrato quale futuro Pallone d'Oro, succedendo proprio allo sconfitto, il portoghese Cristiano Ronaldo.

Sicuramente, almeno per quanto riguarda la serata splendida di ieri, il verdetto è chiaro. Il Barcellona, dopo aver sbandato per dieci minuti, si è ripreso ha manifestato tutta la sua classe e forza, strapazzando la corazzata di Ferguson e portando meritatamente a casa la Coppa. Tra i protagonisti, in particolare nella seconda parte di match, la "pulce", l'erede di Diego, il fuoriclasse argentino Lionel Messi, che non nasconde la grande felicità per la vittoria della Champions: "E' la vittoria più importante della mia vita" ha 'urlato' al cielo Messi, "sono l'uomo più felice del mondo". E' lui il calciatore del 2009, un grandissimo fenomeno che ha chiuso i giochi con la seconda rete blaugrana e ha regalato all'esordiente Guardiola la tripletta: Liga, Copa del Re e, appunto, Champions League. Amarezza per Cristiano Ronaldo, ma anche grande sportività: "Hanno giocato meglio loro". Dimentichiamoci incertezze, dubbi, duelli fino all'ultimo voto. Il Pallone d'Oro 2009, ha già un padrone, è argentino, è piccolo, ma ha due piedi e una classe divina. Grande Messi, grande Barcellona!
Read More

Kakà al Real?. Per As è cosa fatta

Kakà verso il Real MadridIl futuro di Ricardo Kakà al Milan sembra essere circondato, improvvisamente, da più di un punto interrogativo. Secondo il quotidiano spagnolo As, il fuoriclasse brasiliano è già sulla strada che porta a Madrid e ai blancos i quali si sarebbero mossi tempestivamente per aggiudicarsi il primo grande rinforzo della prossima stagione.

Kakà, dunque, sarebbe il primo grande acquisto del Real Madrid targato Florentino Perez, desideroso di rinverdire i fasti antichi e fare in modo che le merengues possano tornare a primeggiare in Spagna e in Europa. Secondo il quotidiano iberico la conferma della prossima partenza del fuoriclasse brasiliano arriverebbe dal blitz di inizio settimana di Adriano Galliani e del futuro tecnico rossonero Leonardo in Francia per riportarsi a Milano Gourcuff. Per i più scettici c'è anche la voce del papà di Kakà, Bosco Leite, il quale mercoledì si sarebbe recato a Milanello per discutere del trasferimento. Insomma la partenza sarebbe cosa certa. E per rimpiazzarlo, i rossoneri avrebbero appunto l'intenzione di far rientrare a casa base il 23 centrocampista francese, attualmente in prestito al Bordeaux e votato, da l'Equipe, come il miglior giocatore della Ligue 1.
Read More

Elenco blog personale