Menu Orizzontale

24 novembre 2009

Calcio, Serie A: Cannavaro difende i tifosi bianconeri: "Non erano cori razzisti"

CannavaroUna multa soltanto, niente squalifica per il campo (come invece si augura, neanche velatamente, Mourinho "ma Junetus-Inter si giocherà a Torino?"). Se la dovrebbe cavare con poco, dunque, la Juventus, sotto accusa per i cori "razzisti" intonati dalla curva Scirea contro l'attaccante interista Balotelli. Queste le prime indiscrezioni sulla decisione che dovrà prendere il giudice sportivo Tosel in merito alla questione. E tutto questo, mentre la Juve vola Bordeaux per centrare la qualificazione in Champions League. A guidarla, capitan Cannavaro che carica i bianconeri "Vogliamo vincere per cercare di ottenere subito la qualificazione, ma non sarà facile" e interviene proprio sulla polemica di questi giorni, difendendo i tifosi bianconeri.

"Non erano cori razzisti". Fabio Cannavaro risponde in questo modo a tutti coloro che hanno visto questa matrice nei cori indirizzati a Mario Balotelli: "Sono anni che vado negli stadi e mi sento dire di tutto, mi pare che quelli in questione non fossero razzisti. Maicon? Non mi interessano le questioni che riguardano altre squadre". Ricordiamo che il brasiliano dell'Inter è stato espulso nel finale del match col Bologna per un battibecco con il guardalinee mandato ripetutamente "a quel paese".

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Cannavaro ma quando impari a stare zitto!!!!! Tu ch e sei il pallone d'oro rubato che ne Parma ti sparavi nelle vene di tutto e quando eri all0'Inter sei andato a piangere in casa Juve perchè volevi andar evia ma che aspettarci da un napoletano? Secondo te questa è un afrase razzista???

24 novembre 2009 13:48

Posta un commento

Elenco blog personale