Menu Orizzontale

Calciomercato, Serie A: Crespo torna al Parma. Scambio Acquafresca-Amoruso

Crespo-ParmaSerata scoppiettante per il mercato di Serie A.
Hernan Crespo, alla bellezza di 34 anni, lascia Genova e riabbraccia (a titolo definitivo) il Parma, la squadra che lo lanciò nel 1996, quando a soli 21 anni arrivò in Italia con la valigia carica di sogni (nella foto lo vedete esultare con la casacca gialloblu).
I ducali, contestualmente all'arrivo del bomber argentino, hanno ceduto, sempre definitivamente, l'attaccante Nicola Amoruso all'Atalanta.
Triangolo di mercato chiuso, dai bergamaschi, con la cessione di Robert Acquafresca al Genoa di Gasperini.

Crespo-Acquafresca-Amoruso, un walzer di punte. Ma soffermiamoci sul primo calciatore.
Il primo amore non si scorda mai. Vale per tutti, anche per "Valdanito" Crespo che lascia Genova e torna a Parma, il trampolino di lancio del fromboliere nato a Florida nel 1975.
Nell'agosto 1996, infatti, a soli 21 anni, la squadra emiliana lo ingaggiò dal River Plate, puntando forte su questo giovane cannoniere.
Una fiducia ripagata dal centravanti: 24 gol in due stagioni (12 per campionato), 16 nella terza annata, 22 addirittura nel 1999-2000, quando poi lasciò l'Emilia per vivere due emozionanti stagioni con la maglia della Lazio (39 gol in 54 partite, una Supercoppa e il titolo di capocannoniere). Con il Parma vinse anche la Coppa Uefa a Mosca in finale contro il Marsiglia per 3-0 e la Coppa Italia contro la Fiorentina. Ora, a distanza di 14 anni riabbraccia il Tardini. Fantastico.
Il ritorno di Crespo in gialloblu coincide con l'approdo di Nick Amoruso a Bergamo. L'ex bianconero è un ottimo rinforzo per i nerazzurri, impegnati nella lotta per non retrocedere.
Nuova vita, invece, per Acquafresca che, chiuso da Chevanton e Tiribocchi nell'Atalanta di Conte, e poco considerato dal neotecnico Mutti, prova a rinascere sotto la Lanterna.
Read More

Calciomercato, Serie A: Effetto Mutu, la Fiorentina si cautela con Seferovic. E punta Tavano

La Fiorentina corre al riparo.
Il rischio, sempre più reale, di una (pesante) squalifica ai danni di Mutu, positivo ai test antidoping in due occasioni (con il Bari in campionato e con la Lazio nei quarti di Coppa Italia) ha obbligato i toscani a muoversi velocemente sul mercato.
E, in poche ore, è arrivato il nuovo colpo dei viola. Si chiama Seferovic, è giovanissimo ma è già campione del mondo Under 17 con la Svezia.

Il vero obiettivo di mercato, per rimpiazzare Mutu, nell'eventualità sempre più reale di una squalifica del romeno per doping, è Francesco Tavano, attaccante di proprietà del Livorno.
Ma, in attesa di intavolare una trattativa con Spinelli (la Fiorentina lo vuole in prestito, il presidente dei toscani chiede moneta contante), arriva dal Grasshoppers una giovane ma già solida realtà.
Parliamo di Haris Seferovic, centravanti non particolarmente brillante tecnicamente ma dalla grande forza fisica.
Inoltre, anche se giovanissmo, è già campione del mondo. Infatti, con un suo gol, realizzato in finale contro la Nigeria, ha regalato alla Svizzera il Mondiale Under 17.
Dunque, il giovane elvetico (che era nel mirino di molti club della Premier League), 18 anni il prossimo 22 febbraio, è il nuovo colpo del mercato viola, l'ennesima performance deliziosa del Ds gigliato Pantaleo Corvino.
Read More

Calcio, Doping: Mutu positivo anche dopo Fiorentina-Lazio. La madre Rodica lo difende

Mutu-positivo-dopingIeri abbiamo dato la notizia della positività di Mutu, al test antidoping, in relazione alla gara del 10 gennaio, Fiorentina-Bari, conclusasi 2-1 (il romeno segnò anche un gol).
Ma le sorprese non finiscono qui. Infatti, l'attaccante della Fiorentina (sospeso in via cautelativa dalla procura antidoping del Coni,) è risultato positivo alla sibutramina anche nelle analisi compiute dopo Fiorentina-Lazio di Coppa Italia il 20 gennaio scorso.

