Menu Orizzontale

(video) Calcio, Maria Lopez cacciata da Controcampo. Motivo? Troppa esuberanza


(Video: la "tetta" incriminata di Maria Lopez esce durante il balletto a Controcampo)

E' durata poco. Lo spazio di due sole puntate. Curve pazzesche, balletti sexy (come quello che provocò la fuoriuscita di una "tetta" e che potete osservare nel video), tanta esuberanza, ma poca competenza in maniera calcistica. E, inevitabile, è arrivato il licenziamento. Maria Josè Lopez lascia "Controcampo", la trasmissione di Mediaset che presenta e segue le partite del campionato di Serie A. La modella sudamericana, ex moglie di Luis Jimenez (calciatore interista, ceduto in prestito al West Ham), autrice di balletti hot, che avevano conquistato i maschietti presenti in platea e quelli a casa, è stata allontanata dal programma sportivo (che tratta calcio e Serie A), pare per "troppa esuberanza" sul palcoscenico. "Non posso dire nulla. Confermo però che già da questa domenica Maria non farà più parte della nostra squadra". Questo il commento di Alberto Brandi, ormai storico conduttore del programma. L'avvenente ragazza, all'estero per "motivi familiari" (almeno così dicono dal suo entourage), non rilascia dichiarazioni sulla decisione adottata nei suoi confronti. Al suo posto, in pole position, ci sono due showgirl sudamericane molto note al pubblico italiano.
Read More

Calcio, Serie A: Beckham e il Milan, ci siamo. L'accordo con i Galaxy è vicino

Beckham e il Milan, si ripeteDavid Beckham e il Milan potrebbero riabbracciarsi a gennaio e tornare a vivere insieme la Serie A. Usiamo il condizionale perchè la firma non c'è ancora, ma è vicino l'accordo tra il club rossonero e la società americana dei Los Angeles Galaxy, proprietaria del cartellino. L'accordo dovrebbe essere lo stesso raggiunto nella scorsa stagione: prestito a titolo gratuito da gennaio fino a giugno 2010.

L'inglese, dunque, dovrebbe tornare a vivere l'Italia e la Serie A di Calcio, ma soprattutto ad indossare la maglia della società di Serie A che lo ha valorizzato e che gli concederebbe la possibilità di provare a convincere Capello, con gol e giocate da applausi, a portarlo in Sudafrica. Una storia d'amore che, dunque, sta per rifiorire. Ma come cambierà il modulo con l'arrivo di Becks? Nella testa di Leonardo si sta facendo largo l'ipotesi, più volte supportata da Silvio Berlusconi, di tornare all'ancelottiano "Albero di Natale": alla base di quest'idea ci sarebbe ovviamente la volontà di fare spazio, nella Serie A di Calcio, ad un giocatore di maggiore qualità dietro le punte. Oltre all'intoccabile Ronaldinho, potrebbero dunque trovare spazio Clarence Seedorf o Andrea Pirlo, utilizzato anche da Lippi in Nazionale nel ruolo di trequartista. E con Pirlo spostato avanti, si libererebbe un posto in mediana, creato su misura proprio per David Beckham.
Read More

(video gol) Calcio, Qualificazioni Mondiali: Italia-Bulgaria 2-0. L'ItalJuve va, in gol Grosso e Iaquinta


(Video gol di Italia-Bulgaria 2-0)

