Menu Orizzontale

(video) Calcio, Un Bernabeu strapieno abbraccia Cristiano Ronaldo. Il portoghese gioisce: "Ho realizzato il mio sogno da bambino"


(La presentazione ufficiale di Cristiano Ronaldo)

Quella di ieri sera è stata un'altra serata magica per la Spagna e la città di Madrid. Dopo aver abbracciato l'ex rossonero Kakà, il mitico Santiago Bernabeu e oltre 80 mila persone hanno accolto l'altro grande acquisto della nuova gestione Perez: il Pallone d'Oro, Cristiano Ronaldo. La nuova star portoghese del Real Madrid, visibilmente emozionata, ha espresso parole importanti per la sua nuova squadra: "Ho realizzato il mio sogno da bambino, che era di giocare nel Real''.

Avrebbe preferito il sette, il numero dell'ala che vola sulla fascia come spesso lui riesce a fare con estrema semplicità quando parte con le sue accelerazioni devastanti, ma una volta uscito dagli spogliatoi con la maglia numero 9 ("va bene anche il 9, visto che non sono i numeri ma io a giocare") Ronaldo, tutto vestito di bianco, con sulla schiena il suo nuovo numero (e solo "Ronaldo" senza la C. che lo aveva contraddistinto in passato), ha pensato solamente a godersi quegli attimi che gli rimarranno per sempre dentro, emozionanti, fantastici, e il primo pensiero è andato ai suoi cari: "ho pensato alla mia famiglia -ha detto il fuoriclasse lusitano- adesso voglio iniziare al più presto perchè voglio far vedere cosa so fare". Dopo aver affermato senza mezzi termini che "questo Real può vincere la Champions League", il portoghese non ha abbandonato la sua proverbiale spavalderia quando si è parlato del costo del suo cartellino: "Sono il giocatore più caro della storia del calcio? Sono fiero di esserlo -ha risposto- credo che il Real abbai fatto bene ad acquistarmi e lo dimostrerò". Parliamo dell'acquisto più costoso di sempre, ben 94 milioni di euro versati dal Real nelle casse del Manchester United. Un investimento importante, quello di Florentino Perez che, come sempre, non ha badato a spese per poter rilanciare il suo club dopo qualche anno di anonimato. Presentate le stelle, inizia ora il lavoro vero: trasformare in una squadra vincente un gruppo di grandi giocatori, evitando il rischio di conflitti fra prime donne. L'allenatore cileno Manuel Pellegrini si è messo subito al lavoro per poter realizzare tale compito e non sarà sicuramente facile. Giovedì è prevista la presentazione de franco-algerino Karim Benzema, altro ennesimo fuoriclasse, appena 21enne, comprato dal Lione. Poi inizierà la preparazione, anche se sono attesi ancora due o tre acquisti di lusso. Più Xabi Alonso dal Liverpool che Frank Ribery dal Bayern. Ma, insomma, la festa Real non è assolutamente finita qui.
Read More

Calcio, Cruz conteso da Napoli e Fiorentina. Ma nelle ultime ore spunta la Roma

Cruz, spunta la RomaSembrava una lotta a due. Napoli e Fiorentina sono mesi che si stanno dando battaglia per poter mettere le mani su Julio Cruz, forte ed esperto attaccante argentino dell'Inter, ormai con tutti e due i piedi in partenza per altri lidi. Ma nelle ultime ore, è spuntato l'interessamento da parte della Roma che vuole regalare "El Jardinero" (questo il suo soprannome) a Luciano Spalletti.

E' lo stesso agente del bomber argentino, Jorge Cyterszpiller ad affermare l'inserimento della squadra romanista per il puntero argentino che ancora non ha messo la firma su alcun contratto: "Il giocatore sta vagliando le proposte, le sue decisioni potrebbero arrivare tra una settimana o tra un mese", ha spiegato dai microfoni di Radio Kiss Kiss, Cyterszpiller, aggiungendo che Cruz non è solamente nel mirino delle squadre citate ma ci sono club interessati alle sue prestazioni anche in Francia e in Spagna (Atletico Madrid, ndr).
Read More

Calcio, Colombia: Javier Florez si consegna alla polizia. Insultato, avrebbe ucciso un tifoso 17enne

Javier Florez si è costituitoIl calciatore colombiano Javier Florez, insultato, mentre era al ristorante, avrebbe reagito, preso da un raptus di follia, tirando fuori la pistola e sparando vari colpi, rivelatisi letali per il giovane tifoso 17enne che, insieme ad altri amici, aveva "sfottuto" il giocatore colombiano (accusandolo di essere un vigliacco, di essere uno dei principali responsabili della sconfitta nella doppia sfida scudetto). Questa, in sintesi la dinamica della tragedia consumatasi nei giorni scorsi in Colombia.

