Menu Orizzontale

(video gol) Serie A: Fiorentina-Roma 4-1. Super Gilardino e i viola abbattono la Roma. Baptista salva l'onore


(Fiorentina-Roma 1-0. Vargas)


(Fiorentina-Roma 2-0. Gilardino)


(Fiorentina-Roma 3-0. Gilardino)


(Fiorentina-Roma 4-0. Gobbi)


(Fiorentina-Roma 4-1. Baptista)

FIORENTINA (4-2-3-1) - Frey; Comotto, Gamberini, Dainelli, Pasqual; Donadel, Montolivo; Semioli, Jovetic (72' Gobbi), Vargas (52' Kuzmanovic); Gilardino (81' Bonazzoli). Allenatore: Cesare Prandelli.
ROMA (4-2-3-1) - Artur; Motta, Cassetti (81' Tonetto), Panucci, Riise; De Rossi, Pizarro; Taddei (63' D'Alessandro), Brighi, Baptista; Totti. Allenatore: Luciano Spalletti.
Arbitro: Luca Banti di Livorno.
Marcatori: 6' Vargas, 47' e 67' Gilardino, 73' Gobbi (F), 86' Julio Baptista (R).
Espulso: 59' Pizarro (R) .

Disastro Roma. Nell'anticipo serale del sabato, i giallorosso cedono di schianto al Franchi, contro Gilardino e compagni e dicono addio ai sogni di Champions. 4 a 1 per i viola il punteggio finale, frutto della rete iniziale di Vargas, della doppietta di Gilardino e sigillo finale dell'ex cagliaritano Gobbi. Partenza ad handicap per i romanisti che, dopo sei minuti sono già sotto. Vargas si libera di un avversario e, dai 20 metri spara un gran destro, Artur si tuffa ma non ci arriva. La reazione dei capitolini non si fa attendere. Varie le occasioni sciupate dalla squadra di Spalletti che non riesce ad inquadrare lo specchio, con Brighi, sul cross radente di Taddei, e ancora con il piccolo centrocampista che, liberato da un assist di Totti, spara fuori, svirgolando la sfera, a pochi metri da Frey. Le occasioni fioccano ma la mira è imprecisa, tanto che Frey non deve compiere nemmeno un intervento e si chiude la prima frazione con i toscani in vantaggio. Nella ripresa, la Roma subisce il raddoppio dopo appena due minuti. E' Gilardino show, con il biellese che colpisce di testa, sul cross dalla destra, e per Artur non c'è nulla da fare. Ancora l'azzurro protagonista al 22', quando irride la malconcia difesa giallorossa (soprattutto un imbarazzante Cassetti, e fredda ancora una volta con il suo solito tocco beffardo il portiere brasiliano. La Roma è annichilita, c'è spazio anche per la marcatura di Gobbi: miracolo di Artur sul colpo di testa dello scatenato Gilardino, il neoentrato Gobbi, tutto solo, mette dentro. Nel finale, a salvare l'onore in casa romanista, è Baptista, che realizza il punto finale. 52 reti subite, mai così male, una stagione davvero amara. Ora, l'imperativo in casa della Roma è chiudere dignitosamente la stagione, poi alla dirigenza il compito di rifondare la squadra.
Read More

(video gol) Premier League: West Ham-Chelsea 0-1. Kalou fa fuori i Zola boys


(West Ham-Chelsea 0-1. Kalou)

LA CLASSIFICA:
1 Man. United 33 24 5 4 77
2 Liverpool 34 21 11 2 74
3 Chelsea 34 21 8 5 71
4 Arsenal 33 17 11 5 62
5 Aston Villa 34 15 10 9 55
6 Everton 34 14 11 9 53
7 Fulham 34 12 11 11 47
8 West Ham 34 12 9 13 45
9 Man. City 34 13 5 16 44
10 Tottenham 34 12 8 14 44
11 Wigan 32 11 8 13 41
12 Stoke 34 10 9 15 39
13 Bolton 34 11 5 18 38
14 Portsmouth 33 9 10 14 37
15 Sunderland 34 9 8 17 35
16 Blackburn 33 8 10 15 34
17 Hull 34 8 10 16 34
18 Middlesbrough 33 7 10 16 31
19 Newcastle 33 6 12 15 30
20 West Brom 34 7 7 20 28

(26/04) Arsenal-Middlesbrough
Read More

(video gol) Premier League: Hull City-Liverpool 1-3. Doppietta di Kuyt, e i Reds volano


(Hull City-Liverpool 0-1. Xabi Alonso)


(Hull City-Liverpool 0-2. Kuyt)


(Hull City-Liverpool 1-2. Geovanni)