Finalmente una buona prestazione. Quella che tutti chiedevano dopo il deludente spettacolo al quale abbiamo assistito in Georgia, dove la vittoria, per gli azzurri, è arrivata grazie alla serata di vena realizzativa del milanista Kaladze (due autogol). Quella di ieri sera, nel match vinto per due gol a zero contro una Bulgaria povera d'idee e con un Berbatov irritante, è stata una grande Italia, quasi in forma mondiale. I gol, realizzati da Grosso e Iaquinta (due degli otto juventini presenti nel gruppo azzurro), consentono di avvicinarci a grandi falcate verso il Mondiale. Adesso con l'Irlanda del Trap basta un pareggio per ottenere la qualificazione matematica: il 10 ottobre c'è lo scontro diretto in terra irlandese. Lippi sorprende un po' tutti con la formazione iniziale, schierando Gilardino in attacco invece di Quagliarella; ma la vera sorpresa è a centrocampo dove il mister sceglie la soluzione a 3 con Camoranesi a destra, De Rossi davanti alla difesa al centro e Marchisio a sinistra, con Pirlo dietro le punte. E proprio il milanista sarà il giocatore chiave. Partita positiva già dalle prime battute, fino a quando l'Italia passa e realizza il gol del vantaggio. Grosso, con un'incursione sulla sinistra passa la palla a Pirlo fuori area che, con un morbido pallonetto al volo, gli restituisce il pallone ed al volo anche lui mette la palla alle spalle di Ivankov, segnando un gran bel gol (come potete osservare nel video). Al 25' però i bulgari sfiorano il pareggio: Petrov indirizza un pallone forte ed insidioso all'incrocio dei pali, ma Buffon compie il miracole e respinge, anche se non si capiscese la sfera abbia oltrepassato o no la linea di porta (gol fantasma?). Sul finale del primo tempo l'Italia chiude la gara, mettendo a segno il gol del due a zero (godetevi l'azione nel video). Grande scambio di prima Gilardino-Iaquinta e lo juventino trafigge Ivankov (azione e gol, tutto stupendo). Nella ripresa non cambia molto la situazione. La Bulgaria tenta di riaprire la partita con qualche occasione firmata dal neoentrato Bojinov (che prende il palo), ma l'Italia è tranquilla e amministra con sapienza. Unica nota negativa, il giallo a Cannavaro al 28', per un fallo sul parmense Bojinov: salterà l'Irlanda. Ma il Mondiale è ad un passo, anzi ad un punto!
Read More

Calcio, Serie A: De Rossi difende Spalletti e accusa Roma: "Male con lui"

De Rossi difende SpallettiNostalgia di Luciano Spalletti. Di un mister che rimarrà per sempre nei cuori dei tifosi veri, di un allenatore che ha dato tanto alla Roma. Ora c'è Ranieri, ed è giusto seguire il nuovo corso, ma Daniele De Rossi ripensa continuamente all'ex guida tecnica. Il centrocampista, colonna della Roma nella Serie A di Calcio e della Nazionale di Marcello Lippi, al termine della gara contro la Bulgaria (vinta per due a zero, con gol di Grosso e Iaquinta), non ha nascosto la sua amarezza per il comportamento dell'ambiente giallorosso nei confronti del tecnico: "Sono dispiaciuto. Roma è una città particolare, non si è comportata bene con lui. Prima lo ha trattato come capro espiatorio - ha detto il ragazzo di Ostia - ma ora che è andato via tutti si mettono le mani nei capelli".

Una difesa incondizionata, da parte di uno dei più forti centrocampisti della Serie A (a segno contro la Juve con un gol bello quanto inutile) nei confronti dell'ex amato allenatore. Difesa anche dall'accusa di aver abbandonato la squadra, nel momento critico che stava passando la squadra nella Serie A di Calcio: "Il mister è andato via con grande dignità, convinto che non vi fossero più le premesse giuste". De Rossi non nasconde di aver trascorso il periodo più bello e importante, da calciatore, quando c'era il toscano alla guida dei giallorossi in Serie A: "Quando è arrivato Spalletti, la situazione non era molto rosea. Ha fatto un lavoro che ha sfiorato la perfezione, ha risollevato la Roma - spiega - è un allenatore a cui sono molto legato perché sotto la sua gestione sono migliorato e maturato come con nessun altro. Non ho nessun problema ad ammettere che è l'unico mister con il quale a fine carriera andrò a cena".
Read More

Elenco blog personale