Menu Orizzontale

28 gennaio 2010

Calcio, Fiorentina: Mutu positivo al test. Recidivo rischia fino a 4 anni

Solamente qualche settimana fa abbiamo vissuto con grande amarezza la la brutta storia di Francesco Flachi, trovato di nuovo positivo alla cocaina. Ora, una tegola immensa si abbatte sulla Fiorentina e sul calcio di Serie A. Adrian Mutu, fuoriclasse rumeno, è risultato positivo alla sibutramina (stimolante che annulla gli effetti della fame), a un test disposto dalla commissione antidoping del Coni ed effettuato il 10 gennaio dopo Fiorentina-Bari. La gara si concluse 2-1 per i toscani e, nell'occasione, Mutu siglo anche un gol.

Un'altra brutta storia che manda di nuovo ko il nostro calcio. Mutu positivo ad una sostanza dopante, dopo la gara interna con i "galletti" del 10 gennaio scorso.
E recidivo inoltre, dopo la squalifica di 7 mesi, per cocaina, ai tempi della militanza nel Chelsea.
In virtù di tutto questo, l'attaccante viola rischia una squalifica da 1 a 4 anni. La notizia, un fulmine a ciel sereno, è arrivata a Mutu durante l'allenamento della squadra dal team manager Roberto Ripa. Il giocatore ha abbandonato il campo per rifugiarsi all'interno dello stadio "Franchi".

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Perché 4 anni?

Non dovrebbe essere radiato visto che lo hanno trovato positivo per la seconda volta?

In altri sport è così e a vigilare sul doping c'è sempre la WADA.

Come al solito figli e figliastri?

28 gennaio 2010 18:17
Riccardo Troiani ha detto...

lui è stato trovato positovo in inghilterra non in Italia la prima volta....credo sia una recidività non uguale ad uno come Flachi che dopo aver scontato una squalifica per coca, torna e cosa fa??? si fa ribeccare!!!

28 gennaio 2010 18:23

Posta un commento

Elenco blog personale