(Hull City-Liverpool 1-3. Kuyt)
Read More

(highlights) Premier League: Manchester United-Tottenham 5-2. Red Devils inarrestabili. Cristiano Ronaldo superstar


(highlights di Manchester United-tottenham Hotspurs 5-2)
Read More

(video gol) Serie A: Chievo-Udinese 1-2. Pellissier ancora a segno ma a tempo scaduto D'Agostino gela il Bentegodi


(Chievo-Udinese o-1. D'Agostino, su calcio di rigore, porta in vantaggio l'undici friulano)


(Chievo-Udinese 1-2. La vittoria dei bianconeri arriva a tempo scaduto e la firma ancora il centrocampista, ex Roma)

(Chievo-Udinese 1-1. Pellissier, al nono centro nelle ultime sette gare, regala il momentaneo pari ai gialloblu)

Chievo (4-3-1-2): Squizzi; Frey, Morero, Yepes, Mantovani; Italiano (56' Luciano), Rigoni, Marcolini (78' Langella); Pinzi (82' Colucci); Pellissier, Bogdani. A disposizione: Aldegani, Mandelli, Esposito, Sardo, Langella. All.: Di Carlo.
Udinese (4-3-3): Handanovic; Isla (79' Domizzi), Zapata, Felipe, Pasquale; Inler, D'Agostino, Asamoah; Pepe (60' Lukovic), Quagliarella, Sanchez. A disposizione: Belardi, Obodo, Zimling, Ighalo, Floro Flores. All.: Marino.
Arbitro: Celi di Campobasso.
Marcatori: 35' rig. D'Agostino (U), 71', 92' Pellissier (C).

Che beffa! Sembrava fatta per il pari in casa gialloblu. Il punto dell'uno a uno, ottenuto in rimonta ad una gagliarda Udinese, passata in vantaggio poco dopo la mezzora del primo tempo su calcio di rigore (trasformato con freddezza da D'Agostino), non è bastato per uscire indenni nel primo anticipo della 33esima giornata in Serie A. L'ennesimo squillo di Pellissier, che svetta di testa e batte il gigante Handanovic, al 16' della ripresa, realizzando il nono centro nelle ultime sette partite, non è bastato per evitare la sconfitta, giunta in pieno recupero. A gelare i clivensi e il Bentegosi, è ancora il centrocampista romano, scatenato e match winner di giornata. Udinese vincente, in maniera anche fortunata. Per il Chievo, la salvezza non è ancora cosa fatta. Ci sarà ancora da soffrire.
Read More

F1, Bahrain: Trulli in pole. Le Rosse sono dietro

Trulli conquista la poleTrulli conquista la pole e le Ferrari continuano ad annaspare nelle retrovie, in ritardo rispetto alla Toyota, scuderia protagonista di questa doppia impresa (primo e secondo posto nella griglia di partenza del Gran Premio del Bahrain). Le monoposto della scuderia di Maranello chiudono in ottava (Massa) e decima posizione (Raikkonen). Questo l'esito delle prove ufficiali. Sull circuito di Sakhir, l'abruzzese è stato il più veloce con il tempo di 1'33"431. La prima fila, che come abbiamo detto è formata per intero dalla Toyota, è stata completata dal tedesco Timo Glock, secondo a poco meno di tre decimi dall'italiano. Alle loro spalle, Sebastian Vettel (Red Bull) e Jenson Button (Brawn GP). A sorpresa, è rimasto fuori Mark Webber, che aveva ottenuto il secondo posto in Cina, penalizzato dal traffico nelle uscite. Da segnalare la stupenda scritta sulla tuta di Jarno Trulli, "Abruzzo nel cuore", mostrata al pubblico e alla stampa subito dopo aver stabilito il miglior tempo.

Ecco i tempi finali delle prove ufficiali:
1 9 Jarno Trulli ITA Toyota 1:33.431
2 10 Timo Glock GER Toyota 1:33.712
3 15 Sebastian Vettel GER Red Bull 1:34.015
4 22 Jenson Button ENG Brawn Gp 1:34.044
5 1 Lewis Hamilton ENG McLaren 1:34.196
6 23 Rubens Barrichello BRA Brawn Gp 1:34.239
7 7 Fernando Alonso SPA Renault 1:34.578
8 3 Felipe Massa BRA Ferrari 1:34.818
9 16 Nico Rosberg GER Williams 1:35.134
10 4 Kimi Räikkönen FIN Ferrari 1:35.380
11 2 Heikki Kovalainen FIN McLaren 1:33.242
12 17 Kazuki Nakajima GIA Williams 1:33.348
13 5 Robert Kubica POL BMW Sauber 1:33.487
14 6 Nick Heidfeld GER BMW Sauber 1:33.562
15 8 Nelsinho Piquet BRA Renault 1:33.941
16 20 Adrian Sutil GER Force India 1:33.722
17 12 Sébastien Buemi SVI Toro Rosso 1:33.753
18 21 Giancarlo Fisichella ITA Force India 1:33.910
19 14 Mark Webber AUS Red Bull 1:34.038
20 11 Sébastien Bourdais FRA Toro Rosso 1:34.159
Read More

