Menu Orizzontale

(video gol) Coppa Uefa: Olympique Marsiglia-Shakhtar Donetsk 1-2. Francesi arrendevoli, passano gli ucraini. Sarà derby con la Dinamo


(Olympique Marsiglia-Shakhtar Donetsk 0-1. Fernandinho)


(Olympique Marsiglia-Shakhtar Donetsk 1-1. Ben Arfa)


(Olympique Marsiglia-Shakhtar Donetsk 1-2. Adriano)

Due vittorie e qualificazione strameritata. Lo Shakthar di Mircea Lucescu regola l'Olympique anche in terra francese, dopo la vittoria ottenuta nel match d'andata in Ucraina e volano in semifinale di Coppa Uefa. Ad attendere la squadra dell'ex tecnico di Inter e Brescia, ci sarà un'altra compagine ucraina, la Dinamo Kiev vittoriosa contro il Psg, per un derby che si annuncia vibrante e combattuto. In palio la finale dell'ultima Coppa Uefa con la formula attuale, dal prossim'anno infatti ci sarà l'Europa League.
Read More

(video gol) Manchester City-Amburgo 2-1 Vittoria "di Pirro" per i Citizens. A qualificarsi sono i tedeschi


(Manchester City-Amburgo 0-1. Guerrero)


(Manchester City-Amburgo 1-1. (rig.) Elano)


(Manchester City-Amburgo 2-1. Caicedo)

Il due a uno finale non è bastato al Manchester City per conquistare la semifinale europea. Amara vittoria, dunque, per i britannici, a passare è l'Amburgo per effetto del 3-1 casalingo ottenuto nel match di andata in Germania. Partono forte gli ospiti che, con Guerrero (ex Bayern Monaco) trovano il vantaggio, a sorpresa. Tocco sottomisura, in scivolata, e tedeschi in vantaggio. Gelo sugli spalti, ma gli inglesi non ci stanno e reagiscono. Passano cinque minuti e arriva il pareggio. Fallo di mano in area di Trochowski e rigore, decretato a favore dei Citizens dal fischietto italiano Rizzoli. Elano va sul dischetto e non sbaglia, 1-1. Il gol galvanizza la compagine inglese che ha bisogno, però, di due reti per andare ai supplementari. Al 50', importantissimo due a uno di Caicedo, che anccende le speranze di qualificazione del City. I tedeschi vano in bambola ed Elano è sfortunato, poco dopo, quando colpisce il palo pieno. Incredibile match, ricco di emozioni. Il Manchester City ci prova, con grande cuore. Ma la fatica si fa sentire, la lucidità viene meno, e dopo tre minuti di recupero Rizzoli fischia la fine. L'Amburgo, a fatica vola in semifinale, dove sarà derby con il Werder Brema, vittorioso nella doppia sfida sull'Udinese.
Read More

(video gol) Coppa Uefa: Udinese-Werder Brema 3-3. Bomber Quagliarella e il grande cuore friulano non bastano. Diego e i tedeschi volano in semifinale


(highlights di udinese-Werder Brema 3-3)

UDINESE: Handanovic; Zapata (Isla dal 39′ st), Felipe, Domizzi, Pasquale; Inler, D’Agostino (Obodo dal 39′ st), Asamoah; Sanchez (Pepe dal 32′ p.t.), Quagliarella, Floro Flores. (Belardi, Sala, Lukovic, Isla, Obodo, Zimling). All. Marino.
WERDER BREMA: Wiese; Fritz, Mertesacker, Naldo, Pasanen (Boenisch dal 22’s.t.); Tziolis, Frings, Ozil; Diego (Niemeyer dal 38′ st); Almeida (Rosenberg dal 41′ st), Pizarro. (Vander, Boenisch, Baumann, Hunt, Proedl). All. Schaaf.
ARBITRO: Hansson (Sve).
MARCATORI: 15'pt Inler (U), 27'pt Diego (W), 29'pt, 38'pt Quagliarella (U) 15'st Diego, 28'st Pizarro (W).
NOTE: Handanovic (U) para un calcio di rigore a Diego (W).

Werder bestia nera delle formazioni italiane. Dopo aver fatto fuori il Milan, la compagine tedesca estromette dalla Coppa Uefa anche l'Udinese di Marino e continua la cavalcata trionfale in Coppa Uefa, approdando in semifinale dove si giocherà la finale nel derby con l'Amburgo. All'andata meritata vittoria dei verdi di Brema per tre a uno, con Quagliarella che nel finale aveva tenuto acceso il lumicino della speranza. Serviva una grande gara, questa sera, e per un tempo c'è stata. Prova di carattere dei friulani, che in un tempo annullano il gap che li separava dai tedeschi, poi però ancora super Diego (autore di una doppietta) spezza definitivamente i sogni di gloria dei bianconeri. Al 15' vantaggio dei padroni di casa, che partono a spron battuto, con una bordata dal limite di Inler. Il solito Diego trova il pari (Zapata si addormenta e si fa fregare la palla dal piccolo brasiliano) ma una doppietta di Quagliarella (pallonetto su Wiese in uscita e gran gol in torsione) porta gli uomini di Marino sul 3-1, pareggiando i conti con l'incontro dell'andata. Un primo tempo da favola, quello disputato dall'Udinese. Nella ripresa, peò, i tedeschi si mostrano cinici e al 60' vanno ancora in rete con Diego, che sbaglia anche un rigore (bella respinta di Handanovic) prima del pari di Pizarro. Per finire, due pali dei friulani con Asamoah e Domizzi. E l'avventura dei bianconeri che termina sul fischio finale del direttore di gara, con grande rammarico per il tre a uno subito all'andata.

