Menu Orizzontale

Calcio, Berlusconi avverte Leonardo: "Il Milan deve divertire ed essere padrone del gioco"

Il diktat di Berlusconi a LeonardoIn visita a Milanello, e reduce dai frenetici impegni politici, dovuti al G8 organizzato in Abruzzo a l'Aquila, Silvio Berlusconi si (ri)tuffa nel calcio e nella stagione che sta per partire. C'è voglia di tornare a vincere nel clan milanista. Da Presidente e primo tifoso rossonero, arrivano i primi consigli, o meglio "comandi" per il giovane tecnico brasiliano Leonardo, proprio per evitare il flop della scorsa annata: "Il Milan deve innestare 'un'altra marcia rispetto al passato".

Ma, prima di andare a Varese, per la prima amichevole della stagione, il Premier ha aggiunto:"Occorre andare in campo e divertire, essere padroni del campo e del gioco, anche con qualche ragionevole tattica che lo scorso anno non è stata applicata. Dal punto di vista tecnico, il Milan ha giocatori che le altre squadre non hanno". Insomma, per Leonardo non sarà facile accontentare un Presidente così "manageriale"....l'esperienza di Ancelotti docet...
Read More

Calcio, Inter: Milito inizia col botto. Primo allenamento ed è già magia


(Milito meraviglia già ed è solo allenamento)

Miglior inizio non poteva esserci, per il "Principe" Diego Milito. La sua avventura con l'Inter, anche se si tratta solamente di un allenamento, parte col piede giusto. Infatti, dopo aver svolto con i compagni esercizi tecnico-tattici, nella prima partitella, l'attaccante argentino ha fatto rimanere tutti a bocca aperta realizzando la prima magia: un pallonetto pazzesco che ha fatto già impazzire i tifosi nerazzurri. Il video del gol messo a segno dal bomber sudamericano impazza su Facebook e Youtube, ma è sprattutto Diego a far sognare i tanti sostenitori accorsi al campo per poter osservare da vicino le prodezze del centravanti. Con un Milito così, soprattutto in coppia con Ibra, si sogna già...
Read More

Calcio, Kakà si confessa a Marca: "Valgo i 67 milioni che ha speso il Real"

Kakà con la maglia del RealPer una volta immodesto. Questa volta, il calciatore brasiliano Kakà, sveste gli umili panni che ha sempre dimostrato di avere, nella sua avventura italiana con la maglia rossonera, e afferma con grande energia: "Se il Real ha pagato per avermi 67 milioni di euro, vuol dire che valgo questa cifra e l'ho dimostrato''.

Queste le parole strappate dal quotidiano spagnolo Marca al neoacquisto delle merengues. Ma Kakà non si ferma qui, anzi ci prende gusto e aggiunge: "Pratichiamo uno sport in cui girano tantissimi soldi, quindi puo' succedere che valga la pena di fare un investimento del genere''. Queste le parole di un "nuovo" Kakà il quale, dopo aver perorato la sua, di causa, trova anche qualche parola per giustificare i 94 milioni (cifra record) sborsati, sempre dal Real, per portare a Madrid il Pallone d'Oro, Cristiano Ronaldo: ''Ha mostrato di essere il numero uno''.
Read More

Calcio, Donadoni crede nel progetto Napoli: "Sarà vincente". E si gode un ritrovato Lavezzi

Donadoni ritrova Lavezzi e crede nel NapoliAnche il Napoli ha iniziato a correre e a prepararsi per la nuova annata. Le delusioni del torneo appena finito lasciano spazio alla voglia di riscatto. Nella bassa Austria, a circa 60 km da Vienna, dove ha scelto di "alloggiare", il gruppo allenato da Donadoni lavora, in silenzio, pregustando già la stagione del rilancio.

Gli azzurri, scatenati sul mercato (ben cinque i colpi messi a segno dalla dirigenza partenopea), ora si preparano per "scatenare l'inferno" sul campo e Donadoni lancia proclami: "Non mi piace mai dichiarare obiettivi ma questa squadra può davvero far bene", sintetizza il tecnico dei campani, che si mostra davvero ottimista sul prossimo campionato del Napoli. "Non mi voglio neppure nascondere. So che c'è la concreta possibilità di ottenere buoni risultati e guardiamo all'inizio del campionato con grande convinzione. Sicuramente ci sarà tanto da lavorare e per questo abbiamo scelto un centro sportivo qui in Austria di ottimo spessore e siamo fiduciosi sulla preparazione che andremo ad affrontare". Il Napoli si prepara, così come il "Pocho" Lavezzi. Giunto in ritiro, il fuoriclasse argentino si è mostrato smanioso di aiutare questo Napoli a togliersi grandi soddisfazioni. Insomma, Le polemiche del passato sembrano svanite di colpo e anche il tecnico lombardo preferisce dimenticare: "L'ho visto sereno e tranquillo. Il Pocho credo sia anche molto motivato. Ma questo non vale solo per lui, bensì è un discorso da estendere a tutti. Non voglio una squadra che si appoggi su uno o due giocatori ma sull'intero gruppo. Noi abbiamo bisogno di tutti e non possiamo fare a meno di nessuno. I tifosi? So che ci aspettano con grande entusiasmo. Dico che De Laurentiis e Marino stanno costruendo un organico importante e che noi dal canto nostro ce la metteremo tutta per regalare ai napoletani le soddisfazioni che meritano per la passione e l'affetto che profondono sempre nei nostri confronti". Un Donadoni carico, e un Napoli costruito alla grande da De Laurentiis e il Dg Marino, sarà la sorpresa dell'anno?
Read More

Elenco blog personale