Premier League: Latest News

After all the hype about Liverpool getting back into the title race it looks as if Manchester United have all but sealed the title now. Manchester United saw off Portsmouth 2-0 in midweek while Liverpool played out an unreal 4-4 draw with Arsenal.

That draw with Arsenal all but ended Liverpool’s title hopes and their odds have rocketed, so if you do still fancy betting on them to do it you’ll get a good price! The game did demonstrate one thing in particular though – the explosive talent of Andrey Arshavin. I’d seen the Russian maestro play for Zenit St Petersburg and Russia before and I always knew he was a top-talent. He has been playing well for Arsenal but up until that game questions had been asked about his fitness – he answered those and then some by popping up with four goals. It really was a classic game of football, with Liverpool pressing and Arsenal sublime on the counter-attack, both sides needed to win but unfortunately the game didn’t produce a winning goal.

For all their good work Liverpool could, and probably will, end the season without a trophy. The FA Cup final will see Everton take on Chelsea and the betting odds will be firmly in Chelsea’s favour. However, if anyone outside the ‘big four’ is capable of beating Hiddink’s Chelsea it is Everton. They have hugely impressed me this season and if boss David Moyes can keep his side together and perhaps add a bit more quality they could well gate crash the top four and qualify for the Champions League next season.

At the other end of the table Newcastle look to be in real trouble and will need to pick up maximum points in their remaining three home games. They face Portsmouth, Fulham and Middlesbrough at home but their away ties are at Liverpool and Aston Villa – where I don’t fancy their chances much. West Brom look well out of it at the bottom now, they’re nine points adrift with five games left and, despite manager Tony Mowbray’s insistence they can get out of it, I think they’re gone. Middlesbrough have picked up four points in two games but they face Arsenal and Manchester United in their next two games and I can’t see them getting anything out of those fixtures. If a team is going to get out of it someone else has to drop and that could well be Hull City. Hull have been in a shocking run of form lately and if they don’t pick up results soon they could be heading back to the Championship after just one year in the Premier League. Wolverhampton Wanderers are the first team to win promotion to the Premier League this season, they’ve stormed the Championship and are under the guidance of former Republic of Ireland boss Mick McCarthy. McCarthy is a fairly decent manager and it will be interesting to see how the Wolves do in the Premier League next season.

I’ll round off my Premier League update with some bizarre news. Bolton chairman Phil Gartside wants to submit plans to split the league into two, with a two-tier system with 18 teams in each league. It would be a dramatic overhaul of British football and the plans include Scottish sides Celtic and Rangers joining the English league. If the plans are to go ahead he would need the backing of 14 out of the 20 Premier League chairmen, so it seems fairly unlikely. I don’t like the plans myself, I quite like the system the way it is, but to be honest I doubt that he’ll get the backing he needs to pursue this weird idea.
Read More

(video) Calcio. A Firenze è sfida Champions, all'andata decise Totti


(30/11/08, highlights di Roma-Fiorentina 1-0)

I precedenti:
139 le sfide tra le due squadre: 43 vittorie per la Fiorentina, 56 pareggi e 40 affermazioni della Roma.
All’Artemio Franchi sono stati 31 i successi gigliati, 29 i pareggi e 10 le vittorie giallorosse.

Probabili formazioni:
FIORENTINA (4-2-3-1) - Frey; Comotto, Gamberini, Dainelli, Pasqual; Donadel, Montolivo; Semioli, Jovetic, Vargas; Gilardino. A disposizione: Storari , Zauri, Kroldrup, Jorgensen, Almiron, Kuzmanovic, Bonazzoli. Allenatore: Cesare Prandelli.
ROMA (4-2-3-1) - Artur; Motta, Diamutene, Panucci, Riise; De Rossi, Pizarro; Brighi, Perrotta, Baptista; Totti. A disposizione: Julio Sergio, Loria, Cassetti, Tonetto, Perrotta, Filipe, D’Alessandro. Allenatore: Luciano Spalletti
Arbitro: Luca Banti di Livorno.

