Menu Orizzontale

(highlights) Mondiali: Girone sudamericano. Il Bolivia strapazza l'Argentina 6 a 1. Il primo ko per Maradona fa davvero male


(highlights di Bolivia - Argentina)

Sconfitta choc per l'Argentina di Maradona. Una delle débacle più pesanti della storia della celeste, e primo ko per la gestione del Pibe de Oro, arriva questa sera al termine di un match valido per le qualificazioni ai Mondiali (girone sudamericano). Il Bolivia si scatena e travolge la selezione argentina per sei a uno, ai 3600 metri d'altezza della capitale La Paz. La stampa argentina è infatti già partita all'assalto, parlando di umiliazione storica. Grande protagonista della gara il boliviano Botero, che mette a segno una tripletta.
Marcatori: nel pt 11' Marcelo Moreno, 25' Gonzalez (A), 33' Botero, 44' Alex da Rosa; nel st 9' e 21' Botero, 41' Torrico. E' la prima sconfitta per Maradona ct.
Read More

(highlights) Mondiali: Gruppo 9. Poker degli orange e la Macedonia è servita


(highlights di Olanda-Macedonia)

Risultati:
Scozia-Islanda 2-1
Olanda-Macedonia 4-0
Classifica: Olanda 15; Scozia 7; Islanda 4; Macedonia 3; Norvegia 2.
Prossime partite (6 giugno): Macedonia-Norvegia e Islanda-Olanda
(10 giugno) Macedonia-Islanda e Olanda-Norvegia.
Read More

Mondiali: Gruppo 7. La Romania di Mutu cade contro l'Austria. Galletti di misura sulla Lituania

Risultati:
Austria-Romania 2-1
Francia-Lituania 1-0
Classifica: Serbia 12 punti; Francia 10; Lituania 9; Austria 7; Romania 4; Isole Far Oer 1.
Prossime partite (6 giugno): Serbia-Austria e Lituania-Romania,
(10 giugno): Isole Far Oer-Serbia.
Read More

(highlights) Mondiali: Gruppo 6. L'Inghilterra e Fabio Capello dominano l'Ucraina di Sheva


(highlights di Inghilterra-Ucraina)

Risultati:
Inghilterra-Ucraina 2-1
Kazakhastan-Bielorussia 1-5
Andorra-Croazia 0-2
Classifica: Inghilterra punti 15; Croazia 10; Ucraina 7; Bielorussia 6; Kazakhstan 3; Andorra 0.
Prossime partite (6 giugno): Bielorussia-Andorra; Croazia-Ucraina; Kazakhstan-Inghilterra. 10 giugno: Inghilterra-Andorra; Ucraina-Kazakhstan.
Read More

Mondiali: Gruppo 3. Super Polonia. Impallinato il San Marino

Risultati:
Irlanda del Nord-Slovenia 1-0
Rep.Ceca-Slovacchia 1-2
Polonia-San Marino 10-0
Classifica: Irlanda del Nord 13 punti; Slovacchia 12; Polonia 10; Repubblica Ceca e Slovenia 8; San Marino 0.
Prossime partite: Slovacchia-San Marino (6 giugno), Slovenia-San Marino (12 agosto).
Read More

Mondiali: Gruppo 2. Sempre in testa la coppia Grecia-Svizzera.

Risultati:
Grecia-Israele 2-1
Lettonia-Lussemburgo 2-0
Svizzera-Moldova 2-0
Classifica: Grecia e Svizzera 13 punti; Lettonia 10; Israele 9; Lussemburgo 4; Moldova 1.
Prossime partite (5 giugno):
Moldova-Lussemburgo, Israele-Lettonia e Svizzera-Grecia.
Read More

(video) Mondiali: Gruppo 5. Sesto centro per le "Furie rosse". Turchia ko


(1-0. Il vantaggio turco è siglato da Senturk)


(1-1 X. Alonso realizza il pari dei rossi di Spagna)


(La vittoria delle Furie rosse è merito di Riera, che trova la rete in pieno recupero)

Risultati:
Turchia-Spagna 1-2
Bosnia Erzegovina-Belgio 2-1
Estonia-Armenia 1-0
Classifica: Spagna 18 punti; Bosnia 12; Turchia 8; Belgio 7; Estonia 5; Armenia 1.
Prossime partite
(5 settembre): Turchia-Estonia, Armenia-Bosnia e Spagna-Belgio.
Read More

(video gol) Italia - Irlanda 1-1. Pirlo-Grosso-Iaquinta ed è gol. In dieci dal terzo minuto l'Italia lotta, ma poi cede a Robbie Keane.


