Menu Orizzontale

4 maggio 2009

Calcio, Sergio Campana contrario alla scissione in Lega: "Speriamo che la frattura si ricomponga"

La "scissione" tra Serie A e B è ancora tutta da decidere (sarà un percorso lungo, sempre che arrivi alla conclusione), nonostante la volontà, espressa in Lega qualche settimana fa, nell'Assemblea Generale, di ben 19 club su venti (escluso il Lecce), che hanno dato mandato a Maurizio Beretta, ex Direttore generale di Confindustria, di costituire la nuova Lega Calcio Serie A. Di fronte a questa ipotesi, alle preoccupazioni dei club di Serie B si somma la voce dell'Assocalciatori esprime "dissenso e preoccupazione, perchè di sicuro la serie B ne uscirà ridimensionata e le difficoltà dei club ricadranno anche sui giocatori". Il tema, importante e di grande attualità, è stato sul banco dell'Assemblea Generale tenutasi oggi a Milano.

Sergio Campana, presidente dell'Aic, spera che "la frattura si ricomponga, anche se tutto fa pensare che l'operazione sia già compiuta, anche perchè credo che non serva una modifica dello statuto federale. In futuro i ricchi saranno più ricchi e i poveri più poveri". Oltre ai calciatori, anche diversi presidenti di B hanno chiesto a Campana di intervenire: "Pensando a una Superlega mi vengono in mente gli Harlem Globetrotters. Ricorrere ad azioni di protesta - continua - è fuori luogo, ma bisogna tenere in conto la nostra contrarietà. Sono curioso di vedere l'atteggiamento della Federazione». Come abbiamo detto in precedenza, è una vicenda ben lungi dal poter trovare una soluzione rapida. Saranno mesi caldi, di polemiche, ma speriamo che, in un senso o nell'altro, si arrivi ad un epilogo positivo per il calcio italiano. Quello conta più di tutto.

0 commenti:

Posta un commento

Elenco blog personale