Menu Orizzontale

Calcio, squadre: Dalla Russia un'indiscrezione clamorosa: Spalletti allo Zenit, affare fatto?

Una clamorosa indiscrezione arriva dalla stampa russa. Una notizia che, se confermata, potrebbe creare un vero e proprio terremoto nell'ambiente giallorosso, già minato da una situazione economica non florida. Luciano Spalletti avrebbe accettato di allenare lo Zenit San Pietroburgo, con un triennale da 4 mln di euro l'anno piu' bonus legati ai premi, lasciando dunque la Serie A di Calcio.

Ora che la Roma sembra aver ritrovato una certa armonia e aver intrapreso il cammino giusto per tornare a lottare per i vertici del campionato, arriva questa notizia a far sobbalzare dai divani di tutt'Italia i tifosi della squadra capitolina. A rendere nota la cosa è il tabloid russo Tvoi Dien, il quale comunque cita fonti non meglio precisate. Secondo il giornale, l'attuale tecnico della Roma potrebbe firmare gia' la prossima settimana, abbandonando dunque il progetto romanista e la Serie A di Calcio. Tra gli allenatori contattati dal club russo Zenit anche l'ex tecnico dell'Inter, Roberto Mancini, che pero' ha rifiutato di guidare la squadra a campionato in corso. Rimaniamo in attesa, ma sicuramente nelle prossime ore si saprà se si tratta di una bomba di mercato o di semplice gossip.
Read More

Calcio, Serie A: Trofeo Tim di scena a Pescara. In campo Milan, Inter e Juve

Trofeo TimStasera, allo stadio Adriatico di Pescara sarà grande calcio. Infatti, Inter, Juve e Milan scenderanno in campo per la nona edizione del Trofeo Tim (la prima, nel 2001, andò al Milan che si è aggiudicato anche l'ultima manifestazione). Nonostante i tanti assenti (i giocatori appena rientrati dalle rispettive nazionali), e le frasi di facciata dei tre mister, sarà un appuntamento come al solito di grande prestigio e nessuna delle tre big della Serie A di Calcio ha voglia sicuramente di sfigurare e, soprattutto, di uscire sconfitta dal campo.

Per quanto riguarda l'organizzazione dell'evento, cambia la sede ma non il regolamento. Si svolgeranno tre incontri da 45 minuti, con eventuali rigori nel caso in cui si finisca il minitempo in parità. Ottiene la vittoria finale la squadra che raccoglie più punti al termine delle sfide (3 per la vittoria, due per il successo ai rigori, 1 per la sconfitta dal dischetto e 0 per la sconfitta nei tempi regolamentari). Ma andiamo a sondare il terreno e l'umore dei vari allenatori, a poche ore dal torneo. Iniziamo dai Campioni d'Italia dell'Inter, dominatori delle ultime stagioni nella Serie A di Calcio, e dal loro condottiero, il portoghese Josè Mourinho. Il coach nerazzurro schiererà alcuni giovani e diversi elementi della rosa che finora hanno giocato di meno, come ha confermato José Mourinho. "Le tante gare che ci sono state con le nazionali in questi giorni non mi permettono di lavorare con la squadra al completo e di avere a disposizione tutti per Pescara - ha detto Mou- . Sarà l'occasione per dare spazio a qualche giovane, per verificarlo in confronti con avversari importanti, e a quelli che hanno giocato meno o che non hanno disputato la gara di Supercoppa contro la Lazio come, ad esempio, Materazzi, Samuel, Vieira, Mancini o Quaresma''.

I convocati dell'Inter: Toldo, Julio Cesar, Orlandoni; Materazzi, Rivas, Samuel, Chivu, Santon, Caldirola; Stankovic, Quaresma, Thiago Motta, Vieira, Krhin, Cambiasso, Obi, Mancini, Crisetig; Milito, Balotelli, Alibec, Destro.

Se Mourinho è propenso a far giocare tutti, Ferrara invece sprona la sua Juventus a non fare sconti a nessuna, e vuole portare a casa il trofeo (sarebbe la prima volta, ndr): "Non l'abbiamo mai vinto questo torneo - ha ammesos il mister bianconero - ma c'è sempre una prima volta. Noi ci proveremo, anche perché con Milan e Inter non ci sono mai amichevoli, tutti vogliono fare bella figura". Sicuramente, gli impegni dei giocatori bianconeri con le varie nazionali costringeranno l'allenatore a delle varianti di formazione ma l'undici che scenderà in campo sarà comunque ugualmente competitivo: "Saranno due Juventus diverse perché voglio che giochino tutti, ma ovviamente dovrò tenere in considerazione le condizioni dei giocatori rientrati dalle Nazionali".

I convocati della Juventus: Buffon, Chimenti, Manninger; Ariaudo, Caceres, Cannavaro, Chiellini, De Ceglie, Grygera, Legrottaglie, Molinaro, Alcibiade, De Paola; Felipe Melo, Poulsen, Salihamidzic, Tiago, Marrone; Amauri, Iaquinta, Immobile, Yago, Giuseppe Giovinco.

Chiudiamo, infine, con Leonardo, giovane tecnico brasiliano di questo Milan alla ricerca della propria identità. Tra i convocati per il trofeo Tim i due nuovi acquisti: l'olandese Huntelaar, arrivato in questi giorni dal Real e il portiere Roma, di ritorno in Italia dopo l'esperienza con il Monaco. Dunque, in casa del club di Via Turati c'è curiosità per scoprire colui che dovrà risolvere molti dei problemi offensivi che attanagliano i rossoneri in questa preparazione estiva. Fermi Seedorf e Thiago Silva, mentre un turno di riposo verrà concesso agli azzurri Pirlo e Zambrotta: "Huntelaar e Roma hanno dimostrato una buona personalità, si sono inseriti subito bene e sono entrambi disponibili per domani - ha dichiarato il tecnico a Milan Channel- Huntelaar ultimamente non si e' allenato con continuita', ha bisogno di prepararsi viene con noi poi decideremo come utilizzarlo". Nel "Trofeo Tim" il Milan cerca una vittoria che nel precampionato manca da troppo tempo. "In tutte queste amichevoli pre campionato l'importante era capire cio' che abbiamo a disposizione, certo i risultati sono sempre importanti per questo domani cercheremo di fare del nostro meglio - avverte Leonardo - E' un appuntamento sempre sentito e importante e poi ovvio, vincere aiuta sempre. Il mio chiodo fisso e' andare avanti con entusiasmo. La squadra e' grande e sara' il tempo a dirci dove potra' arrivare questo Milan. Noi partiamo fiduciosi perche' siamo sicuri che non si possa togliere al Milan cio' che ha dentro: cioe' la voglia di vincere sempre. Andiamo piano, con calma, con fiducia e sono sicuro che ce la faremo. Sento la squadra molto vicina, c'e' gia' un'identita' di gruppo ben precisa e un rapporto consolidato tra noi: la cosa importante sara' trasformare queste cose positive in risultati sul campo".

I convocati del Milan: Storari, Roma, Antonini, Favalli, Kaladze, Nesta, Onyewu, Oddo, Abate, Flamini, Gattuso, Di Gennaro, Huntelaar, Inzaghi, Pato, Borriello, Ronaldinho, Zigoni, Strasser, Oduamadi, Ikande, Albertazzi, Scampini, Verdi.
Read More

Elenco blog personale