Menu Orizzontale

(video gol) Calcio, risultati: Gand-Roma 1-7. Goleada dei giallorossi. Show di Totti, tripletta per lui


(Gand-Roma 1-7. Highlights)

Roma travolgente a Gent, dopo qualche brivido iniziale. Finisce 7 a 1 per i giallorossi, questi i risultati di calcio del match che porta l'undici di Spalletti ai playoff di spareggio per l'accesso alla fase a gironi dell'Europa League. Nel giorno in cui un romano (Aquilani) lascia la squadra e la città amate e vola a Liverpool per vivere una nuova e bella esperienza professionale, sono altri due romani purosangue a spedire la Roma all'ultimo turno di qualificazione: Totti e De Rossi, autori di 5 dei sette gol finali della squadra capitolina. E' sempre lui però, il capitano, Francesco Totti a togliere le castagne dal fuoco e a sbloccare l'incontro (dopo il palo colpito dai belgi) con una parabola maligna su calcio piazzato. Il portiere dei belgi viene ingannato dalla traiettoria beffarda del pallone, calciato con notevole effetto dal numero dieci romanista. Poi nella ripresa, con i belgi in dieci per l'espulsione di Sauler, rimediata nel finale di primo tempo da un undici belga allenato da un "focoso" Preud'homme, sempre pronto a protestare, il capitano ha realizzato la doppietta di sinistro e fornito l'assist per il terzo gol firmato da De Rossi, prima di chiudere con la tripletta dagli 11 metri. Spalletti, a quel punto, lo richiama, concedendo spazio ad Okaka e tocca a De Rossi non farlo rimpiangere. Il centrocampista mette a segno una pregevole doppietta, siglando un gran gol di tacco su azione d'angolo. Il Gand reagisce e accorcia le distanze con Smolders, ma la Roma gioca in scioltezza, e nell finale c'è gloria anche per Menez (con un sinistro ad incrociare di chirurgica precisione) e Okaka (di testa), che portano a sette il conto finale dei gol romanisti. Spalletti può dirsi soddisfatto, anche se in difesa c'è qualcosa da registrare. Ma se in attacco c'è un Totti così devastante, tutto il resto passa in secondo piano e i risultati di calcio arriveranno sicuramente...
Read More

Calcio, squadre: Aquilani ringrazia Totti e vola a Liverpool: "Pronto per una grande esperienza"

Aquilani ringrazia TottiE in partenza per Liverpool, dove vivrà sicuramente una grandissima esperienza di vita e professionale, con una delle squadre di calcio storicamente più importanti del calcio inglese. Alberto Aquilani sta per volare in Inghilterra dove lo aspetta con grande trepidazione Rafa Benitez, il suo nuovo coach, felice per l'acquisto compiuto dalla dirigenza (andrà a sostituire Xabi Alonso, ceduto al real per 30 milioni, ndr).

Non sono mancate, in queste ore, le dimostrazioni di affetto da parte della Roma e di Roma per uno che, anche se lontano, avrà per sempre il giallorosso nel cuore (fin da piccolo ha amato i colori dei lupacchiotti). A salutarlo, con un velo di tristezza è il capitano giallorosso, Francesco Totti: "Mi dispiace per Al­berto, che oltre ad essere un amico è un grande cal­ciatore. E poi è romano. Ci man­cherà". La risposta, del centrocampista, non è tardata ed è altrettanto importante: "Le parole di Francesco fanno piacere, è un amico". Il giocatore dei Reds, in partenza per lla sua nuova "casa" dichiara: "Quella con gli inglesi sarà una grandissima esperienza, anche se non ho ancora firmato il contratto - ha detto il giocatore - ho salutato anche Rosella Sensi, dispiace andare via. Comunque la Roma è sempre forte anche senza di me, è una grandissima squadra. Lunedì in conferenza stampa parlerò del mio trsferimento e spiegherò tutto". Aquilani lascia una delle squadre di calcio più importanti d'Italia dopo aver vissuto una stagione decisamente tormentata, complice una lunga serie di infortuni, che gli hanno permesso di disputare solamente 14 partite stagionali (due reti). In totale, con la Roma, l'unica squadra nella quale ha militato (tranne la parentesi nella Triestina (2003/2004, 41 gettoni e 4 marcature) ha collezionato 102 presenze e 9 reti.
Read More

Calcio, Serie A: Vucinic si opera al ginocchio. Out per 15 giorni. Stasera tocca a Menez

Vucinic si operaIeri sera si è appresa la notizia. Una novella che certamente non farà piacere a Spalletti e ai tifosi giallorossi, i quali hanno visto la Roma, la scorsa stagione, tribolare per infortuni vari e non avere quasi mai la possibilità di schierare una stessa formazione per due partite consecutive nella Serie A di Calcio. Dopo alcuni accertamenti, eseguiti nella clinica romana di Villa Stuart, si è deciso per l'operazione. Oggi, l'attaccante montenegrino Mirko Vucinic (in rete nella prima gara ufficiale della stagione) verrà operato al ginocchio sinistro, lo stesso su cui si intervenne a fine 2006.

Qual è il problema stavolta? "Nulla di preoccupante — giu­rano dallo staff medico romanista — si tratta di un inter­vento di routine. Una semplice pulizia del menisco". A esegui­re l’intervento, come tre anni fa, il prof. Mariani, il "medico dei calciatori". Un intervento di routine (per eliminare i pic­coli frammenti ossei nel meni­sco che gli procurano dolore) che costringerà il centravanti a restare fuori per circa 20 giorni. Un'assenza che, senza dubbio, si farà sentire già a partire da questa sera, quando la Roma scenderà in campo, in casa dei belgi (sconfitti comunque 3 a 1 all'Olimpico), per ottenere la qualificazione all'ultimo turno preliminare che precede la fase a gironi di Europa League. La decisione, di operare il ginocchio leso, è stata presa per far perdere al giocatore un periodo ancora povero di grandi impegni uffi­ciali: "Tra due settimane do­vrebbe tornare in campo", pro­nosticano i medici giallorossi. Due settimane sono un periodo di tempo accettabi­le, ma si spera che questa volta il nuovo medico giallorosso, il Dott. Spataro abbia ragione e non faccia come il precedente, "cacciato" via dal club per i disastri combinati. Vucinic out, stasera sarà difficile sostituirlo. Okaka è ancora molto grezzo, Baptista non è stato nemmeno convo­cato, Luciano Spalletti potrebbe da­re fiducia al francese Menez (che da qualche giorno ha ripreso ad allenarsi con impegno) che potrebbe avere davvero la chance importante per trasformarsi da giocatore discusso a elemento fonda­mentale dell'undici giallorosso, a circa venti giorni dall'inizio della Serie A di Calcio.

Read More

Elenco blog personale