(il gol di Iaquinta del momentaneo uno a zero azzurro)


(il pareggio in extremis di Robbie Keane per l'Irlanda)

ITALIA (4-3-3): Buffon; Zambrotta, Cannavaro, Chiellini, Grosso; Brighi, Pirlo (1' st Palombo), De Rossi; Pepe (10' st Dossena), Pazzini, Iaquinta (46' st Quagliarella). A disp. Amelia, Motta, Gamberini, Rossi. All. Lippi.
IRLANDA (4-4-2): Given; McShane, Dunne, O'Shea, Kilbane; Andrews (9' st Gibson), Whelan, Keogh (21' pt Folan), S. Hunt; Doyle (18' st Kelly), Keane. A disp. Kiely, Delaney, Miller, N. Hunt. All. Trapattoni.
ARBITRO: Stark (Ger).
MARCATORI: 10' pt Iaquinta (It), 44' st Keane (Ir).
ESPULSO: 3' pt Pazzini (It) per gioco violento.

Siamo al 10' del primo tempo. Pirlo in verticale premia la corsa di Grosso che arriva sul fondo e centra un assist rasoterra perfetto per il tap-in improvviso e mortale di Iaquinta che insacca. E' la rete del vantaggio ed è un'azione brasiliana, da manuale del calcio. Trovata una rete fondamentale, la nazionale di Marcello Lippi si rinchiude all'indietro, ed è costretta ad una gara di sofferenza, di fatica, e di concentrazione massima, visto che dal 3' l'arbitro Stark ci costringe in dieci uomini. Rosso diretto per Pazzini reo di gomitata ai danni di O'Shea. Espulsione abbastanza esagerata, perchè se è vero che il blucerchiato salta in modo scomposto, e col gomito largo, sicuramente non c'è l'intenzionalità di andare a far male al difensore irlandese. Dunque, Italia costretta sulla difensiva, e Irlanda che preme sull'acceleratore, cingendo d'assedio la difesa italiana, ma senza creare grossi pericoli. Alla fine, tuttavia, a pochi istanti da una vittoria che avrebbe messo una seria ipoteca sulla qualificazione ai mondiali del 2010, arriva il pareggio dell'undici del Trap con l'unico giocatore che poteva far male agli azzurri, ovvero Robbie Keane. "Non è giusto, novanta minuti in dieci per una cosa non vera". Lippi infuriato, giustamente, e non per i fischi che lo hanno accolto all'inizio. In parità di uomini, probabilmente, non sarebbe finita così. E' "Davide" Trapattoni a gongolare.
Read More

"Ha il record di aver perso una finale avanti di tre gol". Mourinho contro Ancelotti al Chiambretti Night

(un'espressione scherzosa di Mourinho. Stasera sarà spettacolo da Chiambretti)
Io mi ricordo che qualche tempo fa il caro Mourinho accusò Spalletti di essere il più presente in tv tra gli allenatori, o comunque di amare molto il fatto di farsi vedere davanti alle telecamere. Beh, anche l'interista non scherza e, infatti, ce lo ritroveremo questa sera, poco dopo le 23, anche al "Chiambretti Night", su Italia 1. Nella trasmissione diretta dal piccolo conduttore e showman valdaostano, il tecnico nerazzurro, in una location che sarà sicuramente affollata da giornalisti e fotografi, parlerà di tutto. Ecco qualche anticipazione e qualche frecciata, l'ennesima, al collega milanista Carlo Ancelotti.

