Menu Orizzontale

Calcio, Serie A: Ranieri carica la Roma e prepara il turnover. Giallorossi di scena al Barbera

Ranieri vuole continuitàLa bella vittoria, ottenuta domenica sera, nel posticipo di Serie A, contro la Fiorentina, ha restituito fiducia, ai giocatori nei propri mezzi, e anche serenità all'ambiente, dopo la débacle europea di Basilea. Un tre a uno senza storie, contro una delle big oramai della Serie A di Calcio, al termine di un match dominato dall'inizio alla fine.

Importante la prestazione, fatta di grinta, determinazione e giocate spettacolari ma soprattuto concrete, come voleva Claudio Ranieri. Direttore d'orchestra uno splendido Francesco Totti (due gol e un assist), seguito da un altro eccellente gladiatore romano, Daniele De Rossi autore del terzo gol. Insomma, il riscatto c'è stato ma ora bisogna proseguire su questa strada e cercare la terza vittoria consecutiva (in Serie A) in quel di Palermo. Ranieri tiene alta la guardia: niente cali di tensione dopo la bella vittoria e i tre gol siglati contro la Fiorentina: "Ho negli occhi ancora la partita con i viola - ha detto il tecnico - Il Palermo ci renderà la vita difficile, ma voglio una squadra pronta e reattiva come domenica scorsa. Io sono un martello, voglio sempre di più. Chi riesce a seguirmi sta con me, altrimenti no". Insomma, l'ex mister bianconero predica attenzione, alla vigilia della delicata sfida del Barbera, contro un Palermo desideroso di riscatto dopo la sconfitta subita, la scorsa settimana in Serie A, al Tardini contro il Parma. Ma Ranieri torna ancora a commentare il successo in Serie A di qualche giorno fa: "Io voglio che i ragazzi diano sempre tutto - ha proseguito - Lo stimolo deve essere continuo, ci vuole convincimento e allenamento mentale. La Roma del primo tempo è molto vicina a quella che chiedo io". Poi, però, passando alla formazione che scenderà in campo nella quinta giornata della Serie A di Calcio, c'è aria di turnover. Al Barbera Vucinic e Juan potrebbero rifiatare e cedere il posto ai compagni impiegati di meno. "Per loro giocare ogni tre giorni in Serie A non è certo un toccasana, ogni tanto devono fermarsi - ha detto il mister - Hanno bisogno di allenamento, devono mettere chilometri nel motore". In difesa quindi Mexes potrebbe tornare titolare dopo la serata da panchinaro (ultimi quindici minuti e si è fatto scappare Gilardino che ha segnato il gol dei toscani). "Valuterò fino alla sera prima della gara. Philippe deve tornare un punto fermo sia della Roma che della nazionale francese. Lui lo sa e prima torna prima sono contento". Ranieri è carico...la Roma pure. Le premesse per ritornare protagonisti in Serie A ci sono tutte...
Read More

Calcio, Serie A: Eto'o batte cassa. Chiesti 3 milioni al Barça

Eto'o contro il Barcellona

Eto'o scatenato e, in questo caso, non parliamo di calcio giocato e di Serie A. Il camerunense mette da parte i sentimenti, da sempre avuti nei confronti del club blaugrana amato per cinque lunghi anni (2004-2009, 108 i gol realizzati), e muove guerra al Barcellona di Laporta per essere stato "scaricato" senza troppi patemi d'animo. Il bomber nerazzurro, arrivato nella Serie A di Calcio nell'ambito del maxi scambio tra il club catalano e quello milanese, che ha portato in Italia l'africano e nella Liga il fuoriclasse svedese, Zlatan Ibrahimovic, avrebbe chiesto al club blaugrana un rimborso di tre milioni di euro, in sostanza il 15% sul costo del suo trasferimento (valutato in circa 20 milioni).

Riappare, dunque, con tutte le sue conseguenze, il discorso relativo alla famosa buonuscita (ritenuta fondamentale, almeno all'inizio della trattativa, per il suo passaggio in nerazzurro e nel campionato di Serie A). L'attaccante, tra i migliori in quest'inizio di avventura nella Serie A di Calcio non ottenne mai quei soldi, promessi dal presidente dei blaugrana, ma alla fine si "accontentò" del lauto ingaggio offerto da Moratti e appose la sua firma sul contratto. Ma, è evidente, che la querelle è proseguita, latente ed è esplosa oggi quando è apparsa chiara la volontà del centravanti di denunciare il team spagnolo. E' una brutta storia che, secondo noi, non si risolverà in una bolla di sapone, anche se secondo le normative dell'AFE (Federazione calcio spagnola) la famosa buonuscita del 15% sarebbe applicabile sono nel caso di trasferimenti tra club iberici. Rimaniamo, perciò, in attesa dei prossimi sviluppi.
Read More

Elenco blog personale