Menu Orizzontale

22 aprile 2009

Mourinho difende Balotelli e ammette: "Il razzismo? Ovunque, non solo a Torino"

Un'altra voce emerge in queste ore e interviene sul caso Balotelli. E' quella di Josè Mourinho, allenatore del giovane attaccante, "colpito" da vergognosi cori razzisti. Il tecnico portoghese non esita neanche un istante e si schiera immediatamente dalla parte del giovane "colored".

Un Mourinho, come sempre, molto deciso. Il coach nerazzurro passa con grande semplicità dalla difesa all'attacco, nelle ultime dichiarazioni rilasciate in queste ore. Infatti, dopo essersi subito posto a protezione del ragazzo, rivolge parole di fuoco a tutti coloro che se la prendono con il giocatore per il suo modo di fare in campo durante le partite e, in particolare, per i suoi "giochini": "Quello che non mi piace di lui è che discuta una decisione di un arbitro o magari prenda un giallo perché alza un braccio. Se poi gli avversari si arrabbiano perché prende la palla, segna e non ha paura di nessuno, non posso farci nulla". I cori razzisti? "Li ho sentiti anche altrove, non solo a Torino. Mi spiace per la punizione alla Juve".

0 commenti:

Posta un commento

Elenco blog personale