Oggi Javier Florez, il calciatore dell'Atletico Junior, ricercato dalla polizia con l'accusa di omicidio volontario. Il calciatore, 27 anni, di Barranquilla, ha perso la doppia finale scudetto del campionato contro l'Once Caldas. La sera stessa, la cena nel ristorante e il fattaccio. Oggi, la fine dei giochi per il giocatore che si è dunque costituito dopo ore di ricerca affannosa da parte delle forze dell'ordine. Un colpo di testa, un raptus di follia che ora costerà molto caro al giocatore. La vicenda è stato documentata nei minimi particolari dall'El Espectador', quotidiano colombiano.
Read More

Calcio, dopo Baptista, è Mexes a suonare la carica: "Rimasto per riscattarmi"

Mexes pronto per una stagione di verticeDopo una stagione così difficile (soprattutto a causa dei molteplici infortuni), e deludente (basti pensare che quest'anno sarà l'Europa "secondaria" e non la Champions, la sfida continentale dei romanisti) dove in tanti hanno giocato al di sotto delle loro possibilità, è normale, naturale, che emerga la voglia di riscatto. Qualche giorno fà era stato il brasiliano Baptista ad augurarsi e ad augurare alla Roma una stagione profondamente diversa e più soddisfacente di quella appena trascorsa. Oggi, è la volta di "Rugantino". Il difensore francese Philippe Mexes è carico in vista della nuova stagione: "Dobbiamo dimostrare di essere la Roma e trovare il nostro livello".

Risuonano dal ritiro di Brunico le parole di chi ha voglia davvero di tornare ad entusiasmare un popolo, quello giallorosso, che è stanco di tante (troppe) parole. Ora servono i fatti, i giallorossi non possono permettersi un altro flop. Tutto sono chiamati a fare meglio, lui in primis, deciso più che mai a vestire questa maglia: "Fare peggio dello scorso anno sarà difficile, dobbiamo migliorare. Stiamo bene, ci siamo ritrovati ed abbiamo voglia di dimostrare che lo scorso anno abbiamo sbagliato tante cose e ora dobbiamo dimostrare di essere la Roma e trovare il nostro livello. Fa piacere che una squadra si interessa a me, ma io sto qui e sto bene qui. Ho fatto la peggiore stagione in 5 anni, andare via così non ce la faccio. Il riscatto vale per me e per la squadra. Io sto qui e voglio dimostrare tante cose, quello che non ho fatto l'anno scorso'. Propositi "bellicosi" e di riscatto per uno dei più forti difensori in circolazione, ma la Roma lotterà per il titolo?. Anche su questo discorso, Mexes ha le idee chiare: "Lo scudetto? Dobbiamo cercare di ritrovare il nostro livello. Non dobbiamo subire i gol che abbiamo subito lo scorso anno, sennò non andiamo lontano. Faremo di tutto perché abbiamo questa voglia di riscatto, poi dire che possiamo lottare per lo scudetto è lunga. Dobbiamo pensare di fare bene, a riprenderci come due anni fa e poi vedremo. Dobbiamo giocare partita dopo partita e vedere come andrà". Insomma, Totti si allena e ha voglia di stupire ancora, Mexes e Baptista cercano il riscatto, incorciando le dita potrebbe essere davvero l'anno della Lupa...
Read More

Ancelotti si presenta ai Blues. E Abramovich gli regala il "soldato" della fascia sinistra. Dal Cska arriva Zhirkov

Zhirkov al ChelseaIl primo colpo dei Blues è un giocatore di grande talento, mancino puro, molto duttile. Si chiama Yuri Zhirkov. L'esterno mancino del Cska Mosca è volato a Londra per effettuare le visite mediche di rito e per firmare il nuovo contratto che lo legherà al Chelsea per i prossimi quattro anni.

L'ufficializzazione del russo arriva durante la conferenza stampa di Carlo Ancelotti. L'ex tecnico rossonero, ora sulla panchina della formazione londinese riceve il primo "regalo" dal presidente Abramovich. 80mila sterline settimanali, circa 5 milioni di euro all'anno: questo è quanto guadagnerà il jolly che Carletto potrà provare sia basso che offensivo nel suo undici titolare. Tanta soddisfazione nelle parole del 26enne nazionale russo, nativo di Tambor: "Ho sempre sognato di giocare in un top club, non potevo lasciarmi sfuggire questa opportunità" - ha detto il centrocampista. Zhirkov è il primo vero acquisto dei Blues. Ce ne saranno altri, potete scommetterci...
Read More

Calcio, Il Diavolo riparte senza Kakà e Maldini ma Berlusconi tuona: "Il Milan parte per vincere tutto"

Un Silvio Berlusconi, in versione presidente rossonero, davvero carico e motivato. Finita un'annata difficile, conclusa comunque con un posto nell'Europa che conta, si riparte. con rinnovata fiducia. E il nuovo corso del club di Via Turati, con in panchina il giovane tecnico Leonardo, prende avvio, come sempre, per vincere: "Il Milan, come sempre, parte per vincere tutto".

Sono questi i messaggi di ottimismo che il numero uno rossonero lancia ai tifosi rossoneri nel giorno del raduno della squadra. Non ci sono piu' Kaka' e Maldini. L'uno ha preso la strada per Madrid ed ha abbracciato il progetto di rilancio del Real inaugurato da Florentino Perez, al ritorno sul trono delle merengues. L'altro, grande capitano e bandiera del club milanista, ha dato l'addio al calcio e alla maglia rossonera dopo oltre 900 gare ufficiali. Ancelotti se ne è andato in Inghilterra, affascinato e convinto da "Paperone" Abramovich e dalla sfida (vincere la Champions) con i Blues e, in panchina, sta dunque per partire il corso con il giovane Leonardo. Ma, assicura Berlusconi, non sara' un Milan rinunciatario: "Nessuno, nemmeno l'Inter, ha un organico migliore", dichiara il n.1 rossonero annunciando che non ci saranno spese folli ma acquisti mirati. Un Berlusconi davvero in forma...
Read More

Elenco blog personale