"Sono mourinista e interista. Nessuno è più interista di me. Voglio vincere i tre maggiori campionati europei. Col Chelsea ho vinto, con l'Inter ce la metterò tutta e rispetterò il contratto. Poi mi manca la Spagna". La partenza è quella solita, col botto. Josè Mourinho, il vincente, fissa gli obiettivi personali. Dopo aver trionfato in Inghilterra, con i Blues, è quasi vicino al successo nel campionato italiano. Sette punti di vantaggio sulla Juventus, non sono tantissimi ma sicuramente un buon margine in vista del finale di stagione. Se sarà scudetto, a quel punto, come è lui stesso ad ammetterlo, sarà la volta di partire alla conquista della Liga spagnola, quello l'ultimo teatro dove chiudere il cerchio e realizzare un fantastico tris. Ma queste parole non saranno le uniche dichiarazioni dello Special One, che parlerà in serata di tantissimi argomenti. Dall'elogio di Santon ("E' 'superbravissimo, per 15 anni sarà il calcio italiano"), da lui lanciato nella gara di Coppa Italia con la Roma al mercato che verrà: "Drogba? L'anno prossimo avrà un anno in più...". Ma ci sarà spazio anche per una frecciata al rossonero Carlo Ancelotti, colpito dall'ennesima battuta al cianuro: "Ha il record di aver perso una finale avanti di tre gol". Chiaro il riferimento alla clamorosa rimonta del Liverpool, nella finale Champions del 2004-2005, quando il club inglese recuperò tre reti ai rossoneri e vinse ai calci di rigore, beffando così il Milan. Insomma, scatenato come sempre e come sempre pronto all'auto-esaltazione: "Sono un trascinatore...".
Read More

(video gol) Torneo Quattro Nazioni. Austria - Italia 2-2. Ariaudo e Paloschi firmano la rimonta azzurra. Spettacolo a Vienna


(Austria-Italia 2-2)

AUSTRIA (4-1-4-1): Konigshofer; Piermayr (18'st Seidl), Wallner (1'st Ramsebner), Margreitter, Purcher; Baumgartlinger, Bukva, Ilsanker (1'st Nuhiu), Kavlak, Jantscher 6 (25'st Gruberbauer 5,5); Sand 6,5 (18'st Froschl 6). A disp. Schober, Copier, Lindner, Burgstaller, Mattes. Ct Herzog
ITALIA (4-3-2-1): Fiorillo (1'st Seculin); Darmian (1'st Ariaudo), Ranocchia, Bellusci (23'st Cia), Renzetti; Poli, Bolzoni (1'st Castiglia), Barilla'; Di Gennaro (41'st Crescenzi), Pasquato (1'st Mendicino); Paloschi (29'st Immobile). A disp. Malomo. Ct Casiraghi
ARBITRO: Willenborg (Ger)
MARCATORI: 12'pt Sand, 38'pt Baumgartlinger (A), 14'st Ariaudo, 18'st Paloschi (I)

Il nuovo biennio degli azzurrini di Casiraghi, nel cammino che porterà alle Olimpiadi del 2012, parte con un pari d'orgoglio in terra austriaca, nella prima gara valevole per il Torneo "Quattro Nazioni". A Vienna finisce due a due, con l'Italia che si riprende, mostrando una grande reazione, dopo il terribile inizio, che aveva visto gli austriaci portarsi sul doppio vantaggio, con Sand al 12' e in finale di primo tempo, al 38', con Baumgartlinger. Tanti volti nuovi nella squadra di Casiraghi, ma la grinta non manca e, nella ripresa, parte la riscossa azzurra. Entra Mendicino, che va ad affiancare Paloschi in attacco, e il volto dell'Italia cambia improvvisamente, e in meglio. Il promettente Ariaudo, accorcia le distanze (al 13') con un colpo di testa sugli sviluppi di un angolo calciato da di Di Gennaro e quattro minuti dopo Paloschi sigla il pareggio, imbeccato in ottima posizione proprio dal laziale Mendicino, classe 1990.
Read More

Elenco blog personale