Menu Orizzontale

21 novembre 2009

Calcio, Lega Pro: Isola Liri decimata dall'influenza A ma costretta a giocare. Mancano le norme

Inconcepibile. L'Isola Liri (nella foto), club laziale di Serie C2 (da qualche anno Seconda Divisione Lega Pro) viene colpita, in massa, dal virus H1N1 dell'influenza A (11 casi accertati e due casi sospetti), ma è costretta ugualmente scendere in campo nel match di campionato che si svolgerà in quel di Vico Equense.

Nella cittadina campana, della provincia di Napoli, ci sarà dunque calcio nella giornata di domani. Motivo? La federazione non ha accettato il rinvio della partita (richiesto dalla compagine ciociara) perchè le norme non prevedono al momento che si possa disputare in altra data l'incontro per "pandemia". Una cosa veramente incredibile, che lascia interdetti. Italia ancora un passo indietro in una materia che in altre zone d'Europa (vedi la Francia) prevede già una solida regolamentazione. Basti pensare che Olympique Marsiglia-Psg, disputata ieri e vinta dall'undici di Deschamps, era un recupero dell'incontro previsto per il 26 ottobre scorso e rinviato proprio perchè un'epidemia del virus H1N1 ha reso necessaria la messa in quarantena per 72 ore della squadra parigina.

0 commenti:

Posta un commento

Elenco blog personale