Nella gara disputata dalla squadra di Prandelli contro i capitoli, l'attaccante romeno fu tra i grandi protagonisti con una doppietta nel 3 a 2 finale che ha regalato, ai toscani, la qualificazione alla semifinale.
In entrambi i controlli effettuati è stata rilevata la presenza di metaboliti della sibutramina, una sostanza che fa parte della famiglia delle anfetamine e che serve per ridurre l’appetito nelle cure per dimagrire.
In queste ore è scesa in campo la mamma Rodica la quale ha assicurato che non prende pasticche dimagranti. La signora ha precisato che sul foglio illustrativo della medicina si leggeva che si trattava di un prodotto naturale, senza accenno alla sostanza dopante.
Insomma, aspettiamo a dare giudizi definitivi ma sicuramente la situazione si è complicata e il giocatore ora rischia una lunga squalifica.
Read More

Calcio, Sampdoria: Cassano ancora a casa, Del Neri insiste su Pozzi-Pazzini

Del Neri-cassanoScelta tecnica.
Con questa motivazione, l'allenatore della Sampdoria, Del Neri, lascia ancora una volta a casa Antonio Cassano e punta forte sulla coppia-gol formata dall'ex viola Pazzini e il giovane Pozzi (entrambi in gol nella vittoria ottenuta per 3 a 2 ad Udine la scorsa settimana).
Ancora un'esclusione, dunque per il fuoriclasse barese il quale, anche contro l'Atalanta, dovrà rimanere a guardare e non potrà fornire il proprio contributo alla causa blucerchiata.

Cassano dichiarato incedibile ma costretto, un'altra volta ancora, a fare da spettatore. Del Neri, che continua ad escludere frizioni con il gioiellino di Bari e parla solamente di scelte "tecnico-tattiche", lo esclude ancora una volta dalla lista dei convocati.
"Non lo convocherò, a prescindere dalle sue condizioni fisiche - ha spiegato Del Neri - Spero di non dover tornare più su un discorso trito e ritrito. Si tratta esclusivamente di una scelta tecnico-tattica". Questo dunque il pensiero del mister friulano che ha poi aggiunto: "In questo momento la coppia composta da Pozzi e Pazzini mi dà ampie garanzie in avanti. A Udine si sono mossi bene e quindi al momento non ho intenzione di cambiare. Cassano verrà convocato solo quando lo riterrò opportuno".
Un pugno di ferro, vero e proprio nonostante le parole del tecnico di Aquileia. E Cassano come risponderà? Trovando fortuna altrove...non ci sono molte altre soluzioni.
Read More

Calcio, Juventus: Ufficiale esonerato Ferrara, ecco Zaccheroni il traghettatore

Zaccheroni-JuventusAlberto Zaccheroni è il nuovo allenatore della Juventus. Esonerato Ferrara, tocca al romagnolo, che in questi minuti ha firmato il contratto che lo legherà fino a fine stagione, alla società di Blanc.
Il "Caronte" della Signora bianconera ha finalmente un nome ed un volto, che sono quelli dell'ex mister di Udinese, Toro, Milan ed Inter (per citare le esperienze più importanti). A lui il compito di traghettare la compagine torinese fino a fine stagione sperando che, invece delle porte dell'inferno, si spalanchino quelle del paradiso (la Champions).

Ferrara ha fallito. Un dato di fatto in contestabile. Attualmente fuori dalla zona Champions in campionato, eliminato dalla competizione di quest'anno dal Bayern Monaco e (ieri) out dalla Coppa Italia, per colpa di Super Mario Balotelli.
Quali le colpe di questo disastro? Innanzittutto l'inesperienza (prima panchina, se escludiamo le ultime gare della scorsa stagione al momento dell'esonero di Ranieri, dopo una vita da giocatore), poi la serie interminabile di infortuni che hanno falcidiato la rosa, infine un mercato che si è rivelato inadeguato (Diego ed Amauri faticano ad integrarsi...).
Vuoi tutto, sta di fatto che Ferrara, bandiera juventina da calciatore, non è riuscito ad ottenere lo stesso successo anche da allenatore del club di Vinovo. Soprattutto il napoletano non è stato abile a trasmettere ai vari giocatori quella grinta e quella determinazione necessaria per rialzarsi, in Serie A e nelle coppe, dalle difficoltà e dai momenti negativi.
Ora la Juventus, stanca di prendere batoste e con una Champions da guadagnare, cambia pagina, sperando che Alberto Zaccheroni possa traghettare il club verso lidi migliori.
Poi, in estate si cercherà di aprire un ciclo vincente, con un tecnico di livello in panchina (si parla di Benitez, colonna portante dei Reds di Liverpool).
Ma, per adesso facciamo un grosso in bocca al lupo a "Zac". Ci sarà tanto da lavorare, soprattutto sul morale. Nel pomeriggio il 58enne coach romagnolo dovrebbe essere presentato alla stampa, per poi dirigere (alle 15) il suo primo allenamento.
Read More