Una sfida dal gustoso sapore di Champions. In attesa di capire, dalla trasferta bolognese, se la sconfitta rimediata in casa dal Genoa contro la Lazio è stato solo un piccolo fisiologico rallentamento oppure il segnale di un preoccupante calo, stasera al Franchi i giallorossi e l'undici di Prandelli si giocano tre punti fondamentali. Una vittoria lancerebbe la squadra trionfatrice nella corsa al quarto posto, occupato proprio dai rossoblu di Gasperini, e affosserebbe (in maniera quasi definitiva) la compagine sconfitta. All'andata, il 30 novembre scorso, all'Olimpico fu la Roma di Spalletti a guadagnare la posta in palio grazie a Francesco Totti, il quale con un gran destro, su assist di Taddei, piegò le mani ad un sorpreso Frey. La squadra toscana, però, giocò ad armi pari con i giallorossi, impegnando in più di una circostanza Doni. Ma, alla fine, l'acuto del capitano permise alla squadra capitolina di affacciarsi per la prima volta nella parte sinistra del tabellone, dopo il deludente avvio di torneo. Oggi, anzi stasera, è tutta un'altra storia e Totti è in dubbio. Spalletti spera che il numero dieci giallorosso sia in campo, Prandelli invece si affida all'estro di Gilardino (in mancanza dell'infortunato Mutu) e alla velocità di Jovetic e Semioli per far male alla rattoppata difesa romanista (mancheranno Mexes, squalificato, e Juan infortunato). Sarà, al di là delle assenze, un match affascinante e sicuramente ricco di emozioni. In palio tre punti Champions. Chi vincerà?
Read More

(video) Calcio. Per i veronesi la salvezza è a un passo. Pericolo Udinese


(30/11/2008. highlights di Udinese-Chievo 0-1)

Chievo (4-3-1-2): 18 Squizzi, 83 Sardo, 2 Morero, 33 Yepes, 4 Mantovani, 10 Luciano, 16 Rigoni, 7 Marcolini, 66 Pinzi, 31 Pellissier, 23 Bogdani. (1 Aldegani, 21 Frey, 97 Langella, 79 Esposito, 9 Bentivoglio, 15 Colucci, 77 Italiano). All.: Di Carlo.
Udinese (4-3-3): 22 Handanovic, 15 Isla, 2 Zapata, 19 Felipe, 24 Lukovic, 88 Inler, 21 D'Agostino, 20 Asamoah, 7 Pepe, 27 Quagliarella, 11 Sanchez. (80 Belardi, 6 Domizzi, 26 Pasquale, 5 Obodo, 18 Zimling, 83 Floro Flores, 9 Ighalo). All.: Marino.
Arbitro: Celi di Campobasso.

All'andata il Chievo violò il "Friuli" grazie ad una clamorosa autorete di Felipe (che era al debutto con i bianconeri). Fu una partita molto "maschia", molti i contrasti duri, e anche un espulso di prestigio: "Totò" Di Natale guadagnò, infatti, la via degli spogliatoi dopo aver messo le mani in faccia al clivense Moro. Oggi pomeriggio, il nazionale dell'Udinese mancherà per il grave infortunio ai legamenti del ginocchio, ma l'Udinese, guidata da Quagliarella, non sarà meno insidiosa. Ma al Chievo, tornato a respirare da qualche settimana (otto punti sulla terzultima), grazie ad un super Pellissier (autore di otto reti nelle ultime sei partite e soprattutto una fantastica tripletta alla Juve) serve un ultimo sforzo, una vittoria per chiudere definitivamente la pratica salvezza e godersi l'ennesimo miracolo di questo piccolo quartiere veronese, firmato questa volta da Domenico Di Carlo.
Read More

Moto Gp. Giappone: Qualifiche annullate per pioggia

Piove su MotegiL'acqua continua a cascare copiosa sulla pista di Motegi. Da ore e ore non smettere di piovere. Inevitabile, dunque, la cancellazione delle qualifiche ufficiali del Gran Premio del Giappone. I direttore di gara fatto sapere che l'intera giornata odierna del Montomondiale è stata annullata per la pioggia abbondante che ha reso scivoloso, e pericoloso per i piloti, il circuito nipponico.

Qualifiche annullate. In sostanza, la griglia di partenza del Gran Premio del Sol Levante sarà determinata attraverso una combinazione dei tempi delle libere, di ieri, e quelli di questa mattina con la pista inzuppata. Rossi sarà quindi in pole position nella classe regina, Simoncelli, con la sua Gilera farà da battistrada, invece, nella 250cc e l'Aprilia di Andrea Iannone farà da battistrada nella 125cc.
Read More

Elenco blog personale