Menu Orizzontale

17 novembre 2009

Calcio, Galloppa sul tormentone Cassano: "E' solo colpa sua se non è in Nazionale"

Galloppa parla di CassanoNonostante, in maniera decisamente seccata, Marcello Lippi ha provato a chiudere i vari tormentoni ("Amauri? Cassano? Basta cavolate, non me ne frega nulla", queste le parole del Ct in conferenza stampa) che circolano ormai da giorni all'interno e all'esterno del ritiro azzurro, Antonio Cassano continua ad essere l'oggetto principale delle discussioni.

Siamo alla vigilia dell'amichevole di Cesena (seconda dopo quella pareggiata, a reti bianche, contro l'Olanda) che l'Italia disputerà contro la Svezia, sempre priva di Zlatan Ibrahimovic (che medita un addio della nazionale, il quale sarebbe clamoroso) . Il risultato conta e non conta, l'obiettivo del Ct viareggino è quello di ccompletare la rosa dei 23 da portare in Sudafrica la prossima estate. Mancano pochi tasselli da completare (6-7 elementi), poi tutte le discussioni e i tormentoni si spegneranno definitivamente. In attesa di sapere quali calciatori saranno scelti dal selezionatore azzurro, a godersi festante la convocazione azzurra è Daniele Galloppa, centrocampista del Parma (romano di nascita, cresciuto nelle giovanili giallorosse) prelevato dal Siena in estate. Inizio di campionato strepitoso per i ducali (neopromossi) e per lo stesso Galloppa, che ha attirato su di sè le attenzioni delle big della Serie A. Ma, il giovane centrocampista, preferisce pensare solo all'azzurro e si lascia scappare una battuta sul tormentone Cassano: "Se un ragazzo così forte e talentuoso come lui non viene convocato in Nazionale la colpa è solo sua...". La polemica, dunque, prosegue...

0 commenti:

Posta un commento

Elenco blog personale