Calcio, Parma: Panucci in tackle su Totti: "Al Mondiale? Neanche per sogno"

In attesa di sfidare l'Inter, nel match di Serie A che si svolgerà, domenica prossima, al Tardini, Christian Panucci torna sul tormentone legato alla presenza o meno di Totti ai mondiali (dopo la riapertura del giallorosso: "deciderò ad aprile").
E' un tackle durissimo quello del parmense, al suo ex capitano: "Eh no caro Francesco, se andrai in Nazionale e io fossi quello che ci rimette il posto dopo aver lottato due anni per la qualificazione, sarei molto arrabbiato".

Insomma, il difensore savonese del Parma, Panucci, per tanti anni nella capitale con i colori giallorossi addosso (dal 2001 al 2009, 229 presenze e 20 gol), non ha dubbi sulla questione.
Ci vuole coerenza, Totti e la nazionale (Mondiali 2010 compresi) un capitolo chiuso, come disse a suo tempo il romanista, il quale invece negli ultimi mesi ha riaperto ad un "ritorno".
Adesso, secondo l'esperto difensore dei ducali, ripensarci sarebbe una mancanza di rispetto verso i colleghi che si stanno impegnando per conquistare la convocazione in azzurro da parte del tecnico viareggino Marcello Lippi.
Non c'è capitano che tenga, dunque. Panucci non transige neanche di fronte il numero dieci romanista: "Totti è un grandissimo giocatore, che sta ancora bene. Se io dichiaro di avere chiuso con la Nazionale, devo essere coerente e non andarci più".
Read More

Calciomercato Inter: Saltato Ledesma, ecco Manuel Fernandes

Niente Cristian Ledesma. L'intesa tra Lotito e Moratti, nonostante diversi incontri, non c'è stata, per cui l'argentino, almeno per ora, resta in biancoceleste (c'è tempo fino alle 19 di lunedi per poter trovare una nuova destinazione).
Incassato il no per il sudamericano, l'Inter si è tuffata subito sul mercato internazionale e ha chiuso per il centrocampista del Valencia, Manuel Fernandes. Il mediano portoghese arriva dalla Spagna con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 10 milioni di euro.

Il dopo Vieira si chiama Manuel Fernandes. Il centrocampista, nato a Lisbona nel febbraio 1986, è il nuovo colpo di mercato del club nerazzurro.
Un blitz inatteso quello della società milanese che si assicura un ottimo centrocampista, giovane ma già dalla buona esperienza e dalle ottime doti atletiche e tecniche. E' un centrocampista mancino che fa del dribbling e della dinamicità le armi migliori.
Nella sua carriera, prima di approdare al Valencia, ha indossato la maglia del Benfica, agli inizi, e poi quelle delle inglesi Portsmouth e Everton.
Read More

(video gol) Calcio, Coppa d'Africa: Egitto-Algeria 4-0. La rivincita dei Faraoni. In finale c'è il Ghana


(video gol highlights)

COPPA D'AFRICA, RISULTATI SEMIFINALI:
Egitto-Algeria 4-0 (39'pt rig. Hosni Abd Rabbou, 20'st Mohamed Zidan, 36'st Abdel-Shafy, 45'st Mohamed Nagy Gado)
Ghana-Nigeria 1-0 (21'pt Gyan)

FINALE:
Egitto-Ghana (31 gennaio)
Read More

(video gol) Calcio, Coppa Italia: Inter-Juventus 2-1. Balotelli manda ko la Signora. Ferrara all'addio


(video gol highlights)

TABELLINO
INTER: Toldo, Maicon, Materazzi, Lucio, Santon, Zanetti, Cambiasso (16'st Milito), Motta, Sneijder, Balotelli, Pandev (35'st Muntari). A disp.: Orlandoni, Cordoba, Samuel, , Quaresma, Muntari, Arnaoutovic, Eto’o. All.: Mourinho.
JUVENTUS: Buffon, Grygera, Cannavaro, Chiellini, Grosso, Candreva, Melo, Sissoko, Diego, De Ceglie (47'st Paolucci), Amauri. A disp.: Maninger, Caceres, Zebina, Legrottaglie, Marrone, Boniperti, Paolucci. All.: Ferrara.
ARBITRO: Damato di Barletta.
MARCATORI: 10'pt Diego (J), 26'st Lucio, 44'st Balotelli (I).
Read More

Elenco blog personale