Menu Orizzontale

(video gol) Coppa Italia: Inter-Sampdoria 1-0. Il cuore e un Ibra fantastico non bastano. La Samp resiste e va in finale


(highlights di Inter-Sampdoria 1-0)


(Inter-Sampdoria 1-0. Ibrahimovic porta i nerazzurri in vantaggio con un gran destro)

INTER (4-3-3): Julio Cesar; Santon, Materazzi, Cordoba (46' Chivu), Maxwell; Vieira (54' Cambiasso), Burdisso, Zanetti; Cruz (54' Crespo), Ibrahimovic, Balotelli. In panchina: Toldo, Krhin, Mancini, Obinna. All. Mourinho.
SAMPDORIA (3-5-2): Castellazzi; Campagnaro, Lucchini, Accardi; Raggi (67' Stankevicius), Palombo, Sammarco, Franceschini, Pieri; Pazzini, Cassano (78' Delvecchio). In panchina: Mirante, Ziegler, Padalino, Dessena, Marilungo. All. Mazzarri.
ARBITRO: Orsato di Schio.
MARCATORI: 27'pt Ibrahimovic (I).
ESPULSO: 48'st Materazzi (I) per proteste.

Impresa non riuscita. L'Inter vince uno a zero contro la Sampdoria ma saluta la Coppa Italia. L'Inter ci ha provato, a recuperare il pesante gap dell'andata (nel match del Ferraris, la gara era finita con uno schiacciante tre a zero per i doriani), ma era troppo difficile, anche se ci si è messa molta sfortuna a complicare i piani dell'undici di Mourinho. Ibra imprendibile, devastante nelle accelerazioni, assist deliziosi e conclusioni di rara bellezza. In novanta minuti il repertorio di un vero e proprio fenomeno. Lo svedese illude l'Inter con il gran destro, sul rilancio di Julio Cesar, poi è sfortunato quando tira fuori dal cilindro un pallonetto fantastico, palla sul palo per la disperazione dei tifosi e la felicità di Castellazzi e compagni. Palo colpito anche da Crespo nella ripresa; l'argentino impatta alla perfezione in corsa ma ancora il legno dice di no. La Samp comunque, pur difendendosi per larghi tratti del match, non ha rinunciato a delle ripartenze, col solito Cassano che "giochetta" meravigliosamente con la sfera e diventa pericolosissimo negli ultimi metri. Bravo Julio Cesar proprio sull'ex romanista in un paio di occasioni. Meno bene Pazzini, controllato, con le buone o con le cattive da Materazzi (espulso nel finale). Finisce uno a zero, ma il tre a zero dell'andata spedisce la Samp in finale. Sarà Lazio-Samp, all'Olimpico, il 13 maggio prossimo.
Read More

Nuoto, 100m sl: Alain Bernard stabilisce il record mondiale

(Alain Bernard. E' suo il record mondiale nei 100 metri stile libero)
Alain Bernard ha stabilito il record mondialeSensazionale risultato ai campionati di Nuoto che si stanno svolgendo in Francia. L'atleta in questione, Alain Bernard ha stabilito il nuovo record mondiale dei 100 metri stile libero in 46'94. Aveva già due titoli europei (50 e 100 metri stile libero), ottenuti a Eindhoven nel 2008. Ma questo risultato supera oltremisura le sue già grandissime prestazioni, ottenute la scorsa stagione in Olanda. Il nuotatore transalpino ha ottenuto questo strepitoso risultato, infrangendo il precedente record che l'australiano Eamon Sullivan aveva stabilito ai Giochi di Pechino il 13 agosto in 47'05. E' il primo "delfino", dunque, a scendere sotto i 47'.

