Menu Orizzontale

(video gol) Confederation Cup: Italia-Egitto 0-1. L'unico Homos è egiziano. Storico trionfo per i Faraoni, azzurri ko e a rischio eliminazione


(Italia-Egitto 0-1. Homos)

ITALIA: Buffon, Zambrotta, Cannavaro, Chiellini, Grosso, Gattuso (57' Montolivo), De Rossi, Pirlo, Rossi (57' Toni), Iaquinta, Quagliarella (63' Pepe). In panchina: Amelia, Santon, Dossena, Legrottaglie, Gamberini, Palombo, Montolivo, Pepe, Camoranesi, Gilardino, Toni, De Sanctis. Ct.: Lippi.
EGITTO: El Hadar, Fathi (75' Hassan), A.Said, H.Said, Gomaa, Moawad (68' Farag), Shawki, Abd Rabbou, Homos, Aboutrika, Zidan (55' Eid). In panchina: Sobhi, Fathalla, Khairy, Farag, Abdelgani, Eid, Hassan, Tawfik, Abougrisha, Raouf, Wahid. Ct.: Shehata.
ARBITRO: Hansson (Svezia)
MARCATORE: 40'pt Homos (E).

Una brutta Italia, confusionaria e pasticciona (soprattutto nella prima parte di gara), cede di misura, clamorosamente, all'Egitto che, dopo la sconfitta con il Brasile, coglie una vittoria storica contro i nostri calciatori e rientra in piena corsa per l'accesso alle semifinali. Semifinali, invece, tremendamente a rischio per gli azzurri, costretti ora a vincere contro il Brasile, poichè i Faraoni, galvanizzati dallo storico successo sui campioni del mondo, se la vedranno con gli Usa già "in vacanza". Possiamo continuare a negarlo, ma è la dura legge dell'età: molti giocatori (vedi Cannavaro, Zambrotta, Pirlo, Toni) sono ampiamente in debito d'ossigeno, dopo un campionato lungo e faticoso. Seconda cosa, giocatori di qualità sono rimasti a casa (vedi Cassano), inoltre, in generale, manca la lucidità, manca la precisione, manca il fraseggio, mancano tante cose a quest'Italia che paga anche, nel match appena concluso, la disastrosa prestazione difensiva di Chiellini, in imbarazzo di fronte a Zidan e compagni. Sono pronte due statue in Egitto, una per Homos, autore del gol vittoria, di testa, e una per El Hadar, il portiere egiziano, autore di ottimi interventi nella ripresa su Iaquinta e Montolivo, sfortunati ma anche impre offensive. Ora, ci vuole un pò di riflessione, caro Lippi, e provare a cambiare qualche idea o non basta la sconfitta con l'Egitto?...con tutto il rispetto per i campioni africani.
Read More

(video gol) Confederation Cup: Brasile-Usa 3-0. Show della Seleçao, out gli Usa.


(Brasile-Usa 1-0. Felipe Melo)


(2-0. Robinho)


(3-0. Maicon)

BRASILE: Júlio César; Maicon, Miranda,, Lúcio (25'st Luisao), Kléber, Gilberto Silva, Felipe Melo, Elano, Kaká (20'st Julio Baptista), Robinho, Luís Fabiano (20'st Nilmar). In panchina: Gomes, Juan, Victor, Daniel Alves, Kleberson, Josuè. All.: Dunga.
USA: Howard, Spector, DeMerit, Onyewu, Bornstein, Dempsey, M. Bradley, Kljestan, Beasley (1'st Casey), Donovan, Altidore (15'st Filhaber). In panchina: Guzan, Boccanegra, Wynne, Pearce, Califf, Adu, Clark, Torres, Davies, Robles. All.: Bradley.
ARBITRO: Busacca (Svi).
MARCATORI: 7' Felipe Melo; 20' Robinho; 62' Maicon (B).
ESPULSO: 12'st Kljestan (U) per gioco falloso.

Dopo venti minuti di gara, incontro già chiuso, a Pretoria, tra Brasile e Usa e qualificazione assicurata, alle semifinali della Confederation Cup, per i ragazzi di Dunga. Finisce tre a zero per i brasiliani, gli Usa sono fuori dalla competizione, dopo aver perso anche con l'Italia. La nazionale verdeoro strapazza, soprattutto nel primo tempo, la squadra di Bob Bradley, con le accelerazioni di Kakà (un pò impreciso nelle conclusioni), le fughe e i cross di Maicon, e la praticità in attacco di Robinho. In ombra, invece, il "fabuloso" Luis Fabiano. Proprio da un cross del terzino interista, al 6', nasce il vantaggio dei sudamericani. Felipe Melo prende il tempo al proprio marcatore e di testa, da pochi passi, non lascia scampo al portiere americano. Aql 20', invece, L'erroraccio di Beasley, che controlla male in area del Brasile, sugli sviluppi di un corner a favore degli statunitensi, permette ai verdeoro di partire in contropiede, tre passaggi ed è rete. Straordinaria ripartenza dei brasiliani: Kakà serve nello spazio il numero sei Ramirez che fugge via, entra in area, e, con grande altruismo, serve l'accorrente Robinho, il quale batte Howard da pochi passi. Letale. Nella ripresa, primi minuti a favore degli statunitensi che provano a reagire e a riaprire il match, ma è solo un fuoco di paglia che si esaurisce subito, strozzato dalle ripartenze dei più titolati avversari. Dapprima Kakà fallisce di poco il tris, bravo Howard nella circostanza, poi è Maicon, dopo uno scambio corto in velocità con Ramirez, a far secco l'estremo difensore americano, con gli Usa ridotti in dieci dal 12' per l'espulsione di Kljestan.
Grandissima gara quella disputata dal nerazzurro, padrone della fascia destra. Gli americani colpiscono due legni ma non danno mai l'impressione di crederci davvero e chiudono, qui, la loro avventura sudafricana. Brasile primo (con differenza reti + 4), all'Italia la risposta stasera, contro i Faraoni. In attesa della spettacolare sfida di domenica sera.
Read More

