Menu Orizzontale

3 febbraio 2010

Calcio, NapolI: Dossena è già innamorato: "Vorrei restare a lungo"

Dossena-NapoliE' stato l'ultimo colpo del mercato partenopeo.
Di ritorno dopo l'esperienza inglese al Liverpool, Andrea Dossena riabbraccia il calcio italiano e la Serie A, con la maglia del Napoli.
E, dopo neanche giorni dal suo arrivo sotto il Vesuvio (ha esordito il 17 gennaio, al San Paolo, contro il Palermo), il terzino è già innamorato dell gruppo e del progetto: "Ho trovato un gruppo che raramente si trova nel calcio, la rosa è immersa nel progetto...Vorrei restare a lungo qui".

"Napoli non si può paragonare con niente, qui c'è una passione unica - spiega Dossena -. Nei miei primi giorni quasi non riuscivo a capacitarmi di tanto calore. La gente ha un solo grande amore ed un pensiero fisso in testa: il Napoli. L'idea di poter far felice i nostri tifosi è il più grande stimolo per sognare in grande. Al San Paolo sento il fiato sul collo del pubblico, una cosa da brividi che ci dà una carica enorme. Io penso che da questo stadio sarà sempre difficile portar via punti per gli avversari". Una vera e propria dichiarazione d'amore, quella del 29enne esterno milanese (di lLodi, ndr).
Il Napoli, per puntare ad una convocazione in nazionale (anche se lui dice di non pensarci, almeno per il momento), questa la scommessa.
Ci proverà con tutte le forze Dossena, tornato in Italia con tanta voglia di far bene, personalmente e con la nuova maglia, consapevole della fiducia che il patron De Laurentiis e Walter Mazzarri (che lo ha definito "un giocatore importante") hanno risposto su di lui.
Dando, poi, uno sguardo alla classifica, il Napoli è quarto, sognare è lecito, ma Dossena cerca di non volare troppo alto e si tiene con i piedi bene ancorati a terra: "Non dobbiamo pensare agli obiettivi. Qui c'è un programma importante, un presidente che ha grandi progetti, la strada è quella giusta, diamo il tempo a questa squadra di poter crescere - spiega -. Sinora si vede il massimo impegno, una squadra disposta a morire in campo e che non molla mai fino alla fine. Bisogna continuare così senza preoccuparsi del traguardo finale".

0 commenti:

Posta un commento

Elenco blog personale