Ecco la cronologia degli ultimi record stabiliti sulla distanza dei 100 m:

48'18 Michael Klim (Aus) 16 settembre 2000 Sydney
47'84 Pieter van den Hoogenband (Ola) 19 settembre 2000 Sydney
47'60 Alain Bernard (Fra) 21 marzo 2008 Eindhoven
47'50 Alain Bernard (Fra) 22 marzo 2008 Eindhoven
47'24 Eamon Sullivan (Aus) 11 agosto 2008 Pechino
47'20 Alain Bernard (Fra) 13 agosto 2008 Pechino
47'05 Eamon Sullivan (Aus) 13 agosto 2008 Pechino
46'94 Alain Bernard (Fra) 23 aprile 2009 Montpellier
Read More

Doping: Carrozzieri positivo alla cocaina

(Morris Carrozzieri positivo alla cocaina)
Doping nel calcio, Carrozzieri positivo alla cocainaUn caso di doping sconvolge il calcio. Il difensore Morris Carrozzieri, nato a Giulianova nel 1980, 23 gare finora con la maglia rosanero del Palermo (alla prima stagione nel club di Zamparini), un punto di riferimento per la squadra e soprattutto un idolo per i tifosi siciliani che lo hanno ben presto eletto a loro beniamino,  è risultato positivo alla cocaina. I risultati sono relativi ai test effettuati al termine della gara con il Torino.

Una notizia che sconvolge ancora una volta il mondo dello sport e del calcio, già alle prese con tanti problemi, di natura economica e sociale. Si tratta, inoltre, del primo caso riscontrato dal Coni con un test mirato (come da normativa entrata in vigore a Gennaio 2009). Ora restiamo in attesa delle controanalisi (chieste dallo stesso Zamparini, presidente del Palermo calcio, che comunque è andato giù duro sulla vicenda: "E' patetico. Rimaniamo esterrefatti nell'apprendere che questi giovani, frequentando abitualmente le discoteche e certe compagnie, possano commettere simili stupidaggini"), se il risultato sarà ancora positivo, sarà inevitabile una lunga sqaulifica per il calciatore. Davvero una brutta storia.
Read More

Real Madrid. Pepe non si da' pace: "Non ho più voglia di giocare a calcio"

(Pepe ha chiesto scusa a Casquero. Ma la squalifica sarà dura)
Pepe ha chiesto scusaIl raptus di follia contro il Getafe ha fatto il giro del mondo e Pepe, difensore centrale del Real Madrid, non riesce a darsi pace, e soprattutto non riesce a cancellare dalla testa le immagini di quegli attimi nei quali il cervello si è spento e a ha preso il sopravvento la follia. I calci a Casquero dopo averlo spinto a terra in area, provocando un rigore, sono stati veramente cattivi ed è in arrivo una squalifica pesante nei confronti del calciatore.

Nonostante il pentimento, il gesto costerà caro all'ex centrale del Porto che ha dichiarato di "non aver più nemmeno voglia di tonare a giocare a calcio". In un'intervista rilasciata al quotidiano spagnolo Marca, il giocatore delle Merengues è apparso davvero distrutto, amareggiato profondamente per il "colpo di testa" e ha affermato anche di aver saltato l'allenamento con i compagni. Troppa la vergogna per quello che ha combinato: "Non mi riconosco in quelle immagini, ho perso il controllo. Adesso se non ritroverò la voglia di giocare, mi dedicherò a qualcos'altro". Parole forti che mostrano tutta la frustrazione e il pentimento del giocatore. Ma la cosa importante , in questo momento, è che la giustizia sportiva spagnola faccia il suo corso, e soprattutto che Casquero stia bene, perchè quei calci avrebbero potuto comportare conseguenze ben più serie per la salute del calciatore del Getafe.
Read More

Juventus. Dura contestazione dei tifosi, Ranieri: "Non mollo". Ma è pronta la coppia Conte-Lippi

La Juventus è ko. Non solo a livello di risultati. In generale l'ambiente bianconcero sta vivendo davvero un momentaccio e i tifosi se la prendono con la dirigenza (ma non solo), che è stata costretta, ieri sera, ad abbandonare l'Olimpico di Torino.