Calcio, Italia: Rossi-Iaquinta-Quagliarella per battere i Faraoni d'Egitto

Lippi medita qualche cambioOggi è in programma la seconda giornata del gruppo B. Nel pomeriggio, spazio al Brasile che, dopo aver vinto a fatica (4 a 3 con rigore contestato al 91') contro l'Egitto di Zidan, si troverà ad affrontare gli Usa, sconfitti sempre a fatica dai nostri azzurri, grazie ad un grandissimo Giuseppe Rossi. Stasera, invece, sarà l'Italia a scendere in campo contro i talentuosi campioni d'Africa e Lippi medita cambiamenti, rispetto alla gara disputata contro gli statunitensi.

Il fatto che si giochi ogni due giorni, costringe infatti il selezionatore azzurro a dosare le energie dei giocatori anche se lo stesso mister ha ammesso nella giornata di ieri: "Non terrò conto della partita con il Brasile, perchè se perdiamo domani (oggi, ndr) poi la sfida con la Seleçao diventa drammatica". Cambiamenti, comunque, sono previsti in attacco dove in allenamento Lippi ha provato un nuovo tridente, formato da Rossi, Iaquinta e Quagliarella. Il mister di Viareggio ha schierato una formazione con il reparto difensivo formato da Zambrotta (e non Santon), Cannavaro, Chiellini e Grosso. A centrocampo Gattuso, De Rossi e Pirlo, in avanti, appunto, il tridente con Rossi a destra, Iaquinta centrale e Quagliarella a sinistra. Questa dovrebbe essere la formazione iniziale, chiamata a scendere in campo contro gli egiziani questa sera. Nel pomeriggio, intanto, riunione tecnica, poi spostamento a Johannesburg (che sarà la sede della finale, il 28 giugno prossimo) per la gara.
Read More

Calcio, il Manchester United punta forte su Vucinic

Vucinic nel mirino del ManchesterMirko Vucinic è il nuovo obiettivo del Manchester United, che deve rimpiazzare la "pesante" cessione di Cristiano Ronaldo al Real Madrid. Secondo il "Daily Mail", è dunque il montenegrino, in forza alla Roma di Spalletti, l'attaccante prescelto da Sir Alex Ferguson per rimpiazzare il portoghese ma anche la probabile cessione dell'argentino Tevez, ormai con la testa altrove.

25 anni, colpi da fuoriclasse, anche se non sempre un carattere alla pari della sua bravura con la palla tra i piedi, Vucinic appare come una soluzione adeguata, anche perche' costerebbe 'solo' 18 milioni di euro (già un anno fa gli inglesi provarono a convincere la Roma). Anche dall'entourage del calciatore arrivano conferme: "Mirko piace molto al Manchester united che lo segue da tempo, attualmente non c'è una trattativa ma soltanto un interesse concreto. Detto questo credo che una vera trattativa ci sarà nei prossimi giorni e credo che abbia buonissime possibilità di andare in porto". Si allontana invece l'ipotesi Villa, che preferisce restare in Spagna.
Read More

(video gol) Confederation Cup: Sudafrica-Nuova Zelanda 2-0. Parker elimina gli All Blacks. Ora basta un punto con la Spagna


(Sudafrica-N. Zelanda 2-0)

I Bafana-Bafana, padroni di casa in questa Confederation Cup, riscattano il deludente esordio (uno scialbo zero a zero nella gara inaugurale disputata contro l'Iraq) e liquidano con un secco due a zero la Nuova Zelanda che dice mestamente addio alla manifestazione. Due sconfitte, zero gol fatti e sette subiti per i campioni d'Oceania, davvero una partecipazione da dimenticare. Decisivo nel match, ai fini della vittoria dei ragazzi di Santana, l'attaccante Bernard Parker, talentuoso centravanti della Stella Rossa di Belgrado, autore di una doppietta al 21' del primo tempo ed al 7' della ripresa. Ora, per il Sudafrica sara' decisiva, per l'ingresso nelle semifinali, l'ultima giornata contro una Spagna già qualificata dopo la vittoria di misura sull'Iraq di Bora Milutinovic. Basta un pareggio per passare (in caso di vittoria finirebbero addirittura primi nel girone) mentre in caso di sconfitta conterà il risultato di Iraq-Nuova Zelanda con gli asiatici che potrebbero sopravanzare proprio i ragazzi di casa per la differenza reti.
Read More

(video gol) Confederation Cup: Spagna-Iraq 1-0. Villa stende i leoni di Mesopotamia. Furie Rosse in semifinale


(Spagna-Iraq 1-0)

A Bloemfontein, le Furie Rosse di Del Bosque superano, di misura, l'ultradifensivista Iraq di Milutinovic e restano a punteggio pieno (sei reti fatte e zero subite) dopo il pokerissimo rifilato alla Nuova Zelanda. Ai campioni d'Europa basta, dunque, il gol di David Villa, siglato al 10' del secondo tempo di una gara difficile per gli iberici, ma solamente per la difficoltà nel penetrare le blindatissime linee nemiche. Il colpo di testa del fuoriclasse del Valencia fa secco, però, il portiere iracheno e manda al tappetto la nazionale dell'eterno Bora. La Spagna sale a quota 6 punti e si qualifica con un turno di anticipo per le semifinali. L'Iraq resta fermo a un punto, mentre gli spagnoli guidano il girone A con sei.
Read More

Elenco blog personale