Menu Orizzontale

27 aprile 2009

Genoa. Preziosi indica la strada: "Ritrovare l'umiltà"

Un'altra sconfitta. Il Genoa incappa nella seconda sconfitta consecutiva in campionato (ko al Dall'Ara contro il Bologna, dopo lo stop casalingo subito dalla Lazio) e si fa scavalcare in classifica dalla Fiorentina, abbandonando momentaneamente quel quarto posto difeso a denti stretti finora e che rappresenta l'ultima piazza utile (previo superamento di un preliminare) per giocare in Champions il prossimo anno. Ancora cinque gare prima dei verdetti finale, dunque tutto rimane in piedi per quanto riguarda il discorso "europeo".

Ma occorre ritrovare l'umiltà, in casa dei rossoblu, come ha ammesso anche il presidente Preziosi: "Ci siamo fatti prendere dai troppi complimenti: in questo finale dovremo ritrovare umiltà e determinazione" che ha poi individuato la causa di questo "appannamento": "La luce sì è spenta all'improvviso. Ieri, dopo dieci minuti del secondo tempo, ho cambiato programma perché la partita era inguardabile. Il Bologna ha fatto la sua onesta gara ma noi abbiamo giocato davvero male. Ora dobbiamo giocare al massimo queste cinque partite che rimangono da qui alla fine del campionato". Ma in arrivo c'è la Samp di Cassano e Pazzini, un match importante e difficile, che sicuramente può aiutare a risvegliare il Grifone: "Noi scendiamo in campo per vincere sempre ma, se giochiamo come contro il Bologna la Sampdoria farà di noi un sol boccone. Abbiamo il primato cittadino ma non è questa la sola soddisfazione che cerchiamo. A questo derby ci presentiamo con obiettivi diversi dai nostri rivali. La Sampdoria vuole vincere per regalare una soddisfazione ai propri tifosi, noi, invece, cerchiamo punti per una prestigiosa qualificazione europea. Abbiamo il dovere per i tifosi che ci seguono di provarci sino all'ultimo. La Uefa, se non facciamo errori, non può sfuggirci". La via è indicata...ora tocca ai rossoblu invertire la rotta...altrimenti ogni sforzo sarà vano.

0 commenti:

Posta un commento

Elenco blog personale