Menu Orizzontale

30 gennaio 2010

Calcio, Figc: Palazzi indaga su Pandev, Simplicio e Ledesma. In agguato multe e squalifiche

Palazzi-Procura-figc3 casi nell'occhio del ciclone.
Il trasferimento di Pandev all'Inter e gli accordi fuori tempo e regola tra Ledesma e i nerazzurri e tra Simplicio e la Roma (come denunciato dal presidente Zamparini) sono finiti nel mirino del procuratore Stefano Palazzi (nella foto) e dell'ufficio indagini della Figc.
Si tratta di un terremoto che può davvero sconvolgere il calciomercato.

Sul caso riguardante l'attaccante macedone Pandev, nato dopo la presentazione di alcuni documenti da parte del patron biancoceleste Lotito, la Procura della Figc ha quasi ultimato il suo lavoro ed è pronta a prendere una soluzione.
C'è stato un cccordo prima dei termini? In questo caso sono in agguato multe e squalifiche e potrebbe essere bocciato il lodo arbitrale che ha liberato il giocatore. Pallavicino, avvocato del calciatore, ha ribadito che "non c'è stata alcuna trattativa con i nerazzurri prima della rescissione. Non abbiamo alcun motivo per essere preoccupati". Non per Gentile, avvocato difensore della Lazio, che avverte tutti: "non finisce qui".
Se il caso Pandev è scottante, non lo è da meno quello che riguarda un altro giocatore biancoceleste, l'argentino Ledesma.
Tutto è nato dai continui "no" del calciatore (a Genoa, Udinese e Napoli) e la scelta di accettare la destinazione nerazzurra prima che il Collegio Arbitrale si pronunciasse sulla richiesta di rescissione contrattuale. Una situazione, questa, che ha insospettito gli 007 della Figc e che li ha convinti ad aprire un fascicolo sul centrocampista sudamericano.
Il terzo caso, riguardante il brasiliano Simplicio, in scadenza di contratto con il Palermo, è nato invece dalle dichiarazioni di Zamparini che parlava di un accordo già preso dal suo giocatore brasiliano con la Roma per il luglio 2010.
La regola prevede che i calciatori in scadenza possano trovare accordi solo dopo il 2 febbraio e non prima, come invece pare che sia successo secondo l'opinione del numero uno rosanero.
Quali i rischi? Se la procura dovesse riscontrare accordi illeciti e irregolarità varie, ai giocatori potrebbe essere data una squalifica (un paio di mesi) mentre le società se la caverebbero con una multa (circa 50mila euro).

0 commenti:

Posta un commento

Elenco blog personale