Read More

(video gol) Coppa Uefa: Dinamo Kiev-Psg 3-0. Gli ucraini sono la prima semifinalista. Autorete clamorosa di Landreau


(Dinamo Kiev-Psg 1-0. Bangoura apre le danze e porta in vantaggio gli ucraini)


(Dinamo Kiev-Psg 2-0. Autorete clamorosa di Landreau che nel tentativo di respingere la sfera se la butta maldestramente alle proprie spalle )


(Dinamo Kiev-Psg 3-0.
Vukojevic firma il tris finale che chiude il match)
Read More

Calcio. Torres manda segnali d'amore all'Italia: "Mi piacerebbe giocare in Serie A"

(Fernando Torres, bomber del Liverpool)
Torres manda segnali all'ItaliaOra si trova bene all'Anfield, ha un contratto lungo (altri quattro anni) ed è amato dalla gente che lo sostiene ogni volta che scende in campo. Parliamo del cannoniere del Liverpool, lo spagnolo Fernando Torres. "Mi piacerebbe rimanere qui per tanti anni, mi sento come a casa qui - ha affermato dalle pagine del suo sito - Ho ancora questa stagione e altri quattro anni di contratto e devo molto a questo club e ai suoi tifosi, che mi trattano come fanno con Gerrard o Carragher, e' incredibile, spero di ripagarli vincendo il campionato".
L'attaccante delle "Furie rosse" si sente, dunque, come a casa, nella città di Liverpool, amato e sostenuto dall'affetto dei caldi tifosi dei Reds, ma, nelle poche battute rilasciate in queste ore, non chiude le porte alle tante squadre che farebbero follie per acquisirne le prestazioni e, perciò, non disdegna ipotizzare un possibile futuro in un altro campionato, diverso da quello inglese nel quale comunque si trova benissimo. E' inevitabile, dunque, che escano fuori club prestigiosi come Real Madrid, anche se per lui che è stato per tanti anni la bandiera dei "colchoneros" (i giocatori dell'Atletico Madrid, ndr) sarebbe difficile indossare la maglietta dei blancos, per evidenti motivi di natura territoriale: "E' un grande club ma come lo sono il Barcellona, il Milan, il Bayern, l'Inter - ha commentato - ma non è una squadra che mi interessa anche perchè, avendo giocato nell'Atletico, non mi vedo nel Real". Ma questo non vuol dire che Torres chiudera' la sua carriera al Liverpool, e l'attaccante chiude con un bellissimo messaggio d'amore alla nostra terra e alla Serie A: "Tra qualche anno mi piacerebbe giocare nella serie A italiana - ha confessato - In questo modo potrei dire di aver giocato nei principali campionati europei: spagnolo, inglese e italiano".
Read More

Juventus. Amauri spiega il ritardo dall'Inter: "Poca personalità, è colpa nostra"

(Parole dure di Amauri, che bacchetta la Juventus)
Amauri bacchetta la JuventusAmauri interviene in maniera decisa sulla situazione che, in campionato, vede i bianconeri in in grave ritardo dall'Inter (dieci punti) e ha le idee chiare sui motivi di tale divario, a pochi giorni dalla supersfida dell'Olimpico di Torino, proprio contro l'undici di Mourinho. "Poca personalità", ecco una delle cause principali del gap. Il brasiliano, dunque non cerca scusanti e attribuisce alla Juventus tutte le colpe di questa situazione che vede la squadra juventina sempre più lontana dallo scudetto. E "incorona" Julio Cesar: "Ora è meglio di Buffon".

"Poca personalità e sfortuna: siamo dietro all'Inter per colpa nostra. E' mancato il salto di qualità". Amauri spiega così, nelle parole concesse a "La Stampa", i motivi che vedono la Juventus lontana ben dieci punti dall'undici di Mourinho. "E ora Julio Cesar è meglio di Buffon. Un'Inter senza lui, Ibrahimovic e Cambiasso sarebbe un'altra squadra. L'Italia? Con Toni, Gilardino, Iaquinta e Pazzini non sarei la prima scelta". Amauri non cerca scusanti. Le colpe sono dei bianconeri che, non sono riusciti ad approfittare dei cali della compagine interista: "Rimpiango un certo rilassamento che c'è stato quando avremmo dovuto approfittare dei cali dell'Inter - ha aggiunto il bomber brasiliano -. Perché quando siamo stati un gruppo abbiamo dimostrato di poter battere chiunque. Il divario tra noi e loro non è così netto come potrebbe essere guardando i dieci punti di distacco. All'andata hanno vinto solo uno a zero e anche loro in certi momenti della stagione hanno giocato male".
Read More

Champions. Barcellona-Chelsea il 28 aprile. Il derby inglese ci sarà il 29

Ecco le date della ChampionsEcco le date delle semifinali di Champions League. L'andata della prima partita è prevista per il 28 aprile, per quanto riguarda la sfida tra la corazzata di Guardiola e il Chelsea di Guus Hiddink. Il giorno dopo, invece, andrà in scena un altro derby inglese, dopo quello che c'è stato tra Liverpool e Chelsea, e vedrà impegnati i Red Devils di Sir Alex Ferguson e i Gunners di Wenger. Poi, il 5 e 6 maggio sarà la volta delle gare di ritorno. Il 20 maggio la finale di Champions sul prato dell'Olimpico.
Read More

Elenco blog personale