Si salvi chi può. La sconfitta nella gara di Coppa Italia di ieri sera, e la conseguente eliminazione dall'ultimo trofeo rimasto a disposizione dei bianconeri per "salvare" la stagione, ha provacato la rabbia della tifoseria juventina che durante e dopo la gara ha contestato vibratamente. E' bufera sulla Juve e su Claudio Ranieri. Ma, ricevute le rassicurazioni da Cobolli Gigli ("Ranieri sarà l'allenatore della Juventus anche il prossimo anno"), anche il tecnico romano è intervenuto sulla vicenda assicurando che non si dimetterà: "Non mollo". Sarà..ma intanto le voci sulla coppia Conte-Lippi, come prima alternativa al mister attuale, si fanno sempre più insistenti e, certamente, non aiutano a vivere serenamente questo finale di stagione. La situazione è tesa più che mai. Giocare in questo clima, ma anche allenare, non è certo facile.



Read More

(highlights) Liga: Barcellona-Siviglia 4-0. Poker al siviglia e il vantaggio sui blancos torna a + 6


(highlights di Barcellona-Siviglia 4-0)

Continua la stagione fantastica dei catalani di Pep Guardiola. Come in Champions, volano anche in campionato. Neanche il Siviglia, terzo in classifica e con la seconda migliore difesa della Liga, resiste alla corazzata blaugrana e viene travolto da un secco 4 a 0, al Nou Camp. il Real Madrid aveva accorciato (grazie alla rimonta sul Getafe), ma il Barcellona allunga nuovamente, tornando a + 6 sulle merengues. Le firme d'autore sulla preziosa vittoria di questa settimana sono di Iniesta, sempre più pezzo pregiato del mercato internazionale, Eto'o (che battuto il suo record personale di reti in una stagione, arrivando a quota 27), Hernandez e Henry.
Read More

(highlights) Liga: Real Madrid-Getafe 3-2. Higuain firma la rimonta. Raptus di follia di Pepe, rischia una pesante squalifica


(highlights di Real Madrid-Getafe 3-2)

All'ultimo assalto, all'ultimo respiro. Il Real Madrid vince a fatica e in rimonta contro il Getafe, sconfitto per tre a due nel recupero dall'acuto di Higuain (autore di una doppietta). Le Merengues l'hanno spuntata a tempo scaduto, dopo che la terza squadra di Madrid aveva anche fallito, clamorosamente, un calcio di rigore con Casquero al minuto 43 della ripresa. Nell'occasione, Pepe, difensore centrale dei blancos, tocca leggermente il giocatore avversario che frana a terra, ingannando anche il direttore di gara che concede il penalty. A Pepe "parte la testa" e, non pago di aver causato il penalty, scalcia con cattiveria il calciatore, rimasto a terra e guadagna il rosso ma, probabilmente, una lunga squalifica. Il raptus di follia si completa anche con un pugno ad un altro giocatore avversario. Momenti di follia al Santiago Bernabeu. Poi, dal dischetto, Casquero tenta un pallonetto, ma rimedia solo una brutta figura contro Casillas che blocca abbastanza facilmente la conclusione dell'attaccante avversario. Clamoroso il finale, poichè dal possibile gol ospite si passa al sigillo di Higuain che regala i tre punti al Real Madrid. Una gara incredibile.
Read More

(highlights) Premier League: Chelsea-Everton 0-0. Blues bloccati sul pari in casa. Il Manchester vince e si allontana


(highlights di Chelsea-Everton 0-0)

Passo falso interno del Chelsea di Hiddink, che non riesce ad aver ragione dell'Everton e con lo zero a zero finale, vede sempre più distante (sei punti dal Manchester, vittorioso contro il Portsmouth) la vetta della Premier League. Deludente prova dei Blues e del loro cannoniere Didier Drogba che, in giornata storta, non è riuscito a penetrare la difesa dei "royal blue" di David Moyes.
Read More

(video gol) Premier League: Manchester United-Portsmouth 2-0. I Red Devils tornano in cima. Rooney e Carrick in gol


(Manchester-Portsmouth 1-0. Rooney sigla il vantaggio per l'undici di Alex Ferguson)


(Manchester United-Portsmouth 2-0. Carrick chiude il conto. E' proprio il caso di un risultato "all'inglese")
Read More

Elenco blog personale