Menu Orizzontale

Calcio, Azzurri in silenzio, parla solo Lippi: "Attenti che le mummie a volte sciolgono le bende"

Lippi parla, l'Italia noKakà è deciso ad eliminarci, l'Italia attende la sfida e l'ex rossonero in silenzio. E' così che si prepara la decisiva sfida di domani sera, che vedrà appunto impegnati gli azzurri nel match con il Brasile, terzo ed ultimo atto di questa fase eliminatoria della Confederation Cup.

Serve una vittoria, e non sarà facile, contro i sudamericani già qualificati alle semifinali della manifestazione sudamericana. Le "mummie" (così sono stati soprannominati gli azzurri dalla stampa italiana dopo la sconfitta rimediata contro l'Egitto) non parlano, eccetto il loro condottiero Marcello Lippi che qualche piccata battuta la tira fuori anche questa volta: "Che effetto fa sentire dare delle mummie agli azzurri? Nessuno effetto. Ho pensato che non era un grande sforzo di fantasia. Ma attenti, le mummie a volte sciolgono le bende". Queste le scarne ma chiare parole del selezionatore azzurro alla vigilia di Italia-Brasile. Torna il silenzio in casa Italia. I giocatori hanno infatti deciso di non presentarsi alle interviste il giorno prima della sfida alla Seleçao per "concentrarsi sulla partita". In conferenza, dunque, si è presentato il solo Marcello Lippi che ha rilasciato dunque solo qualche battuta. Meglio non parlare, servono fatti e sarà davvero difficile contro i ragazzi di Dunga.
Read More

Calcio, Kakà ha le idee chiare: "Italia pericolosa, va eliminata"

Kakà è deciso a battere l'ItaliaDomenica sera è in programma una sfida tanto affascinante quanto delicata e decisiva, essenzialmente per quanto riguarda il destino degli azzurri nella manifestazione sudafricana. L'Italia, dopo il clamoroso ko rimediato contro l'Egitto, si gioca l'accesso semifinali della Confederation Cup contro il temibile e stratitolato Brasile di Kakà, già qualificato alla fase successiva con sei punti in due gare (4 a 3 all'Egitto, 3 a0 nel match contro gli Usa). Si potrebbero fare calcoli di vario tipo, ma la cosa più importante, per non dipendere dal risultato della gara che i Faraoni disputeranno contro gli americani, è la vittoria, e con due reti di scarto. Una vera e propria impresa, visto il momento attraversato dall'undici di Marcello Lippi. In più, tra gli avversari ci sarà uno scatenato "ex" italiano, e rossonero, deciso ad ottenere la testa dell'Italia: "L'Italia è pericolosa, sarei felice se riuscissimo a eliminarla. Noi abbiamo vinto 5 Mondiali, loro 4: è un big match assoluto".

Nonostante l'inattesa sconfitta contro l'Egitto, Kakà non sottovaluta gli azzurri e richiama i compagni alla massima concentrazione: "Ai Mondiali 2006 non sono partiti alla grande, ma hanno finito trionfando. Può succedere stavolta, bisogna eliminarli", ha aggiunto il neoacquisto del Real Madrid. Uno dei grandi colpi messi a segno da Florentino Perez per il rilancio della gloriosa squadra spagnola nella quale è tornato a fare il presidentissimo, non sottovaluta l'impegno con l'Italia ma il torneo in generale: "La Confederations Cup è molto importante per preparare i Mondiali del prossimo anno e per verificare la preparazione delle squadre. La partita contro l'Italia è particolare". Infine, l'ex giocatore del milan ha commentato le dichiarazioni di Buffon, secondo il quale l'eliminazione non sarebbe una tragedia per la nazionale italiana: "Non penso che a Buffon non farebbe nessun effetto. L'Italia è qui per vincere la Coppa, proprio come noi", ha detto il fuoriclasse verdeoro. Italia-Brasile, insomma, è già iniziata, come finirà non si sarà ma sicuramente sarà spettacolo allo stato puro.
Read More

Calcio, Serie A, programmazione "all'inglese" dal 2010/2011

novità nella programmazione calcisticaIl calcio e la programmazione televisiva subiranno cambiamenti importanti, a partire dalla stagione 2010/2011. Infatti, oltre agli anticipi classici, i due che vanno in scena il sabato e quello che invece ci fa compagnia la domenica sera a conclusione del weekend calcistico, ci sarà la novità costituita dall'anticipo previsto per la domenica a "pranzo".

Alle 12 e 45, dunque, come accade già nella Premier League inglese, mentre saremo intenti a preparare o a degustare già il pranzo in famiglia, avremo anche una bella partita di calcio come ospite più nelle nostre case. Inoltre, a partire già dalla prossima stagione, invece, tutte le partite serali avranno inizio alle ore 20:45 e non più alle 20:30. L’accordo è stato siglato dalla Lega Calcio e da Sky proprio su richiesta dell’emittente satellitare che detiene i diritti televisivi della Serie A.
Read More

Elenco blog personale