Menu Orizzontale

Coppa America, Risultati: Super Perù, Guerrero stende il Messico

La Coppa America delle favorite Argentina-Brasile-Uruguay-Cile si sta tramutando nel trofeo delle outsider, perché quando le big sbagliano, le “piccole” centrano il bersaglio.
Ne è un esempio l’andamento fin qui tenuto dal Perù, che dopo aver esordito con un significativo pareggio contro la nazionale uruguayana di Tabarez, ha raggiunto la vittoria con il risultato di 1-0 contro un Messico, sempre più in balia degli scandali e della giovane età dei suoi giocatori. Ma quest’ultima non può essere considerata una colpa, anzi un motivo di orgoglio, soprattutto quando chi dovrebbe insegnare i valori del calcio, si fa cogliere in squallidi giochi di prostituzione, senza dimenticare la tristezza del doping, macchia più grande con cui si deve combattere nei diversi ambienti sportivi.

Andando oltre questi aspetti più legati alla morale del calcio, il gioco espresso dal Perù è stato più incisivo e finalizzato all’obbiettivo finale: la vittoria, che è arrivata con Guerrero al 38’ del secondo tempo.
Il Messico è di fatto eliminato e la Coppa America è più che un miraggio per il tricolor; a quota zero punti c’è poco da fare, se la matematica non è un opinione, la sfida rimane aperta soltanto alle avversarie di girone: Cile, Uruguay e Perù.
Markarian e la nazionale peruviana hanno tra le mani, più fisicamente tra i piedi, la possibilità di entrare nella storia del calcio latinoamericano: se la prossima partita contro il Cile dovesse concludersi con un pareggio, i quarti di finale non sarebbero più un’utopia, ma una certezza e addio ai sogni di gloria dell’Uruguay, che anche vincendo contro il Messico non potrebbe proseguire il suo cammino verso la finale del 24 luglio. (Paola Prina)
Read More

Coppa America, Risultati: Uruguay e Cile pari. Maravilla Sanchez, Cavani a terra

La Coppa America prosegue all’insegna dei pareggi: Uruguay e Cile non sono andate oltre il risultato di 1-1 allo stadio Malvinas Argentinas di Mendoza.
Una partita contraddistinta da ben 9 cartellini gialli, segnata da un gioco non frizzante nei primi 45 minuti, per quanto le qualità e le presenze in campo avrebbero dovuto parlare il linguaggio del calcio maravilla.
Ed effettivamente le premesse positive non hanno deluso nella seconda frazione di gioco, quando l’Uruguay ha trovato il vantaggio al 9’ grazie al sinistro di Alvaro Pereira, che ha centrato la rete principalmente a causa di errore difensivo dei giocatori cileni.
Ma al 20’ l’uomo di mercato 2011 Alexis Sanchez pareggia i conti, facendo crescere il ritmo della partita, tanto che il Cile ha più volte sfiorato la vittoria.

Il risultato finale non esalta nessuna delle due nazionli, ma comunque è favorevole alla squadra di Borghi, che si porta in testa al girone C a quota 4 punti. A contendergli lo scettro di migliore del girone c’è il Perù, che dopo aver battuto il Messico (1-0 Guerrero) ha raggiunto il Cile e scavalcato l’Uruguay.
Riassumendo il Cile potrebbe aver ipotecato il passaggio ai quarti di finale, rendendo la partita di mercoledì 13, proprio contro il Perù, una formalità, mentre per l’Uruguay sarà necessario non fallire contro il Messico nella prossima gara, cercando di finalizzare l’intesa del tridente Forlan-Cavani-Suarez.
La classifica attualmente è questa: Cile e Perù 4 punti, Uruguay 2 punti e Messico ancora a 0. (Paola Prina)
Read More

Elenco blog personale